Agrodolce.it

Ricette di cucina con foto passo passo

Gnocchi di patate: Ricetta, trucchi e consigli

Pubblicato da il 7 giugno 2012 , 126 commenti
gnocchi di patate

Gli Gnocchi di patate non hanno bisogno di molte presentazioni, sono tra le ricette, di tradizione tutta italiana, più conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. Apparentemente facili, nascondono una serie di piccole insidie che possono determinare la cattiva riuscita della pietanza.  Quali sono i segreti per realizzare degli Gnocchi di patate che non perdono forma una volta cotti? Che non si incollino al bollo? Che conservino una consistenza liscia, morbida e gradevole al palato? Che abbiano il gusto leggero di patate  e non quel fastidioso sapore di farina?  Alzi la mano chi non si è mai trovato con i palmi incollati e nel dubbio ha aggiunto altra farina all’impasto? Di seguito una serie di piccoli trucchi e consigli, accumulati nel corso dei degli anni (anche a suon di sbagli); magari scontati per alcuni, ma indispensabili sicuramente per chi si approccia da poco alla materia Gnocchi di patate e vuole un risultato sicuro e soddisfacente al primo tentativo.

Tempi di preparazione:
Preparazione: 15′+ il tempo di lessare le patate + 20′ circa di riposo
Cottura: 3′
Totale: 43′

Ingredienti:

Per 4 persone

  • 500 gr di patate pesate con la buccia
  • 150 gr di farina
  • 2 cucchiai di uovo battuto ( circa 1/2 uovo)
  • sale

Procedimento:

Quale piano di lavoro:

Per l’impasto suggerisco sicuramente il marmo, la plastica o l’allumino, evitate il legno che incolla almeno nella parte delicata dell’assemblaggio ingredienti.

 Le patate da utilizzare e come bollirle :

Quando si parla di Gnocchi di patate tutti consigliano le patate farinose perchè la loro purea è meno ” liquida” e quindi necessitano di minor quantità di farina, minor quantità di farina si traduce in un prodotto migliore che ha il gusto autentico di patate. Quindi se riuscite utilizzate le patate farinose e inserite la farina a poco a poco in questo caso,potrebbero necessitare anche di soli 120 gr.

Se invece, come nella maggior parte dei casi,  vi trovate in casa patate e non sapete a che famiglia appertengano, magari sono le nuove appena colte, oppure quelle a pasta gialla… niente paura, una serie di piccoli accorgimenti e i vostri gnocchi di patate riusciranno perfettamente.

In primis portate a bollore un pentolino con abbondate acqua fredda e patate con la buccia, direttamente immerse; quando risulteranno morbide alla prova forchetta scolatele e inseritele subito in uno schiaccia patate con tutta buccia e schiacciate piano a vuoto per far uscire fuori l’acqua in eccesso, e vi assicuro che ne uscirà davvero tanta, sia dai fori, sia dalla parte superiore. Ripetete questa operazione fino a quando non sarà uscita via tutta l’acqua in eccesso e dai fori esce solo la purea. (E’ importante quindi che le patate risultino asciutte per quanto possibile,  private del maggior liquido possibile per evitare che l’impasto si ammorbidisca troppo e incorra  nell’errore di compattarlo aggiungendo altra farina. Non fatelo! Gli gnocchi migliori al gusto sono quelli con meno farina possibile, al massimo se le vostre patate anche dopo averle accuratamente sgocciolate nello schiaccia patate come suggerito sopra dovessero risultare ancora umide e l’impasto troppo molle aggiungete 1 cucchiaino di fecola ma non farina.)

Una volta sgocciolate accuratamente le patate, sciacciate  la purea sulla farina disposta precedentemente a fontana sul piano di lavoro.

aggiungete  al centro  il sale  metà uovo ben sbattuto in modo da porzionare in eguale quantità tuorlo e albume :

gnocchi di patate1

Come e quanto impastare:

Velocemente e molto poco! Una lavorazione lunga renderebbe l’impasto colloso. Gli gnocchi di patate vanno impastati pochissimo, giusto il tempo di assemblaggio ingredienti, possibilmente quando le patate sono ancora  belle calde, il calore favorisce l’assemblaggio. Formate quindi rapidamente una palla e assolutamente non aggiungete farina! se avete seguito le indicazioni su come bollire e poi sgocciolare le patate vedrete che non sarà necessario, otterrete una palla morbida ma compatta:

gnocchi di patate2

Formazione dei filoncini e degli gnocchi:

Innazitutto è bene dire che l’impasto va lavorato subito, quindi tagliate una parte di impasto e a questo punto se volete potete lavorare su una spianatoia di legno, infarinate leggermente solo la parte dove andrete a depositare gli gnocchi. Realizzate  quindi dei filocini dello spessore di un mignolo :

gnocchi di patate3

 affettate il filoncino ogni 2 cm, in modo da ottenere dei piccoli cilindri.  Servitevi quindi di un arriccia – gnocchi precedentemente infarinato nelle fessure: fate scivolare il vostro gnocchetto sulla parte interna dell’attrezzo (in mancanza dell’arriccia gnocchi potete utilizzare una forchetta)  pressando leggermente con il dito indice :

gnocchi di patate4

Procedetea realizzare i vostri gnocchi  in questo modo fino ad esaurimento impasto:

gnocchi di patate

Lasciate quindi riposare gli gnocchi all’aria per circa 20′-30′

Perchè il riposo

Il riposo è fondamentale affinchè gli gnocchi si assestino, si raffreddino degnamente e si secchino leggermente in superficie, step necessario affinchè mantengano la loro forma  rigata anche dopo la cottura.

La cottura immediata degli gnocchi di patate in acqua bollente potrebbe provocare la famosa “colla” decisiva per rovinare la pietanza. Al contrario, lasciare all’aria gli gnocchi più di mezz’ora potrebbe rovinare diversamente l’impasto perchè: potrebbe formarsi una crosta eccessiva  con un interno troppo molle e o scurirsi l’impasto.

I tempi di riposo ideali si aggirano quindi intorno ai 20′- massimo 30′

La cottura 

Va fatta in una pentola grande e spaziosa con abbondate acqua e sale grosso. Gli gnocchi vanno immersi dopo essere stati leggermente scossi;  fate  quindi scivolare via la farina in eccesso qualora dovesse esserci.  Non girate troppo in fase di cottura e sopratutto non fatelo velocemente,  potrebbero perdere la loro forma. Gli Gnocchi di patate sono pronti quando salgono completamente in superficie:

gnocchi di patate5

Evitate di scolarli  nello scolapasta, rischiereste  di ammassarli rovinandone la forma.  Scolateli dunque con un mestolo forato inserendoli a mano a mano direttamente nella padella dove avete precedentemente preparato il condimento. Mantecateli a fiamma alta per qualche minuto ancora e servite ben caldi.

Come conservare gli Gnocchi di patate:

Come tutta la pasta fresca che contiene uova va cucinata relativamente in tempi brevi. Per una perfetta riuscita della ricetta dopo i tempi di riposo, gli gnocchi vanno cotti e mangiati.

Nel caso in cui voleste conservare i vostri gli gnocchi per massimo 2-3 h potete farlo: Lasciateli su una spianatoia (preferibilmente quella di legno su cui avete precedentemente lavorato) spolverizzata di farina. A temperatura ambiente, in luogo asciutto e fresco, NON IN FRIGO, perchè gli gnocchi di patate tenderanno ad annerirsi oltre che indurirsi.

Se volete conservare per più tempo i vostri Gnocchi di patate procedete alla congelazione.

Congelare gli Gnocchi di patate:

Stendete gli gnocchi di patate ben distanziati su dei vassoi leggermente infarinati, adatti al vostro congelatore. Ponete i vassoi con gli gnocchi in freezer. Se occupano troppo spazio in freezer, aspettate che gli gnocchi si induriscano e si congelino e solo dopo che saranno ben duri e congelati trasferiteli in sacchetti di plastica per alimenti. Se non avete problemi di spazio lasciateli pure sui vassoi. Mi raccomando NON TRASFERIRE GLI GNOCCHI DI PATATE MORBIDI NEI SACCHETTI DI PLASTICA, altrimenti si attaccheranno gli uni agli altri e perderete tutto il lavoro fatto.

Cuocete gli gnocchi di patate ancora congelati in acqua bollente (come indicato sopra), direttamente dal freezer alla pentola. In questo modo conserveranno la morbidezza e consistenza ideale.

(Ricetta e fotografie by Simona Mirto)



Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.


126 Commenti Lascia un commento

  1. Renata

    7 giugno 2012 at 05:44

    Buongiorno cara Simona
    eccomi qui… di mattina presto…. a godermi i tuoi meravigliosi e perfetti gnocchi!!!!!
    Uno dei mie primi preferiti…ne andiamo matti io e il mio nipotino di tre anni ..ogni volta facciamo a gara chi ne mangia di più
    Grazie mille dei consigli!!!!!! Un bacio enorme e buon Giovedì!!!!!!!!!!!!

    • simona

      7 giugno 2012 at 11:35

      Buongiorno a te cara Reny! già gli gnocchi sono proprio una dolce e golosa droga! li adoro anch’io! una buona giornata a te e un caro abbraccio:*

  2. Valentina

    7 giugno 2012 at 08:20

    anche io li faccio esattamente come te e sono divini!

  3. Francesca

    7 giugno 2012 at 10:29

    Complimenti!!!Mi è venuta voglia di fare gli gnocchi, a me piacciono moltissimo quelli agli spinaci, non mi usciranno mai così belli :) cmq seguirò i tuoi consigli!!!bravissima

    • simona

      7 giugno 2012 at 11:36

      Grazie Francesca! e benvenuta :) mi fa piacere che i consigli siano stati utili un abbraccio e a presto!

  4. Maddalena & Manuela

    7 giugno 2012 at 11:46

    Buongiorno Simo, le tue descrizioni accurate mi lasciano sempre piacevolmente stupita, si sente proprio che in tutte queste belle preparazioni ci metti impegno e passione.
    Grazie come al solito per i bei commenti che lasci sempre nel nostro blog, grazie a te ho imparato anch’io a fare commenti più sensati e costruttivi, senza lasciare la solita frase: “Che bello questo piatto! Brava, complimenti ecc…”
    Ogni commento adesso, lascia un pezzetto di me e delle mie sensazioni…..spero che anche gli altri apprezzino come stai apprezzando tu!!!!
    Un bacione!

    p.s. ma te le patate le schiacci con la buccia?

    • simona

      7 giugno 2012 at 14:34

      Si tesore, le patate le schiaccio con la buccia, in primis perchè è più veloce, in secondo luogo (non meno importante) la buccia trattiene la purea facendo uscire solo l’acqua nella fase di sgocciolamento:)
      Siete dolcissime e io sono felice che apprezziate i miei messaggi.. Io credo che dietro ogni ricetta e-o ogni post ci siano persone, sentimenti emozioni e il commento è un pò il segno tangibile che si possa lasciare che si è apprezzata quella condivisione.. Un abbraccio grandissimo e grazie di essere mie amiche..

  5. Claudia

    7 giugno 2012 at 12:19

    Ma quanto ti son venuti bene!! Io li ho fatti una volta.. ma che incubo! mi s’appiccicavano alle mani.. erano ingestibili!!!! forse avrò sbagliato dosaggi.. o qualità di patate? mah.. baci e buona giornata .-)

    • simona

      7 giugno 2012 at 14:39

      Claudia probabilmente l’umidità nelle patate ha giocato un brutto scherzo… Prova a sgocciolarle perfettamente, schiacciandole con tutta la buccia, lasciando dapprima uscire fuori tutta l’acqua in eccesso e poi inserire la purea nell’impasto! Sono sicura che sarà un successo! buon pomeriggio a te carissima:*

  6. federica

    7 giugno 2012 at 15:37

    bellissimo post sempre ben spiegato chiaro e preciso…e che buoni gli gnocchi!!
    io invece quando cucino le patate e le ho schiacciate le lascio venire fredde in questo modo mi prendono molta poca farina!
    ho imparato da mia mamma mica è farina del mio sacco!!^___^
    baci Simona!!!!!!!!!!!

    • simona

      7 giugno 2012 at 15:43

      Ottimo suggerimento Fede! Devo provarle nell’impasto anche da fredde allora *_* Grazie tesoro un abbraccio grande

  7. ilgamberorusso

    7 giugno 2012 at 17:24

    Grazie cara per consigli e trucchi preziosissimi!Io adoro gli gnocchi ma prepararli mi incute un po’ di soggezione ma adesso che mi hai svelato qualche mistero ;-) metterò sicuramente in atto il tutto, spero mi riescano belli e invitanti proprio come i tuoi!A presto!:-D

    • simona

      7 giugno 2012 at 19:33

      Laura cara, sono sicura che ti riusciranno benissimo, bastano davvero pochissimi trucchetti e il gioco è fatto! Poi con il tuo gusto presenterai sicuramente un capolavoro;) grazie a te e un bacione:*

  8. la signorina pici e castagne

    7 giugno 2012 at 18:09

    oh Simo!!!!! non ci credo :O(
    ho preparato gli gnocchi giusto ieri… avessi visto prima il tuo post avrei messo in pratica i consigli…
    uff…..
    pensa che a casa mia gli gnocchi si fanno come li fai tu, con l’ uovo…
    io invece ieri li ho fatti senza e devo dire che non mi dispiacciono.. saranno state le patate particolarmente adatte,non so, ma hanno tenuto benissimo la forma e dopo la cottura erano leggerissimi…
    tu l’ uovo lo metti sempre? bacio!!

    • simona

      7 giugno 2012 at 19:47

      Sere tesoro secondo me c’è un filo conduttore tra me e te! prima i pancakes, poi le focacce adesso gli gnocchi*_* e la cosa mi piace!:))) In verità è capitato che non abbia messo l’uovo! Quando la patata è qualitativamente adatta gli gnocchi risultano buoni e leggeri anche senza uovo! quindi ti credo si:D diciamo che l’uovo dona una sorta di viscosità al palato che mi ha particolarmente convinto… però ne metto mezzo perchè 1 intero trovo sia troppo! Un bacio grandissimo a te!:*

  9. Italians Do Eat Better

    7 giugno 2012 at 20:36

    Cara Simona questi gnocchi sono perfetti, hai le manine d’oro! Un bacione

    • simona

      8 giugno 2012 at 13:18

      Grazie mille tesoro! sei un amore! un bacione grandissimo :*

  10. vickyart

    7 giugno 2012 at 21:58

    dalle foto fai venire voglia di mettersi ad impastare! mai fatti con le patate, mi toccherà prima o poi! bravizzzima!

    • simona

      8 giugno 2012 at 13:17

      tesoro devi provare assolutamente! garantisco che ti piaceranno .. poi tu sei la maestra degli impasti:) quand’è che tu nn sei con le mani in pasta? un bacione grandissimo e grazie:*

  11. Le Ricette di Tina

    7 giugno 2012 at 23:06

    Ciaoo carissima!!quanto son belli questi gnocchi!!anch’io li faccio spesso con e senza patate,troppo buoniii cara!!un abbraccio notte

    • simona

      8 giugno 2012 at 13:17

      Anch’io li faccio spesso senza patate! gli gnocchi sono davvero buonissimi sempre! un abbraccio grande a te:*

  12. Zenzero Blu

    8 giugno 2012 at 06:17

    Li faccio esattamente come te e sono eccezionali!! complimenti tesoro!!

  13. Federica

    8 giugno 2012 at 06:43

    Che goduria gli gnocchi. I tuoi sono perfettissimi :) Non ho mai provato a “rigarli”, sono abituata alla forma liscia della mamma ma mi hai messo una gran vogli di impastare adesso. Hai mai provato a congelarli? Io l’ho fatto una sola volta ma in cottura poi è stato un disastro. Non so che ho sbagliato :(
    Un bacione, buon we

    • simona

      8 giugno 2012 at 13:15

      Fede concordo con te pienamente! purtroppo gli gnocchi sia riscaldati che congelati perdono forma, fragranza e sapore.. un disastro… Al massimo come suggeriva un vecchio libro di cucina se vuoi preparare gli gnocchi in anticipo puoi sbianchirli con latte e acqua, stenderli in una teglia e ungerli con poco olio extravergine… il risultato però non è al 100% soddisfacente e una volta cotti tenderanno a disfarsi leggermente! Io sono del parere che la pasta fresca va preparata, cotta e mangiata subito :) un bacione grandissimo a te:*

  14. paola

    8 giugno 2012 at 13:02

    mia madre fa degli gnocchi buonissimi, ma sai che io non li ho mai fatti??? tendo sempre a fare quelli di carota, quelli di zucca, quelli alla ricotta,… insomma tutti i tipi, tranne che quelli di patata :-D
    ma prima o poi li faccio, eh!
    Grazie dei consigli :-)

    • simona

      8 giugno 2012 at 13:11

      wow Paola gli gnocchi di carota*_* mi ispirano!! Io per gli gnocchi ho un’adorazione vera e propria.. e li mangerei sempre.. quelli di patate sono appunto i più conosciuti.. un classico insomma! un abbraccio cara:*

  15. lady boheme

    8 giugno 2012 at 17:42

    Sono una vera bontà!!! Complimenti per il bellissimo post!!! Baci e buon fine settimana

    • simona

      8 giugno 2012 at 17:56

      Grazie mille cara:* buon fine settimana a te un bacione:)

  16. Debora

    17 settembre 2012 at 18:14

    ciao! sto finendo il pdf della raccolta.. mi scuso quindi per il ritardo e ti ringrazio per questa ricetta spiegata dettagliatamente! bravissima! ciao

    • simona

      17 settembre 2012 at 18:15

      Ciao Debora:) grazie a te!

  17. sara

    29 novembre 2012 at 11:14

    Ciao Simona!!!!fino ad ora i gnocchi mi son sempre venuti male ma questa ricetta è troppo perfetta x non essere provata!!mitica!!!non hai detto una cosa…dopo averli lasciati riposare x 30 minuti come vanno conservati??nel senso…se li facessi il giorno prima x non perdere tutte le caratteristiche come faccio??e un’altra cosa….mi puoi consigliare come fare anche quelli di zucca??anche quelli vengono duri come mattoni ahahahah ciao e buonissima giornata!!! :D

  18. simona

    29 novembre 2012 at 14:30

    Ciao sara bentrovata:) di solito la pasta fresca, quella che contiene uova io la realizzo e la cuocio nell’arco di poco tempo per evitare che si annerisca, si indurisca troppo o che si formi la famosa crosta esterna. Gli gnocchi che conservo per il giorno dopo sono quelli realizzati solo con acqua e farina senza patate e senza uova.. li dispongo in un piatto da portata spolverato di farina, li compro con una pellicola in modo che non passi aria e li ripongo in frigo… il giorno dopo risultano addirittura migliori. Se vuoi puoi provare questo metodo anche per questi di patate. Per quanto riguarda gli gnocchi di zucca la proporzione la ottieni con 250 gr di patate, 250 gr di zucca ( la purea di zucca la ottieni cuocendo in forno le fette di zucca, frullandole e sgocciolandole perfettamente. Se non sai come procedere per una purea di zucca perfettamente sgocciolata puoi guardare in questo :
    http://www.tavolartegusto.it/2012/10/21/pane-di-zucca-al-cioccolato/), 150 gr di farina, sale e 2 cucchiai di uovo battuto.Il procediemnto per la realizzazione è praticamente lo stesso;) tienimi aggiornata sul risultato.. intanto resto a disposizione:)

  19. sara

    4 dicembre 2012 at 08:54

    Carissima Simona ma ciao!!!allora…intanto grazie!è stato bello vedere che m’avevi risposto e devo dire che sono proprio contenta d’aver trovato il tuo blog!!come te anch’io sono appassionata di cucina e mi piace dare il meglio di me davanti ai fornelli :) infatti mi sono intestardita a fare sti benedetti gnocchi di zucca (visto che le volte precedenti erano schifosi ihih)…quindi ieri sera mi sono fermata x l’ennesima volta dal fruttivendolo e armata della stampa che m’ero fatta con i tuoi appunti qui sopra c’ho riprovato ihihih la risposta purtroppo l’ho vista solo ora ma mi sa che sicuramente proverò anche quella!!!cmq…ho fatto gli gnocchi di zucca con farina burro…sembra che questa volta ci sia riuscita con tutti gli accorgimenti giusti che hai descritto per quelli di patate…insomma…sto sbavando da stamattina!!ahahah nn vedo l’ora che arrivi mezzogiorno x assaggiarli!!!!forse questa è la volta giusta!!!! :D che emozioneeee!!gnocchi di farina??mai sentiti e mai assaggiati ma m’incuriosisce parecchio…scusa se nn ho risposto prima ma non m’è arrivata nessuna notifica sulla mail cavolo…non capisco come mai..pazienza dai…ti farò sicuramente sapere come sono venuti e nel frattempo ti mando un abbraccio!!grazie ancora!!

  20. sara

    4 dicembre 2012 at 15:08

    Simonaaaaaaaaa gli gnocchi erano quasi perfetti!!!!!!!!!l’unica cosa che non andava bene era la farina appiccicata a volte in quantità eccessive però finalmente un tentativo da più che sufficiente come voto!!evvivaaaa grazie grazie e grazie delle dritte che si sono rivelate utilissime anche per la zucca!!!ciaoooo

    • simona

      4 dicembre 2012 at 20:43

      Ciao sara:) mi fa molto piacere che i consigli siano stati utili e che il risultato è stato soddisfacente.. per quanto riguarda gli gnocchi di zucca, la purea va strizzata molto molto bene.. questo è il motivo della farina appiccicosa.. peccato tu abbia visto tardi la risposta;) la prossima volta sono sicura andrà ancora meglio! ps prossimamente pubblicherò degli gnocchi molto buoni di ricotta e spinaci!se vuoi puoi iscriverti alla newsletter gratuita ti arrivano le ricette direttamente nella tua casella di posta;) mi raccomando poi di confermare l’iscrizione! Per gli gnocchi di farina sono proprio semplicissimi farina, acqua e sale.. davvero pochi minuti… sicuramente inserirò anche quelli!:) buona serata sara:) sono a disposizione per qualsiasi cosa un bacione:**

  21. sara

    5 dicembre 2012 at 14:46

    cara simona ma ciao!!!!ho provato ad iscrivermi subito ma purtroppo non ricevo nulla!!ho anche confermato l’iscrizione ma niente da fare!!casomai ora riprovo ancora!!grazie mille ancora simona!!un bacioneeeee!!!

    • simona

      6 dicembre 2012 at 08:16

      Buongiorno sara:* purtroppo c’ era un piccolo problema per l’iscrizione.. adesso è risolto! prova:) magari se puoi fammi sapere se ti arrivano le ricette in modo che avere un feedback sul funzionamento della mail… grazie mille a te:* un bacione!

  22. Samantha

    15 dicembre 2012 at 15:22

    Ciao Simona,
    Ho appena terminato di leggere la tua ricetta
    x’ è mia intenzione fare gli gnocchi domani.
    Non ho mai provato a farli x’ ho sempre creduto
    fosse abbastanza difficile (quando ero bambina
    ho visto mia mamma alcune volte diventare
    matta x’ o sapevano troppo di farina oppure
    si disfavano nell’acqua). Domani seguiró le tue indicazioni e….speriamo in bene. Ti farò sapere, grazie Samantha

    • simona

      15 dicembre 2012 at 15:32

      Ciao Samantha bentrovata:) gli gnocchi di patate infatti sono un pò la croce e delizia anche per i più esperti in cucina, ma con i giusti accorgimenti danno grandi soddisfazioni:) spero che i consigli siano utili! tienimi aggiornata sul risultato:) in bocca al lupo e buon pomeriggio:*

  23. Samantha

    16 dicembre 2012 at 22:01

    Cara Simona…….grazie di cuore! Gli gnocchi sono venuti da urlo, abbiamo fatto il bis! Li ho conditi con il ragù e li ho fatti passare in forno con una spolverata di grana per alcuni minuti. I miei bambini che mi hanno aiutata, li hanno divorati ! Adesso so che posso proporli quando avrò degli invitati! Continuerò a seguire le tue ricette e i tuoi suggerimenti. Buona serata, ciao Samantha

    • simona

      17 dicembre 2012 at 10:34

      Caio Samantha:) mi fa davvero tanto tanto piacere che gli gnocchi vi siano piaciuti;) ottimo anche il mondo in cui li hai preparati! sicuramente è venuta fuori una delizia;) grazie a te, buona giornata e a presto:**

  24. elena

    24 dicembre 2012 at 08:29

    Ciao, vorrei sapere se voglio fare gli gnocchi di patate per domani a pranzo, ma preparandoli oggi pomeriggio, mi consigli di congelarli?
    Credo che se conservati in frigo diventerebbero duri.
    Grazie e Buon Natale!

    • simona

      24 dicembre 2012 at 09:06

      Ciao elena bentrovata:) purtroppo come spiegavo qualche messaggio più sopra gli gnocchi di patate , come tutta la pasta fresca che contiene uova va cucinata relativamente in tempi brevi. Ti sconsiglio il frigo, in cui tendono ad annerirsi oltre che indurirsi. Io non ho mai provato a congelarli ma potresti provare a fare un lavoro che faceva la mia mamma: stendi gli gnocchi ben distanziati su dei vassoi leggermente infarinati. ponili in freezer, aspetti che gli gnocchi si induriscano e si congelino e poi magari li trasferisci in sacchetti per alimenti se ti serve lo spazio nel congelatore. Se non hai problemi di spazio lasciali pure sui vassoi. Mi raccomando congelare gli gnocchi nei sacchetti da morbidi altrimenti si attaccano gli uni agli altri e perdi tutto il lavoro. Domani a pranzo, cuocili in acqua bollente (come indicato nel post) da congelati, direttamente dal freezer. In questo modo dovrebbero mantenere la morbidezza e consistenza ideale:) in bocca al lupo e tienimi aggiornata sul risultato;) Buon Natale a te:)

  25. anna

    24 gennaio 2013 at 09:04

    Ciao Simona … e se gli gnocchi di patate (senz’uovo) li faccio di mattina (cioè ora!) fino all’ora di pranzo, come li conservo ??? Grazie

    • anna

      24 gennaio 2013 at 10:56

      Cara Simona gli gnocchi li ho fatti, li ho messi, ben larghi, in vassoi di plastica spargendoci su della farina, coperti con una tovaglia di cotone …. Speriamo abbia fatto bene !!! Scappooooo, buona giornata :)

      • simona

        24 gennaio 2013 at 11:10

        Ciao Anna buongiorno:* benissimo! Si conservano tranquillamente fino a pranzo in questo modo:) tienimi aggiornata sul risultato! buona giornata a te un abbraccio:*

  26. Attilio

    25 gennaio 2013 at 19:15

    Domandone… Volendo preparare gli gnocchi il giorno prima non c’è davvero modo di conservarli? Grazie mille…. Il trucchetto per lo sgocciolamento è un’illuminazione

  27. Attilio

    25 gennaio 2013 at 19:18

    Oups ho letto solo ora che la domanda era già stata fatta…. Grazie!!!!!!! :)

    • simona

      25 gennaio 2013 at 23:08

      Grazie a te Attilio e ben trovato:) sei hai altri dubbi non esitare a lasciare un commento:) buona serata:*

  28. renata

    26 gennaio 2013 at 11:23

    ciao Simona oggi provo a fare gnocchetti seguendo le tue istruzioni spero che vengono buoni, grazie per i suggerimenti

    • simona

      27 gennaio 2013 at 17:37

      Ciao Renata:) grazie a te ! tienimi aggiornata sul risultato:) buona serata:*

  29. Alan

    30 gennaio 2013 at 13:47

    Super

  30. Luna

    1 febbraio 2013 at 13:10

    Salve vorrei sapere ma li posso preparare qst pomeriggio x qst sere? Come li devo conservare??grazie mille

    • simona

      1 febbraio 2013 at 17:36

      Ciao Luna:) ho aggiornato l’articolo aggiungendo qualche riga sulla conservazione e la congelazione degli gnocchi, proprio perchè questa domanda è stata fatta tantissime volte! se aggiorni l’articolo trovare le notizie che ti servono. Se hai bisogno di altre informazioni o consigli sono a disposizione:) buona serata:*

  31. luciana

    2 febbraio 2013 at 15:15

    Dopo diversi anni ho riprovato a fare gli gnocchi improvvisando le dosi, non so quanto pesavano le patate (2 qualità) ma so solo che mi hanno preso tanta farina, l’impasto sembrava morbido, ma una volta cotti sono durissimi. C’è per caso un rimedio?

    • simona

      2 febbraio 2013 at 15:33

      Ciao luciana:) il trucco per ottenere degli gnocchi di patate soffici e leggeri è aggiungere meno farina possibile durante la fase di impasto. Se leggi con attenzione questo articolo troverai dosi e tutti i consigli per ottenere gnocchi morbidi anche dopo la cottura. Se hai altri dubbi sono a disposizione. Buona serata!

  32. nadia

    2 marzo 2013 at 18:12

    Grazie Simona, ieri sera un figurone….. gli gnocchi erano perfetti, i miei amici avevano invitato anche un cuoco, giovane, ma sempre un cuoco diplomato, ha detto che erano perfetti, nonostante tutte le mie paure, passare la patate con la buccia?…. che succede? passano anche le bucce?… bo…. mi sono fatta coraggio e ho provato, le patate rosse di Avezzano e tutto e andato bene, grazie ancora di tutti i tuoi prezziosi consigli.

    • simona

      3 marzo 2013 at 01:09

      Ciao nadia! sono davvero felice che i consigli siano stati utili, in fase di preparazione non hai avuto problemi e gli gnocchi siano piaciuti a tutti (cuoco compreso:D)! Grazie a te per avermi dato riscontro della ricetta! ottime le patate rosse:)) a presto:)

  33. PATRIZIA VOLTERRANI

    27 marzo 2013 at 14:46

    buongiorno a tutti,volevo soloinformarvi che la ricetta “gnocchetti di patate”a firenze si chiamano(topini),come sappiamo la patata è un alimento che si presta a tantissimi piatti.per quanto riguarda ignocchi di patate,la patata va lavorata calda ,dopo averla cotta sbucciarla e lavorata calda,(non ci vanno le uova )patata e farina quanto basta.una cosa che possiamo fare è preparare i topini e congelarli,quado li dobbiamo usare vanno cotti in molta acqua salata e cotti in piccole dosi,attendere che l’acqua torni a bollire e con un piccolo colapasta recuperarli e buttarne altri,e cosi il piatto è pronto condire a piacere,BUON APPETITO.

    • simona

      27 marzo 2013 at 15:22

      Ciao Patrizia:) bentrovata! grazie per averci dato questa chicca sui “topini” avevo sentito parlare di questi golosi gnocchetti fiorentini…sicuramente ottimi! alla prossima;)

  34. Dolores

    7 aprile 2013 at 11:05

    Ciao a tutti, ho combinato un guaio: nonostante sapessi benissimo che gli gnocchi van preparati , cotti e mangiati lo stesso giorno, per problemi di tempo ho preparato l’impasto il giorno prima, e ho conservato l’impasto con l’intenzione di tirare le strisce il giorno dopo. Ora ho ripreso l’impasto ma non si forma più una palla di pasta ben amalgamata. Per non buttare via tutto qualcuno mi saprebbe dare dei suggerimenti su come cucinare questo impasto? Alla piastra a mo’ di tortillas? in aqua bollente a cucchiaiate tipo gnocchi informi? Che cosa altro? grazie a tutti ciao
    Dolores

    • simona

      7 aprile 2013 at 12:22

      Ciao Dolores, potresti provare a stendere l’impasto con un matterello ricavare con dei taglia biscotti dei dischi tipo gnocchi alla romana, imburrare una teglia di burro, disporli uno vicino all’ altro e condirli con un sugo bianco oppure ragù rosso o di verdure… insomma quello che hai a disposizione in casa.. oppure se l’impasto è buono creare gli gnocchi con due cucchiai come spiego in questo articolo :http://www.tavolartegusto.it/2013/01/09/gnocchi-ricotta-e-spinaci/ . Non posso garantirti il risultato perchè non so in che condizioni è l’impasto.. sia a livello di fermentazione che di colorito e consistenza, ma almeno non butti via tutto:) a presto e in bocca al lupo:)

  35. Dolores

    7 aprile 2013 at 17:32

    Cara Simona, grazie mille per la tua gentile risposta. Alla fine la pasta era piuttosto incollata, impossibile stenderla e passarla con un mattarello, perciò usando un cucchiaino, come spieghi nel tuo link, ho calato direttamente nell’acqua salata bollente piccole porzioni di pasta staccandola con un altro cucchiaino. Di fatto ho ottenuto degli gnocchi informi, che ho condito con un buon sugo e poi ho messo tutto in freezer per un prossimo pranzo. Oggi avevo ospiti e quindi al volo ho rifatto l’impasto seguendo le tue indicazioni (poca farina etc), ed effettivamente non ci vuole tutto ‘sto gran tempo e me la sono cavata. Molto interessante la ricetta che proponi degli gnocchi con ricotta e spinaci. Ci proverò sicuramente. Grazie mille.
    ciao

  36. Eli

    27 aprile 2013 at 15:06

    Buon pomeriggio Simona,
    grazie per la tua ricetta. Ho appena cucinato gli gnocchi e sono venuti davvero bene. Ho usato neanche 100g di farina perché le patate che ho usato non erano per niente acquose. Meglio così! :)
    La prossima volta però devo mettere più sale.
    Super gnocchi comunque! Grazie! :)

    • simona

      29 aprile 2013 at 02:14

      Ciao Eli:) mi fa piacere che gli gnocchi ti siano piaciuti e la ricetta sia riuscita:) Grazie mille per questo commento a presto:*

  37. enrica

    29 aprile 2013 at 00:51

    Ciao…mi sono imbattuta nel tuo sito..xke stavo cercando un modo per poter portare gli gnocchi a una mia amica, , senza appunto che li metto in tanti vassoi e tenerli tt separati con la farina. Se hai notato nei supermercati li mettono nei sacchetti…qual’è sara il trucco?? Ovviamente io preferisco gli gnocchi che fai te…e che faccio io. Ho letto la tua ricetta e i tuoi consigli. ..sono tt cose che sapevo e che metto in atto.
    Ma ora questo dilemma….come posso portare gli gnocchi alla mia amica senza portare cento vassoi…???

    • simona

      29 aprile 2013 at 02:25

      Ciao enrica bentrovata:) beh il trucco del supermercato purtroppo non lo conosco… se dovessi lanciarmi in un’ ipotesi, credo si tratti di conservanti e qualche addensante, quello che rende gli gnocchi “plastici” e “gommosi” e ben separati uno dall’altro, nonostante siano in busta e/o sottovuoto. Quello che ti posso consigliare è congelare gli gnocchi in vassoi, tenendoli ben separati per 2 h circa, fino a quando non si induriscono completamente. Una volta completamente duri, li trasferisci in sacchetti plastica per alimenti e li tieni ancora nel congelatore fino a quando non devi portarli dalla tua amica, se il tragitto non è troppo lungo ovviamente, gli gnocchi vanno bolliti e cotti in acqua ancora da congelati. Tienimi aggiornata sul risultato! Resto a disposizione per altri consigli :* a presto!

  38. enrica

    29 aprile 2013 at 07:13

    eccomi.finalmente posso scriverti da pc:) inanzitutto complimenti per il modo dettagliato della tua pagina.mi sono sempre chiesta se il modo che facevo gli gnokki era sbagliato o meno-anke se il risultato era buonissimo-.
    molti dicono di mettere su un kilo di patate 500 kg di farina….ma notavo che non venivano “BENE”.hai ragione che il segreto sta nelle patate.pensa che tempo fa ,non mi venivano…era la patata che era adatta più che altro per fare delle puree o cmq molto molto acquosa.poi mi hanno portato un sacco di patate di terra….dure come l’accidenti.sono di pasta bianca e per fare gli gnocchi sono una perfezzione.metto meno farina.circa 300gr se non di meno…
    vengono leggeri …giusti…..e credimi il tuo procedimento e come li faccio io…e vengono davvero SUPER.cmq provero a fare come dici o a spippolare in giro dei trucchetti,anke se..si sa le cose fresche vanno consumate subito.grazie ancora cara .))

    • simona

      4 maggio 2013 at 09:35

      Ciao enrica! sono felice che gli gnocchi abbiamo soddisfatto le tue aspettative e che i miei consigli siano stati utili:) grazie a te e a presto!:*

  39. Marco

    30 aprile 2013 at 16:27

    Vabbè…mi avete convinto. Stasera ci provo anch’io. Speriamo in bene.

  40. Gabriella

    4 maggio 2013 at 00:21

    Fatti il giorno prima, 1 Kg di patate e veramente poca farina e poi messi nel congelatore. Sono venuti benissimo. Buonissimi. Grazie per la ricetta così dettagliata e dei consigli. Ci ho messo quasi tre ore però… Ma come fai a farli in 43 minuti?

    • simona

      4 maggio 2013 at 09:43

      Ciao Gabriella bentrovata:) mi fa tanto piacere la ricetta ti sia piaciuta e gli gnocchi sono venuti bene:) Per la tempistica, credo che innanzitutto dipenda dalla doppia dose… io di solito utilizzo 500 gr di patate, tu ne hai utilizzate 1 kg…. il raddoppio anche per la realizzazione degli gnocchi è matematico, ad ogni modo è anche una questione di esperienza che si acquisisce con il tempo, rifacendo le ricette… sono sicura che la prossima volta ci impiegherai molto meno tempo, perchè già sai come muoverti :) Grazie a te per questo messaggio e a presto:*

      • Gabriella

        4 maggio 2013 at 13:46

        Grazie mille della risposta, Simona. Bè, sì, certamente avrei fatto prima con solo 500 gr ma eravamo in sette al compleanno di mia figlia. Ne avrebbero volentieri mangiati anche di più! Cercherò di rifarli al più presto, come dici tu, adesso so come muovermi. Però mi sa che il mio schiaccia patate non vada bene perchè ho fatto molta, molta fatica a schiacciare, e solo una o due patate alla volta. Tanti saluti! Buona giornata :)

  41. Luca

    14 maggio 2013 at 22:22

    Ciao a tutti! E’ la prima volta che vi leggo e visto tutti i complimenti che le fanno voglio provare a seguirla :D
    Sono un ragazzo che vive, non per scelta, ma per studio e lavoro all’estero precisamente a Madrid. Due mesi fa è venuta a trovarmi la mia famiglia facendomi una sorpresa e mi hanno portato i ravioli (che io amo) preparati da mia nonna. Una scorta per un esercito fatta fuori in una sera.dal momento che i miei amici (molti) hanno voluto venire a mangiare e per me è risultato semplice cuocerli e preparare solamente un buon ragù! Domani però qui è festa. E’ il santo protettore di madrid e i miei amici (circa 20) sono arrivati a casa con uova, farina, patate e mi hanno detto: “FACCI GLI GNOCCHI DOMANI”… Premesso che li tratto molto bene con il cibo, questa volta mi hanno messo in difficoltà. Qualcuno può aiutarmi? Mia mamma mi ha detto la ricetta (come ingredienti uguale alla vostra) e mi ha detto di stare tranquillo che mi riescono sicuramente. E’ la parola SICURAMENTE che mi spaventa. :D avrei due domande. Mia mamma le patate le pela. Voi no? Seconda cosa. Per venti uomini e donne, per lo più americani, spagnoli, greci, belgi e inglesi che quando vedono una pasta fatta da me mangiano come se dovessero morire il giorno dopo…. quanti ne faccio?? Basterà triplicare la vostra ricetta (1kg di patate per 8 cioè nel mio caso 3 kg per 24 persone oppure ne faccio 4 chili?) :D Lo so, è una domanda stupida ma questi si mangerebbero anche il piatto! Grazie se qualcuno mi risponderà altrimenti vi farò sapere come è andata! UN saluto Luca

    • simona

      14 maggio 2013 at 23:45

      Ciao Luca benvenuto!:)
      Per quanto riguarda la prima domanda, cioè pelare le patate prima di cuocerle, ti consiglio di no. Lessandole senza buccia incamerano più acqua. Noi vogliamo una purea asciutta, che assorba poi meno farina possibile! Quindi porta a bollore le patate con la buccia e con l’aiuto di uno schiacciapatate ne ricavi la polpa, proprio come ho spiegato durante i vari passaggi, cioè facendo uscire prima l’acqua in eccesso e poi la purea. Hanno provato anche altri e tutti si sono trovati bene ;)
      Per quanto riguarda invece il quantitativo di patate dipende… se mangiate solo gnocchi ti suggerisco 4 kg, se oltre agli gnocchi prepari un aperitivo oppure un secondo e o un pranzo completo o semi completo opterei per 3 kg!
      In bocca al lupo per domani:) ma ti vedo pronto alle cene e ospitate numerose, quindi sono sicura che te la caverai benissimo!:)
      Se hai altri dubbi non esitare a scrivere e tienimi aggiornata sul risultato:)
      Un saluto a te:*

      • Luca

        15 maggio 2013 at 01:49

        Ciao!
        grazie mille della velocità con cui mi hai risposto.
        Credo mangeremo solo gnocchi senza secondo.
        Stavo pensando però giusto ora di fare delle “tapas” improvvisate con quello che trovo in frigo domani, così nel mentre che cuociono gli gnocchi iniziano già a mangiare qualcosa e dico all’altro italiano di friggere due patate nel mentre visto che ne hanno portato 10 kg! Un tipico aperitivo spagnolo birra e “tapas”.
        L’altra cosa che pensavo ora è che piuttosto ne faccio 4 kg.
        Male che vada me li metto in freezer e me li mangio in settimana. Via non si buttano!
        Giovedì vi farò sapere come è andata!
        Un saluto e grazie mille…

        Luca

  42. Luca

    30 maggio 2013 at 19:52

    Scusate il ritardissimo, 15 giorni sono imperdonabili. Inutile dire successone!!! L’unica cosa è che le patate le schiacciavo per fare uscire l’acqua ma non avevano acqua. La qualità probabilmente. Nessuna aveva un goccio di acqua! incredibile. Impasto perfetto direi. Inutile dire che ho fatto 5 kg di patate. 20 persone finito tutto immediatamente :D Son proprio felice. Grazie di tutto! Appena posso li rifaccio.

    P.s. ho usato patate rosse e farina ce n’è andato poco più di un kg! Perfetti al gusto come se non ci fosse! CIaooo!

    • Gabriella

      30 maggio 2013 at 21:15

      Fantastico, bravissimo. Posso chiederti quanto tempo ci hai messo? (escluso il tempo per la bollitura delle patate).Ciao

    • simona

      30 maggio 2013 at 21:23

      Ciao luca ben ritrovato:) non ti nascondo che ti ho pensato settimana scorsa e mi chiedevo proprio come fosse andato il pranzo! felice che gli gnocchi ti siano piaciuti e che tutto sia andato perfettamente:)) sei stato bravissimo davvero a gestire circa 6 kg di impasto!
      Il tipo di patate che hai scelto sono molto farinose, motivo per cui non hanno gocciolato acqua e hanno assorbito poca farina, meglio così! meno farina assorbono le patate più buoni saranno gli gnocchi…:)
      A presto:*

      • Luca

        31 maggio 2013 at 04:12

        Grazie simona, scusa ma ho avuto una settimana molto impegnativa. Come vedi sono le 4 e ti rispondo prima di andare a letto avendo finito ora di lavorare. Sabato replico una festa italiana ma questa volta semplice pasta. 3 condimenti diversi (speck e funghi porcini, frutti di mare e sugo della nonna) . Avrò da divertirmi anche questo sabato. Grazie ancora della splendida ricetta. E’ fantastica e la vuol provare anche mia mamma. Ti farò sapere! grazie, grazie, grazie.

        Gabriella, come dice Simona 6 kg di impasto sono tanti. A parte il tempo a bollire le patate in spagna non esiste lo schiacciapatate solito che usiamo noi. Neppure al “corte igles” famoso centro commerciale dove trovi di tutto dai profumi ai vestiti, dalle armi alle macchine, dal frigo alla lavatrice, non hanno questo utensile. Quindi mi sono dovuto arrangiare ed ho perso tempo. molto tempo. A parte tutti i problemi a fare l’impasto ho impegato 15 minuti. A fare gli gnocchi mooolto di più. Diciamo che in totale ho bollito le patate alle 17:00 e alle 21:30 servivo gli gnocchi avendoli fatti riposare un’oretta. Alla fine erano circa 700. Mi hanno aiutato a “formarli” due amici quindi il tempo preciso non posso dirtelo. Però ti ripeto, credo che se fai da sola, con tutti gli utensili corretti, in quel tempo ci rientri tranquillamente. :D

        Un saluto a tutti.

        Luca :D Grazie ancora!

        P.s. Sono un ragazzo, in cucina me la cavo ma voi ve la cavate meglio sicuro quindi se ce l’ho fatta io in quei tempi, potete farcela voi, anzi, potete restringerli. :D

        • simona

          12 luglio 2013 at 21:55

          Ciao luca, spero che anche le repliche con i nuovi condimenti siano andate a buon fine:) grazie per avermi dato riscontro anche tu di questa ricetta e ancora bravo per aver preparato un impasto da 6kg! a presto:)

          • Mariana Kim Huffine

            13 luglio 2013 at 21:38

            Ciao Simona- Grazie per questa ricetta! E’ la terza volta che ho provato di fare gli gnocchi…e sono venuti molto buoni…ma devo compararmi una schiaccia patata, cosi sono piu’ amalgamati. ‘Scusa per il mio terribile italiano, ma sono americana, ma ero cosi felice con questa recetta…volevo reingriaziarti! Mariana

          • simona

            13 luglio 2013 at 22:03

            Ciao Mariana, benvenuta:) in effetti si, lo schiacciapatate è davvero molto utile in cucina… se ne trovano in giro anche a poco prezzo;)
            Sono davvero felice che gli gnocchi siano stati un successo, grazie a te per questo messaggio e un abbraccio! a presto:*

  43. Enzo Gatti

    24 luglio 2013 at 00:55

    Ciao Simona, il mio nome e’ Enzo rissedio in Adelaide Australia. Legendo le domande e risposte riguardo gli gnocchi ho deciso di chiedere delle informazioni a riguardo di come fare un buon ragu’ per condire gli gnocchi. Sarei molto riconoscente per ricevere la ricotta. La ringrazio. Enzo.

    • simona

      24 luglio 2013 at 09:00

      Ciao Enzo benvenuto! per il ragù posso consigliarti una ricetta che utilizzo spesso per condire e farcire le Lasagne, è un ragù di carne maiale a base di cipolla e pomodoro, molto saporito e goloso. Perfetto anche per condire gli gnocchi di patate! Alla carne macinata di maiale puoi tranquillamente sostituire carne macinata di vitello per renderlo più leggero oppure di manzo. Insomma a seconda dei tuoi gusti e della disponibilità di carne in loco La ricetta la trovi in questo articolo: Lasagne napoletane. Se hai altre domande sono a disposizione! a presto:*

  44. Paola

    1 agosto 2013 at 14:46

    Ciao Simona, grazie per i consigli!! Questa mattina mio figlio Luca (7 anni) mi dice:”mamma facciamo gli gnocchi per pranzo? dai ti aiuto io”. AIUTOOOO… li avevo fatti solo una volta diversi anni fa ed era stato un esperimento terribile, per cui avevo deciso di mangiarli solo dalla mamma. Ma oggi non potevo mica deludere mio figlio e così mi sono detta “vediamo se trovo qualche suggerimento in internet…” La tua ricetta mi è piaciuta, è molto simile a quella di mia mamma e i tuoi consigli mi sono sembrati perfetti. Capirai, però, il mio terrore prima di cominciare. Però,poco per volta, ho impastato dei gnocchi che all’apparenza erano bellissimi e una volta cotti e conditi col pesto (noi abitiamo a Genova) sono risultati magnifici, buonissimi!!!!!
    Grazie, grazie, grazie
    Adesso voglio invitare mia mamma e prepararglieli poi ti faccio sapere.
    A presto
    Paola

    • simona

      28 agosto 2013 at 08:19

      Ciao Paola benvenuta:* perdona il ritardo con cui ti rispondo ma sono appena rientrata dalle vacanze! sono davvero felicissima che hai superato la paura di preparare gli gnocchi in casa… e sopratutto che i consigli indicati siano stati utili, permettendoti di realizzare una ricetta che ha soddisfatto te e i tuoi cari:) Vedrai che la tua mamma sarà felicissima al prossimo invito a pranzo:* ti abbraccio Paola a presto!

  45. Isabella

    23 novembre 2013 at 13:07

    ho trovato la tua ricetta quella spiegata meglio e dato che avevamo la salsa ai formaggi a casa e volevamo gli gnocchi ci siamo buttati.. li ha fatti mio marito alla fine io li ho solo cotti, Sono straordinari.. li abbimao fatti tondi senza righine perchè non ci venivano e non li abbiamo fatti riposare, cmq sono ottimi!!! :D :D :D e abbiamo raggiunto subito la consistenza giusta!!
    GRAZIE

    • simona

      24 novembre 2013 at 16:47

      Ciao Isabella, bentrovata, mi fa piacere che hai trovato l’articolo esaustivo e ben spiegato… sopratutto che gli gnocchi siano perfettamente riusciuti:) con o senza righette sono davvero squisiti:) poi con la salsa ai formaggi immagino siano stati una vera delizia:) Grazie mille per i complimenti e a presto!:*

  46. Lino

    13 dicembre 2013 at 23:23

    Ho letto con attenzione la ricetta, ma ilpassaggio dello sgocciolameto delle patate non sò come eseguirlo, altra cosa molte altre ricette richiedono le patate fredde prima di impastarle, questo mi sconcerta non poco^^

    spero che qualcuno mi risponda, per dissipare i miei dubbi

    saluti a tutti e buon apetito

    • simona

      6 gennaio 2014 at 16:54

      Ciao Lino, benvenuto, perdona il ritardo con cui ti rispondo ma mi era sfuggito questo messaggio. Puoi sgocciolare le patate con uno schiaccia patate, pressando poco a poco avendo cura di fare uscire solo l’acqua in eccesso e non la polpa, ogni tanto riapri lo schiaccia patate magari gira e controlla, è necessario che le patate siano asciutte per un ottimo risultato. Per quando riguarda invece la temperatura delle patate, non ti nascondo che anche alcune amiche utilizzano le patate fredde con ottimi risultati, in questo articolo ho indicato la mia ricetta, quella che preparo con successo da anni e ti assicuro che funziona… se poi dai uno sguardo ai commenti di chi l’ha provata, puoi riscontare successi anche negli utenti! prova poi mi dirai:)
      a presto!

  47. Lella

    28 dicembre 2013 at 13:15

    Ciao Simona….sono capitata per caso e ho letto tutte le domande e risposte…. trovo tutti i consigli preziosi visto che da poco tempo mi accingo a provare ricette semplici e fatte “in casa”.
    Volevo chiederti : è possibile cuocere le patate al vapore per mantenere tutte le loro proprietà e averle allo stesso tempo meno “acquose”? grazie, oggi proverò comunque a farli ciao

    • simona

      28 dicembre 2013 at 16:51

      Ciao Lella, bentrovata, sono felice che i suggerimenti ti siano stati utili:)
      Puoi tranquillamente cuocere le patate a vapore e continuare come indicato nel procedimento! Tienimi aggiornata sul risultato:) a presto!

      • Lella

        28 dicembre 2013 at 19:42

        Grazie della risposta immediata, oggi le patate le ho bollite ma nonostante qualche piccolo “intoppo” (patate non cotte del tutto al centro e la buccia che è passata un pochino attraverso i buchi dello schiacciapatate……) , la consistenza era perfetta, e il gusto squisito, marito e figlio hanno gradito moltissimo, la prox volta provo con le patate al vapore. :-)

        • simona

          6 gennaio 2014 at 16:59

          Ciao Lella, mi fa piacere che gli gnocchi siano stati un successo e che consistenza e gusto siano stati di vostro gradimento:) Per la prossima volta, controlla la cottura delle patate con i rebbi di una forchetta. se entra senza difficoltà nella patata sono perfettamente cotte, altrimenti lasciale ancora bollire. I Tempi di cottura possono variare a seconda della qualità di patate. Pensa che una volta mi son trovata a bollire patate viola per 1 h!:D di conseguenza se le patate sono ancora dure avrai molta difficoltà a ricavarne la polpa e di conseguenza anche problemi di bucce che passano attraverso i buchi dello schiacciapatate… a presto:*

  48. Jacqueline

    5 gennaio 2014 at 17:03

    Grazie Simona, sono inglese ma vivo a Salerno. Ho provato la tua ricetta e andata benissimo.

    • simona

      6 gennaio 2014 at 17:01

      Benvenuta Jaqueline:) mi fa piacere che la ricetta degli gnocchi ti sia piaciuta, grazie per questo commento e a presto!

  49. Laura

    10 gennaio 2014 at 10:22

    Ciao Simona! Sono francese e vorrei provare a fare gli gnocchi. Ho letto attentamente tutti i tuoi consigli però non ho capito bene come procedere per la fase dello sgocciolamento. Puoi spiegarmi di nuovo? E vorrei anche sapere quale tipo di schiaccia patate utilizzare?
    Ti ringrazio!
    Laura

    • simona

      10 gennaio 2014 at 12:09

      Ciao Laura! benvenuta:** puoi utilizzare uno schiacciapatate classico in acciaio, si vedono in tutti i supermercati a poco prezzo, hanno un manico lungo e un piccolo cestello dove infilare le patate e schiacciarle. Lo sgocciolamento è necessario affinché la purea di patate risulti asciutta. Quindi, nel momento in cui inserisci le patate nell’apposito strumento e inizi a schiacciare, procedi lentamente, in modo che la pressione faccia uscire prima l’acqua in eccesso e poi la purea! spero di essere stata chiara, se hai altri dubbi non esitare a scrivermi:) a presto!

  50. scozzafava mario winMaker

    11 gennaio 2014 at 12:21

    Ok. Semplici e veloci quanto basta.spiegati benissimo.sono anche casalingo ( un privilegio, una fortuna, un vantaggio, un sostegno, un punto di forza per l’uomo e si rivela anche un piacere e cosa gradita e utile per chi ti sta vicino.Si compensa quella mascherata debolezza attitudinale del sesso maschile. Ciao……e pazienza per questo contorno……..Mario

    • simona

      21 gennaio 2014 at 09:05

      Ciao Mario bentrovato! nessuna pazienza, sono felice quando qualcuno si racconta, il blog è anche un luogo di scambio e riflessioni:)
      Mi fa piacere che hai apprezzato la ricetta e i consigli a presto!

  51. Manfredo Morelli

    28 gennaio 2014 at 17:38

    Come si evita che gli gnocchi alla cottura diventino troppo molli? Parlo di gnocchi congelati in freezer.

    • simona

      31 gennaio 2014 at 10:00

      Benvenuto Manfredo:) per quanto riguarda la tenuta degli gnocchi post congelamento, dipende da una serie di variabili: dal tipo di gnocchi (non tutte le preparazioni sono uguali, se poi parliamo degli gnocchi imbustati del super, ci troviamo di fronte ad un prodotto realizzato con attrezzatura industriale, in cui sono presente anche conservanti e addensati, vale la pena in quel caso leggere le indicazioni per la conservazione, congelamento e cottura); dal modo in cui vengono congelati e da come poi vengono cotti.
      Fermo restando che un prodotto fresco, quindi preparato e poi cucinato subito ha una tenuta di gran lunga migliore rispetto ad uno congelato e cotto; il mio consiglio per gustare ottimi gnocchi anche congelati senza l’effetto “troppo molli” è quello di preparare gli gnocchi secondo le indicazioni della ricetta, congelare gli gnocchi disponendoli in vassoi, avendo cura di tenerli ben separati, aspettare circa 2 h, fino a quando non si induriscono completamente. Una volta completamente duri, li trasferisci in sacchetti plastica per alimenti e li tieni nel congelatore fino a quando non decidi di cucinarli. Ricordati che gli gnocchi vanno bolliti e cotti in acqua bollente salata ancora da congelati e duri! Per la cottura attieniti alla ricetta, quando salgono a galla sono pronti! Resto a disposizione per altri consigli :* a presto!

  52. virginia

    7 febbraio 2014 at 10:14

    Ciao, ho visto solo ora la tua ricetta, stasera la devo provare assolutamente!!!Solo una cosa…non avendo uno schiaccia patate (ma un passa patate), cosa intendi per schiacciarle a vuoto???

    • simona

      9 febbraio 2014 at 08:44

      Ciao Virgina, puoi utilizzare anche il passa verdure (passa patate). Con lo schiaccia patate, “schiacciare a vuoto” significa pressare leggermente in modo che le patate colino l’acqua in eccesso e solo dopo schiacciare con più decisione per ricavarne la purea. Con il passa verdure, potresti provare con una forchetta: pressi poco sulle patate (prima di girare e ricavare la purea) per eliminare l’eventuale acqua in eccesso. Le patate devono risultare prive il più possibile di acqua. Spero di essere stata chiara, se hai dubbi scrivimi! Aspetto il risultato:) a presto!

  53. caterina

    4 aprile 2014 at 15:03

    Ciao, ho visto solo ora la tua ricetta. complimenti per i dettagli.Le patate si possono cucinare al microonde? io le cucino così per il purè e vengono ottime

    • simona

      4 aprile 2014 at 16:29

      Ciao Caterina, benvenuta, ti confesso che non ho mai provato a lessare le patate nel microonde, ma se ti trovi bene con questa tecnica, puoi tranquillamente provare, l’importante è regolare bene la cottura al fine di ottenere delle patate cotte e morbide al punto giusto; poi procedi come indicato nella ricetta:) Tienimi aggiornata sul risultato! a presto!:)

    • renato

      18 aprile 2014 at 15:22

      con il microonde puoi cuocere le patate intere con tutta la buccia per 15 minuti alla massima potenza disponendole su una griglia di plastica (ne esistono fatte apposta per questo scopo ) cosi le patate non assorbiranno acqua rendendo tutto più semplice veloce e garantisco risultato ottimo

      • simona

        20 aprile 2014 at 11:18

        Ciao renato, bentrovato:) grazie per l’utilissima risposta:) che sicuramente tornerà utile a chi possiede il microonde:*

  54. Silvana

    4 maggio 2014 at 22:12

    Grazie, finalmente sono riuscita a fare degli gnocchi decenti! :)

    • simona

      6 maggio 2014 at 21:44

      Grazie a te Silvana per avermi lasciato questo messaggio! felice che ti siano riusciti! a presto:*

  55. Marilí

    1 giugno 2014 at 17:56

    te adoro, hice tus gnocchis tal como indicaste y por primera vez me salieron livianos y gustosos, un éxito. Gracias.

    • simona

      27 giugno 2014 at 23:01

      Marilí bienvenidos! Feliz de que la receta fue un éxito. Gracias:**

  56. Veronica

    10 giugno 2014 at 16:38

    Grazie molto !!!

  57. mara torlontano

    16 luglio 2014 at 06:57

    Grazie Simona, ho seguito alla lettera tutti i tuoi consigli ottenendo ottimi risultati ancora grazie

    • simona

      3 settembre 2014 at 00:12

      Ciao Mara, benvenuta:) grazie mille per questo messaggio! Felice che gli gnocchi siano stati un successo:) a presto!

  58. Evelyn Andergassen

    3 ottobre 2014 at 18:36

    Finalmente un’ottima spiegazione e non la solita elencazione di ingredienti e preparazione. Sono proprio contenta, ora ho “capito” gli gnocchi, grazie a te!

    • simona

      7 ottobre 2014 at 10:17

      Ciao Evelyn bentrovata:* sono felice che i miei consigli su come fare gli gnocchi di patate siano risultati utili ;) bastano pochi passaggi e piccoli trucchi e il risultato è garantito:* un saluto e a presto!:)

  59. carmen

    18 novembre 2014 at 20:57

    Ci provero anch’io speriamo bene visto che sanno sempre di farina grazieee x la drittaa sei grande

    • simona

      18 novembre 2014 at 21:45

      Ciao Carmen, benvenuta:) sono certa che gli gnocchi di patate questa volta saranno un successo! ;) Sei hai dubbi anche durante l’esecuzione, non esitare a scrivermi:) tienimi aggiornata a presto:**

  60. Sonia

    26 novembre 2014 at 20:30

    Gli gnocchi di patate sono riusciti alla perfezione! Buonissimi e morbidi !! La tua e’ la. miglior ricetta in giro!!!! Grazie sei davvero brava

Rispondi