Ricciarelli: Ricetta originale dei Ricciarelli di Siena (passo passo)

Ricciarelli sono dei dolcetti deliziosi tipici della pasticceria senese a base di mandorle, zucchero e albume d’uovo. Si tratta Biscotti di marzapane a forma di chicco di riso dalla superficie croccante rugosa e screpolata rivestita di zucchero e dall’interno granuloso e morbido al morso! Una delizia unica che nasce intorno al XIV secolo nelle corti toscane. Diventati famosi in tutto il mondo, secondo tradizione, si preparano e si regalano in prossimità delle Feste di Natale proprio come i Cantucci!  Volete preparali in casa? Ecco per voi la Ricetta Ricciarelli con tutti consigli, trucchi e foto passo passo per realizzare senza difficoltà i veri Ricciarelli di Siena! Proprio come quelli delle migliori pasticcerie toscane e dei famosi Sapori!

Ricetta Ricciarelli

Come ogni ricetta tradizionale, esistono diverse versioni e piccole varianti fanno la differenza. Quella che vi regalo oggi è la Ricetta originale dei Ricciarelli di Siena! estrapolati dal mio libro di pasticceria regionale. Si tratta di una preparazione molto facile. L’impasto si fa mescolando tutti gli ingredienti in ciotola in pochi minuti. Il segreto per un risultato perfetto è attendere 1 giorno di riposo in frigo ; che l’impasto si assesti e si impregni di tutti i profumo! Il giorno dopo si realizza un cilindro da cui si affettano i tozzetti e con l’aiuto dello zucchero a velo si da la tipica forma di ricciarelli e subito in forno! Gusto, consistenza e profumo vi conquisteranno al primo assaggio! Perfetti da gustare come dessert o merenda davanti ad un buon vin santo, caffè o Cioccolata calda! E naturalmente da servire e/ o impacchettare come dono goloso per le feste insieme agli altri classici Dolci di Natale!

Ricetta Ricciarelli

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per circa 25 pezzi
  • 200 gr di farina di mandorle (oppure 200 gr di mandorle pelate da polverizzare in farina)
  • 2 albumi d’uovo a temperatura ambiente ( 65 – 70 gr )
  • 200 gr di zucchero a velo ( + circa 250/ 300 gr per la formazione e la finitura)
  • 1 cucchiaino scarso di succo di limone
  • buccia finemente grattugiata di 1 arancia
  • vaniglia 1 bustina (oppure 1 cucchiaio in polvere o i semi di una bacca)
  • 1 cucchiaino di estratto di mandorla amara (facoltativo)
  • 2 – 3 cucchiai di acqua (che serviranno per la finitura, da aggiungere in superficie dei ricciarelli prima di infornare)
Procedimento

Come fare i Ricciarelli di Siena

Prima di tutto mescolate con una frusta a mano gli albumi con il succo di limone, vaniglia, buccia d’arancia e estratto di mandorla, per pochi secondi fino ad ottenere un composto schiumato.

Poi aggiungete lo zucchero a velo e la farina di mandorle. Mescolate con un cucchiaio fino ad ottenere un composto morbido:

impasto ricciarelli

Trasferite in una pellicola, formate una palla e lasciate riposare in frigo per almeno 24 h fino al massimo di 3 giorni.

( Ricordate che più riposa più il composto di diventa profumato)

Al termine del tempo indicato trasferite l’impasto su una superficie su cui avrete cosparso la metà dello zucchero a velo per la finitura.

Infine formate un salsicciotto lungo e largo circa 3 cm e staccate dei tozzetti da 20 gr ciascuno.

Poi Intingete ogni tozzetto nello zucchero a velo e dategli la forma a chicco con le mani , appiattendo, sagomando e allungando le punte:

come fare i ricciarelli

Man mano che realizzate i ricciarelli trasferiteli in una teglia precedentemente foderata di carta da forno ad una distanza di 4 – 5 cm gli uni dagli altri.

Infine, prima di infornare, appoggiate le vostre dita appena umide di acqua sulla superficie dei ricciarelli. (senza far gocciolare o colare acqua) e poi spolverate con abbondante zucchero a velo:

ricciarelli di Siena da cuocere

Cuocete in forno statico, nella parte centrale del forno a 150° per i primi 5 minuti, poi alzate a 170° per 5 – 6 minuti finché non si formano le classiche crepe in superficie,  poi abbassate a 160° e lasciate cuocere ancora 5 – 6 minuti per un totale complessivo di circa 18 minuti.

Attenzione che risulteranno morbidi appena fuori dal forno, quindi trasferiteli su una gratella molto delicatamente raccogliendoli con una paletta! D

Dopo circa 1 h raggiungeranno la consistenza perfetta!

Ecco pronti i vostri Ricciarelli di Siena!

Ricciarelli - Ricetta Ricciarelli di Siena-

Si conservano perfettamente per circa 1 mese, chiusi in scatola di latta, biscottiere.

Se volete regalarli potete costruire con le vostre mani una bellissima Scatola per Biscotti fai da te in cartoncino!

5 per 13 voti
Prepara la Ricetta! Seguimi su Instagram @tavolartegusto e condividi la tua creazione con l’hashtag #tavolartegusto. Entrerai nella mia gallery!
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
24 Commenti
  1. Annamaria

    Pazzeschi! Li proverò presto!

    5
  2. Rosalba

    Mi sono messa subito all’opera! Grazie per le ricette sempre perfette!!!

    5
  3. Martha

    Delicioso!!

    5
  4. saltandoinpadella

    Che belli, io adoro questi biscotti perchè amo molto la pasta di mandorle in generale. Sono venuti proprio benissimo. Mi sembra di sentire il profumo di mandorle da qui

    5
  5. Antonio

    No adorando lá reverta. Sto cuocendo adesso. Mi piace molto biscotti senza la farina di grano. Il profumo che esce dal forno è meraviglioso

    5
  6. rosalba

    Ciao Simona faccio i Ricciarelli da almeno 5 anni e giuro sono strepitosi
    Sto’ leggendo anche la tua ora e devo dire che e’ molto simile alla mia
    Anche per quanto riguarda il riposo il composto lo tengo per tre giorni mescolando tutti gli ingredienti di tanto in tanto affinche’ si amalgano bene insiene ma non in frigo ma in un luogo ben fresco e asciutto
    Be’ che dire ? Che per l’ ennesima volta mi hai dato la conferma che tu sei tanto professionale quanto brava
    Grazie infinite per le tue favolose e riuscite ricette sei davvero un punto di riferimento

    5
  7. rosalba

    Ciao Simona faccio i Ricciarelli da almeno 5 anni e giuro sono strepitosi
    Sto’ leggendo anche la tua ricetta ora e devo dire che e’ molto simile alla mia
    Anche per quanto riguarda il riposo il composto lo tengo per tre giorni in una ciotola mescolando tutti gli ingredienti di tanto in tanto affinche’ si amalgano bene insieme in un luogo ben fresco e asciutto e non in frigo .
    Il terzo giorno procedo con il comporre questo delizioso dolcetto .
    Be’ che dire ? Che per l’ ennesima volta mi hai dato la conferma che tu sei tanto professionale quanto brava
    Grazie infinite per le tue favolose e riuscite ricette sei davvero un punto di riferimento

    5
  8. Liviana

    Ho eseguito la ricetta passo passo ma impasto result troppo morbido come posso rimediare? Grazie

    5
    1. Simona Mirto

      Ciao Liviana! puoi aggiungere un pizzico di farina di mandorle in più e recuperi!

  9. Andrea

    Per renderlo un po’ più compatto (comunque la forma della palla non me la tiene) avrò aggiunto 100g di farina di mandorle in più… tra l’altro le uova erano anche medio/piccole. Qui qualcosa non torna

  10. Nicolò

    La prossima volta specifica che le mandorle finemente tritate non hanno la stessa capacità di assorbimento della farina di mandorle!!!
    (I 2-3 cucchiaini di acqua dove li hai scordati?)
    Ricetta approssimativa.. dato il costo degli ingredienti, la prossima volta, farei più attenzione nella descrizione della suddetta

    1. Simona Mirto

      Carissimo Nicolò io ho scritto mandorle “da polverizzare” non tritate!! Che equivalgono alla stessa capacità di assorbimento della farina di mandorle.
      Inoltre i cucchiai di acqua, se avessi letto con attenzione la ricetta, non dovevi assolutamente aggiungerli dentro l’impasto, ma sopra la superficie dei ricciarelli, poche gocce, prima di aggiungere ancora lo zucchero a velo ed infornare! Se le ricette non riescono non è sempre colpa di chi le scrive. Un pò come quando ti becchi un 4 a scuola è perché non hai studiato. La prossima volta, fai più attenzione, vedrai che andrà meglio ;) e anche tu sfornerai Ricciarelli perfetti come tutti gli altri!

  11. Penelopegiasu

    Simona, le tue ricette oltre che buonissime sono sempre spiegate in maniera impeccabile… noi dobbiamo solo leggerle e provare a rifarle, tra l’altro spesso senza ringraziare come nel mio caso. Tu sei una gran signora, Nicolò un gran maleducato. E grazie

    5
  12. Paola

    Ciao, ho preparato l impasto ma resta molto morbido. Io l ho messo in frigo. Indurirà?

    5
    1. Simona Mirto

      Ciao Paola certo! nel caso spolvera con altra farina di mandorle!

  13. Albertina

    Fatti la prima volta un po’ duretti ma buonissimi. Oggi abbassato un po’ il forno…. Strepitosi! Grazie

    5
  14. MIRIAM

    Ciao Simona, ho fatto i tuoi ricciarelli, ma non sono venuti. Già quando ho impastato tutti gli ingredienti ho visto che il composto era troppo liquido, ma non essendo esperta ho pensato che mettendolo a riposare in frigo si sarebbe assodato. E in effetti aggiungendo anche un po’ dello zucchero per la formazione sembravano ok. Li ho disposti in teglia e li ho messi a cuocere, ma dopo cinque minuti hanno cominciato a sciogliersi e si sono liquefatti e incollati tutti. Dove ho sbagliato??? Puoi controllare se le quantità sono giuste, grazie mille!!!!!

  15. Maria

    Ciao ! Se dovessi utilizzare gli albumi pastorizzati ,quelli già confezionati per intenderci … quanti grammi dovrei usare ??? grazie mille

    1. Simona Mirto

      70 gr ;)

  16. Elisa

    Ho eseguito tutto passo per passo. Il sapore finale è meraviglioso, però non sono belli come i tuoi! Si lasciano un pó andare in forno e non mantengono la forma.. Cosa sbaglierò?

    1. Simona Mirto

      Elisa devi fare riposare maggiormente in frigo!

  17. Asia

    Fatti per la prima volta e hanno superato di gran lunga le mie aspettative!
    Semplicissimo il procedimento ed il risultato è WOW!
    Complimenti davvero per la ricetta, la replicheró senz’altro.

    5
  18. RosaC

    Ricetta velocissima e semplice! È la terza volta che li faccio da Natale e continuano a chiedermeli. Io invece dell’aroma mandorle aggiungo una decina di mandorle armelline tritate e un po’ più di buccia d’arancia grattugiata. Vengono perfetti. Grazie Simona!

  19. Rossella

    Tra tutti i tuoi dolci di Natale che ho provato da quando conosco questo blog, questi sono gli unici che, purtroppo non mi sono riusciti.
    Ho seguito la ricetta passo passo, e ho messo l’impasto a riposare in frigo per un giorno e mezzo, ma appena l’ho infornato nel giro di pochi minuti i biscotti si solo liquefatti e attaccati. Dove ho sbagliato? dovevano stare di più in frigo? Forse dovevo mettere la teglia in frigo prima di infornarli? Ciò nonostante, ho salvato l’impasto e ne farò dei piccoli bonbon ricoperti di cioccolato fondente, perché il sapore è spettacolare

    3

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.