Pasta Matta

Pasta Matta - Ricetta Pasta Matta

La Pasta Matta è un impasto di base che ricorda la Pasta Brisée all'olio extravergine ma ha un minor quantitativo di parte grassa (solo 4 cucchiai d'olio); questo, rende l'impasto  molto più gestibile da stendere e tirare fino ad ottenere consistenze sottilissime. Si tira ma non si spezza, si allunga a livelli indescrivibili e il risultato è una sfoglia versatile e super sottile per impacchettare verdure, realizzare strudel, rotoli farciti, crostatine, stuzzichini di vario tipo. Facilissima da preparare e anche anche super veloce  ma è necessario consumarla al momento. Evitate quindi di conservare la Pasta Matta in frigo altrimenti perderà la sua  nota di elasticità. E se avanza? Recuperate gli sfridi di impasto e preparate delle piccole tartellettecroissant salati. Il suo gusto neutro si sposa perfettamente con tutte le pietanze, dal pesce alla carne alle uova e naturalmente le verdure e formaggi, ma se volete dare un tocco anche più creativo all'impasto, a seconda della preparazione e dei vostri gusti, potete "colorarlo" con spezie fresche di vario tipo come origano, timo, prezzemolo, rosmarino... Le spezie regaleranno una nota di colore e sapore alla futura preparazione.  Si cuoce in forno e segue le dinamiche della Pasta Brisée senza burro ma la consistenza al morso è molto più biscottata e croccante, friabilissima... Una volta provata, fidatevi, entrerà a far parte di quegli impasti jolly di cui non potrete più fare a meno.

Tempi di preparazione: Preparazione:10'
Cottura:dai 30' ai 45' (a seconda della preparazione)
Totale:55'

Ingredienti:

Per una Teglia/Pirofila da 26 cm

    Ingredienti:

    • 250 gr di farina '00
    • 100 gr di acqua frizzante a temperatura ambiente 
    • 4 cucchiai d’olio extravergine
    • sale

    Per speziare l'impasto, a scelta:

    • 1 rametto lungo di origano 
    • 1 ramo di prezzemolo
    • 2 rametti di timo oppure timo limone
    • 3 -4 foglie di salvia 
    • 1- 2 rametti di rosmarino 
    • 10 foglie di menta fresca
    • 7 - 8 foglie di basilico
    Procedimento:

     Servitevi di un piano di lavoro "freddo" come marmo, alluminio e plastica che non "incolli" il vostro impasto. Disponete la farina a fontana, aggiungetevi l'acqua frizzante, l'olio e il sale:

    Preparare la Pasta Matta1 - Ricetta Pasta Matta

    Impastate con le mani partendo dal centro e inserendo a poco a poco farina laterale verso le parti liquide:

    Preparare la Pasta Matta1 - Ricetta Pasta Matta2 

    Impastate raccogliendo tutti gli ingredienti con movimenti energici fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Pennellatelo di olio extravergine e sigillate in una pellicola per alimenti:

     Preparare la Pasta Matta1 - Ricetta Pasta Matta3

    Lasciate riposare 30' prima di stendere l'impasto. 

    Trascorso il tempo indicato, servitevi sempre di un piano di lavoro freddo per tirare la sfoglia. Non sarà necessario aggiungere farina. La Pasta Matta è particolarmente elastica e si stenderà facilmente con l'aiuto del matterello:

     Pasta Matta - Ricetta Pasta Matta

    Per la Pasta Matta Speziata :

    Aggiungete appena dopo aver realizzato un panetto liscio gli aromi a scelta indicati negli ingredienti, precedentemente lavati e sminuzzati al coltello. Impastate bene fino ad amalgamare perfettamente le spezie fino ad ottenere un panetto liscio e omoegeno. Come descritto sopra pennellate d'olio e procedete come descritto sopra. Il risultato della pasta matta speziata: 

    Anche qui al termine del riposo procedete a stendere la vostra Pasta Matta speziata:

     Pasta Matta alle spezie - Ricetta Pasta Matta

    A questo punto potete utilizzare la vostra Pasta Matta base o speziata per realizzare Rustici e Torte salate, Strudel, tartellette, crostatine o piccola pasticceria.

    Cottura della Pasta Matta:

    Cuocete la pasta matta in forno a 180° per le torte salate i tempi variano dai 35' ai 45' a seconda della dimensione, dello spessore e del ripieno.

    Per Strudel e Rotoli circa 35'- 40'

    per Tartellette, Cornetti e Mignon circa 30'

    (Ricetta e fotografie di Simona Mirto)


    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (ancora nessun voto... Vota per prima!)
    Loading...Loading...

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

132 commenti

    • simona 1 novembre, 2013 - 10:43 Rispondi

      Ciao luisa grazia:) no! niente lievito in questo impasto…. proprio come la brisé non ha bisogno di lievitare… è pronto all’uso:)
      Buona giornata a te:*

    • simona 1 febbraio, 2014 - 10:49 Rispondi

      Concordo Eli, è una pasta incredibilmente versatile, adatta praticamente a tutte le occasioni, sostituisce alla perfezioni le brise e anche la sfoglia se vogliamo! grazie mille:**

  1. consuelo 1 novembre, 2013 - 10:01 Rispondi

    Trovo che la pasta matta risolva tantissime situazioni e soprattutto è light cosa che non guasta mai ^_^
    Buon we tesoro e grazie x questa splendida e utile ricetta ^_^
    la zia Consu

  2. imma 1 novembre, 2013 - 11:01 Rispondi

    La uso molto spesso tesoro la pasta matta soprattutto per quelle quiche dell’ultimo minuto ma spesso anche per la pizza di scarole perchè resta bella croccante e la tua….wow è un velo, perfetta!Sei davvero strepitosa in tutto quello che fai!!Un bacione grande e felice weekend amica mia,tvb!
    Imma

    • simona 1 febbraio, 2014 - 10:51 Rispondi

      Imma guarda io voglio assolutamente provarla nella pizza di scarole… mi hai proprio letto nel pensiero… ti abbraccio tanto cara e grazie mille:*

  3. Sara 1 novembre, 2013 - 11:55 Rispondi

    mamamia amica quanto sei brava! hai steso questa pasta perfettamente :)!! che brava!! sai che non l’ho mai mangiata?? sarà il caso di provare??? :)! ti abbraccio cara <3

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:06 Rispondi

      Tesoro allora devi rimediare assolutamente… la pasta merita davvero ed è super versatile;) un bacione grande e grazie:*

  4. Claudia 1 novembre, 2013 - 13:07 Rispondi

    Favolosa ricetta!!!!!!!!!!! io ne faccio una similissima.. e infatti è vero che si può stendere molto sottile.. e l’adoro per lo strudel! bacioni e buon festa dei Santi :-)

  5. ely mazzini 1 novembre, 2013 - 14:22 Rispondi

    Ciao Simona, con questa pasta mi hai aperto un mondo…la trovo favolosa, molto versatile, veloce e sicuramente buonissima…prendo nota di tutto, grazie!!!
    Inutile dire che la tua è perfetta…a te la Spisni ti fa un baffo ^_*
    Bacioni, buon fine settimana…

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:10 Rispondi

      Ely devi proprio provarla! hahah grazie per il complimento anche se per arrivare alla Spisni di strada ne ho ancora tanta davanti!:) grazie mille un abbraccio

  6. aria 1 novembre, 2013 - 13:46 Rispondi

    questa è proprio una ricetta che mi serviva! l’ho vista, l’ho desiderata, ma mai provata perchè non mi fidavo! Ora ho una ricetta che fa al caso mio, e che proverò mooolto presto! Grazie amica, e buon week end di festa!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:08 Rispondi

      Carissima:* in effetti ci sono varie ricette.. differiscono di poco… questa è davvero ottima, il gusto è neutro e non invasivo, la resa croccante ed è super versatile! consigliatissima:*

  7. Michela 1 novembre, 2013 - 15:12 Rispondi

    Foto sempre meravigliose e uns bravura degna di nota.
    Sei grande Simo…dovresti aprire un’attività, se già non lo hai fatto. Le tue mani potranno farti realizzare sogni.

    Buon week end lungo tesoro :*
    <3

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:12 Rispondi

      Michi sei davvero tanto cara, ogni tua parola mi commuove… ho tanti progetti che spero di realizzare… le tue parole per me sono di grande slancio:* ti abbraccio tanto:*

  8. anna 1 novembre, 2013 - 14:13 Rispondi

    Bellissima, ora ho anche il ripiano del tavolo in marmo (recuperato dalla suocera) e credo preparerò una quiche lorraine super. Grazie.

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:09 Rispondi

      Ciao anna! il piano in marmo è una chicca molto importante per questo tipo di preparazioni, non scalda gli impasti e permette di stendere velocemente senza appiccicare la pasta!;) tienimi aggiornata sul risultato! bacioni:*

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:13 Rispondi

      Terry l’alternativa alle erbe è proprio una chicca… rende l’impasto ancora più goloso, oltre che colorato! bacio grande a te:*

  9. Clara pasticcia 1 novembre, 2013 - 14:43 Rispondi

    carissima Simo, non conoscevo la pasta matta! A dire il vero conoscevo quella di mia nonna .. ma per lei la pasta matta era tutt’altra cosa!!!
    Meravigliosa ricetta davvero, me la consegno e la farò di certissimo!!!!!!!!!!!!!
    un gran bacione e buon fine settimana <3

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:12 Rispondi

      Clara questo è un impasto molto antico, quindi è probabile che abbia qualcosa in comune con quello di tua nonna… ad ogni modo ti consiglio di provarla.. è più leggero delle briseé classiche ma è davvero squisito! ti abbraccio:**

  10. Enrica 1 novembre, 2013 - 15:34 Rispondi

    La pasta patta piace tanto anche a me però la tua è super bella e che foto!
    Simo non ho resistito ed ho pinnato l’ultima foto, mi piace tanto anche l’idea di aggiungere gli aromi.
    Buon ponte

  11. letizia 1 novembre, 2013 - 19:31 Rispondi

    ne sto sentendo parlare spesso di questa pasta matta,ma la tua devo dire che è uno spettacolo…sembra davvero un lenzuolo…da provare assolutamente…grazie per questa fantastica ricetta…un abbraccio cara Simo :*

  12. Ale - Dolcemente inventando 1 novembre, 2013 - 20:53 Rispondi

    la pasta matta???ma lo sai che non l’ho mai provata…devo davvero rimediare cara Simo, è una meraviglia…e tu sei davvero tanto brava! complimenti sia per le foto che per la ricetta, sei una grande! chissà che non ci si veda presto, io lo spero tanto!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:26 Rispondi

      Ale carissima allora devi rimediare al più presto… è semplicissima da preparare e da enormi soddisfazioni;) grazie di cuore… ti abbraccio:*

  13. Patrizia 2 novembre, 2013 - 08:07 Rispondi

    Ciao Simona, non conosco questo tipo di pasta ma vorrei provarla. Mi sembra molto versatile. Complimenti per la tua precisione nei vari passaggi. Buon W-e Patty

  14. Claudia 2 novembre, 2013 - 10:11 Rispondi

    Non è una pasta che ho mai fatto ma, in effetti è molto interessante! Le foto del tuo piano con sopra la pasta sono bellissime e mi fanno tanto casa:D
    un bacione Simo:*

  15. ilenia 2 novembre, 2013 - 11:56 Rispondi

    Ciao Simona!!! e’ sempre un piacere leggerti e averti con me!!! Questa pasta non la conoscevo pensa te….ma la proverò senz’altro mi piace molto la scarsità di grassi ed a vedere la ta viene in modo fantastico!!! Grazie carissima un abbraccio e buon sabato!!!!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:32 Rispondi

      Ile è impasto molto leggero, se la confrontiamo con le varie sfoglia e brisée, appunto le percentuali di grassi è davvero minima e il risultato finale è davvero eccezionale… un abbraccio immenso:**

  16. Vaty 2 novembre, 2013 - 12:35 Rispondi

    Non conoscevo la pasta matta mia cara, ma non tarderò a provarlo dopo queste foto e spiegazioni così precise. Ogni volta, leggerti e’ un grande piacere. Spero tu un giorno possa fare i corsi di cucina base perché ne avresti di cose da insegnarci! Ti voglio bene tesoro.

  17. Gabila 2 novembre, 2013 - 16:41 Rispondi

    Io la pasta matta la conosco, una volto ho provato a prepararla con la ricotta!!! buona e leggera…..la tua con tutti quei punti verdi la trovo, oltre che buona, accattivante e che invita a mettere subito le mani in pasta! Vedo sempre di più una Simona con il lato artistico…foto che lasciano il segno! Sono appena tornata da una piccola gita nella mia amata toscana….stanca ma serena! E’ sempre bello venirti a trovare anche se in ritardo uff i!!!
    Bacio amica mia!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:34 Rispondi

      Gabi tesoro che piacere leggerti ogni volta… sono felice che l’idea delle erbe nell’impasto ti abbia colpito… come anche la presentazione… grazie davvero ti abbraccio tanto:*

  18. vickyart 2 novembre, 2013 - 20:33 Rispondi

    io l’adoro mi piace troppo e la faccio spesso ma sai ke nn ci ho mai fatto un articolo specifico??!!mi piace aromatizzata, colgo al volo ;) ciao carissima ben tornata!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:36 Rispondi

      Vicky cara, sono felice di averti dato uno spunto con le erbette nell’impasto.. in effetti è così… le preparazioni che facciamo più spesso capita di farle passare in secondo piano:) ti abbraccio!

  19. lella 2 novembre, 2013 - 21:33 Rispondi

    trovo le tue ricette molto interessanti, ma, se posso farti una critica, trovo che non rispondere alle domande che ti rivolgono, sia molto scorretto. perchè, magari chi è alle prime armi in cucina, gradirebbe dei chiarimenti. ora ti rifaccio la mia: “ma l’impasto si potrebbe fare nel mixer e poi finire la lavorazione a mano?” questa volta spero in una tua risposta,altrimenti toglierò il mio “mi piace”.

    • simona 3 novembre, 2013 - 10:55 Rispondi

      Ciao lella, buongiorno, scusami il ritardo con cui ti rispondo ma è stato un fine settimana impegnativo, di solito rispondo sempre puntuale alle domande più urgenti, come puoi leggere in tutti gli articoli, per poi rispondere a tutti, anche a chi passa solo per un saluto, con un pò più di calma.
      Sì, volendo puoi preparare l’impasto anche nel mixer.

  20. Francesca 3 novembre, 2013 - 20:20 Rispondi

    Lo sai che mi piace tanto la parola “impacchettare” che hai usato? Rende davvero l’idea del fagottino e del regalo… e non solo perchè si avvicina il Natale! :D Avrei in mente così tante verdure di stagione per usarla… in primis la zucca, che mangio sempre più spesso!

    • simona 1 febbraio, 2014 - 11:41 Rispondi

      Frany infatti questa pasta la utilizzo spesso anche per preparare gli involtini primavera… quando non trovo la pasta phillo! felice che l’idea ti piaccia.. provala sono certa che non la lascerai più:**

  21. Emanuela 4 novembre, 2013 - 10:04 Rispondi

    Ciao Simona!
    La preparo spesso anch’io, proprio perchè si cerca di limitare i grassi, quando si può! :)
    La tua è assolutamente perfetta, una sfoglia da 10 e lode!
    Un bacione!

  22. Carla 4 novembre, 2013 - 10:10 Rispondi

    Grazie Simona per questi tuoi post così esaustivi, ma lo sai che questa non l’ho mai fatta???
    Con i tuoi ottimi suggerimenti ci proverò e ti farò sapere.
    Baci

  23. artù 4 novembre, 2013 - 11:23 Rispondi

    Finalmente sono riuscita a passare da te….sono imperdonabile, ma il tempo è sempre ridottissimo!!!

    la pasta matta la conosco e la adoro, anzi, mi hai fatto venire voglia di farla….manca nella mia tavola da parecchio!!!

  24. mariangela 4 novembre, 2013 - 17:58 Rispondi

    Simo grazie grazie grazie la proverò subitissimo, lo sai quanto amo fare le torte rustiche e questa ricetta è perfetta, dalla foto si vede la pasta sottilissima e vellutata! Complimenti, ti abbraccio!

    • simona 7 novembre, 2013 - 06:42 Rispondi

      Ciao Carola Grazie:) con la pasta matta puoi preparare quello che vuoi, è un jolly con cui puoi realizzare tantissime sfoglie, rotoli, pacchetti, crostate… se ti va di sperimentare anche la Samoussa… ti consiglio una cottura in forno;)
      Tienimi aggiornata sul risultato! a presto:)

    • simona 1 febbraio, 2014 - 14:19 Rispondi

      Manu cara, ti rinnovo i complimenti per le tue caramelle realizzate con questa pasta matta!!… gran bella idea:* sopratutto felice che ti sia piaciuta:))

  25. Evelin 8 novembre, 2013 - 19:45 Rispondi

    Mi piace la tua ‘pasta matta’! La proverò al posto della sfoglia nelle torte salate, a dire il vero faccio sempre la stessa ultimamente: prosciutto cotto, mozzarella, wurstel e peperoni. Ti farò sapere ^_^
    Un abbraccio, Evelin

    • simona 1 febbraio, 2014 - 14:20 Rispondi

      Evelin carissima questa sfoglia è davvera una perfetta sostituta delle classiche brisée e sfoglie per strudel e torte salate poi mi dirai:**

  26. idabricioleincucina 10 novembre, 2013 - 09:53 Rispondi

    Hai proprio mente, cuore e mani d’oro. La calma, l’amore per la cucina e la tranquillità che si respira in queste foto suggerisce “provami, provami!”. L’ho scoperta grazie all’Artusi (che non metteva l’olio però), ma lui non l’aveva fotografata! Un bacione.

  27. Laura 2 dicembre, 2013 - 09:37 Rispondi

    Simona, volevo aggiungermi ai tuoi followers del blog, ma non avendo altri social tipo: twitter, facebook etc. ma solo il blog.. non trovo il modo per “inserirmi” comunque ti farò visita!
    E mentre sbirciavo tra le tue ricette.. ho trovato questa Pasta Matta, molto molto interessante.
    Che sfoglia meravigliosa…
    A presto!
    Laura

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:26 Rispondi

      Ciao Laura:* puoi iscriverti alla newsletter, ricevi in automatico tutti i post direttamente nella tua mail! grazie mille e a presto!:*

    • 3 settembre, 2014 - 14:55 Rispondi

      Ciao Fabio bentrovato :) pur non avendo mai sperimentato personalmente non dovrebbero esserci problemi a congelare strudel e torte da crude. Questa è una pratica utilizzata sopratutto per gli strudel dolci che hanno ripieni cotti a base di frutta. Resto a disposizione se hai bisogno di altri consigli:) a presto!

  28. Oretta 30 ottobre, 2014 - 15:21 Rispondi

    ho provato a leggere la discussione, ma non ho capito se bisogna cuocere la pasta al bianco all’inizio e solo dopo aggiungere il ripieno come si fa solitamente.
    Grazie.
    Oretta

    • 30 ottobre, 2014 - 15:35 Rispondi

      Ciao Oretta, benvenuta:) in realtà puoi usare entrambi i metodi! Dipende un pò dal ripieno e dalla preparazione… Ad esempio se vuoi realizzare delle tartellette o torte grandi che richiedendo un condimento fresco, allora procedi con la cottura in bianco, se intendi preparare una classica torta salata con farcia cotta o salumi, tipo questa torta salata alle verdure, o torta salata melanzane e mozzarella allora procedi prima a riempire ed evenutualmente sigillare la torta e poi a cuocere. Se intendi realizzare uno strudel procedi come per la brisé e la pasta sfoglia classica. L’esempio lo trovi proprio nel post: strudel di verdure I tempi di cottura variano leggermente a seconda della grandezza e del ripieno:) sei hai altri dubbi scrivimi pure:)

  29. marina 29 novembre, 2014 - 08:43 Rispondi

    Ciao Simo!!! Era proprio questo impasto che cercavo stamattina! Non potevo non trovarlo da te! Grazie!! Che foto splendide!!! Spero che mi venga almeno poco poco come il tuo! Un bacione tesorino e buon week end!!!

  30. maria 8 maggio, 2015 - 18:57 Rispondi

    Ciao le tue ricette sono tutte un successo, mi potresti dare qualche ricetta rustica che utilizza come base la pasta matta? che dici la posso sostituire ogni volta che come ingrediente trovo la pasta brisè? ho notato che non hai postato nessuna ricetta con la pasta matta. Bacioni

    • 11 maggio, 2015 - 14:56 Rispondi

      Ciao Maria:* mi fa piacere che le mie ricette siano sempre un successo ;) la pasta matta è squisita e la puoi sostituire alla brisè classica, quello con olio extravergine e anche alla pasta sfoglia… cerca per ingrediente quelli che ti ho indicato e vedrai che troverai un sacco di ricette squisite e facilmente adattabili oppure consulta la voce finger food, antipasti o Torte salate :) un caro saluto a presto:**