Maritozzi con la panna sofficissimi, la Ricetta originale illustrata passo passo

I Maritozzi sono dei soffici paninidolci farciti con la panna montata, golosi dolci da colazione e merenda tipici della cucina romana;  serviti in ogni bar della capitale e pasticceria del Lazio che si rispetti ! Si tratta di un lievitato che ha origini nell’antica Roma, quando questo dolce, impastato a mano con farina, uova, miele, bucce di agrumi, uvetta e pinoli; veniva regalato alle future spose dal loro fidanzato; che erano solite chiamare “maritozzo” (vezzeggiativo popolare romanesco di “marito”) da cui deriverebbe il nome di queste morbide pagnottelle!

Maritozzi con la panna sofficissimi - Ricetta Maritozzi

Come ogni ricetta tradizionale esistono diversi versioni. La più conosciute ed apprezzate: I Maritozzi Marchigiani, dalla forma particolarmente allungata e ricco di uvetta, quelli Siciliani, i Pugliesi. Quella che condivido oggi è la Ricetta originale dei Maritozzi con la panna, tipici romani di Angelo Perna, un amico pasticcere che prepara i Maritozzi più buoni e più soffici di sempre!Si tratta di una Ricetta facile e alla portata di tutti. Basta semplicemente realizzare un lievitino prima dell’impasto, questo passaggio è fondamentale per avere Maritozzi sofficissimi che durano più giorni prima di essere farciti! L’impasto è molto lavorabile e si può preparare senza impastatrice (che naturalmente io consiglio sempre per un risultato migliore). L’antica ricetta prevede l’uso dell’uvetta. A seconda dei gusti, potete aggiungerla o meno, se vi piace, regalerà un sapore più deciso al dolce.Dopo la cottura, i maritozzi vanno pennellati con uno sciroppo di zucchero indispensabile per creare l’effetto lucido ma sopratutto per trattenere lo zucchero a velo con cui verranno spolverati! Come tradizione comanda, una volta freddi, vengono tagliati longitudinalmente e riempiti di panna montata!All’assaggio ritroverete tutto il sapore e il profumo degli veri maritozzi: Maritozzi con la panna sofficissimi, fatti in casa proprio come quelli del bar!Maritozzi con la panna sofficissimi - Ricetta Maritozzi-Perfetti da gustare a colazione, insieme ad un buon caffè o cappuccino, proprio come le classiche Brioche,  le morbidissime Graffe , i fantastici Pangoccioli ! Ideali anche per un brunch o una merenda ricca e saporita! Pronti a mettere le mani in pasta? Sono spaziali!

Ricetta Maritozzi

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per 12 pezzi
  • 500 gr di farina manitoba (consiglio le farine magiche lo conte)
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secca (oppure 8 gr di lievito di birra fresco)
  • 100 gr di acqua
  • 150 gr di latte intero
  • 120 gr di zucchero + 3 cucchiai per la glassatura
  • 2 uova + 1 tuorlo per pennellare
  • 90 gr di burro (oppure 90 gr olio di semi di girasole)
  • 1 cucchiaio di miele
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • vaniglia
  • 8 gr di sale
  • 40 gr di uvetta (facoltativo)
  • 300 ml di panna montata per farcire
  • zucchero a velo per spolverare
Procedimento

Come fare i Maritozzi

Almeno 6 h prima di iniziare a lavorare , meglio se il giorno prima, preparate il mix aromatico con buccia di arancia e limone finemente grattugiati, vaniglia e miele.

Coprite con una pellicola e lasciate a temperatura ambiente.

Più tempo restano in infusione gli aromi, più profumato sarà il composto!

Quando gli aromi sono perfettamente profumati, preparate un lievitino con 100 gr di farina presa dal totale, miscelata con il lievito, 100 gr di acqua presa dal totale, 1 cucchiaino di zucchero. Coprite e lasciate lievitare a 28° ( forno spento acceso da poco) per circa 1 h e mezza, il tempo che si formino tutte bollicine e che raddoppi di volume.

lievitino - Ricetta Maritozzi

Poi aggiungete la farina al lievitino, lo zucchero, latte, mescolate con il braccio della foglia della planetaria per amalgamare insieme, aggiungete gli aromi

aggiungere aromi all'impasto - Ricetta Maritozzi

Continuate a impastare a velocità media. Aggiungete le uova una alla volta. Quando il primo uovo è assorbito, aggiungete il secondo. Infine aggiungete il burro morbido a piccoli pezzetti oppure l’olio a cucchiaini. Incordate.

Se l’impasto risulta molle non preoccupatevi, sbattetelo più volte sul piano di lavoro con le mani sporche di farina fate delle pieghe. Aggiungete il sale, continuate ad incordare, se necessario facendo pieghe a mano.

L’impasto finale deve risultare morbido e liscio, pirlatelo sul piano di lavoro.

A questo punto potete aggiungere l’uvetta, precedentemente ammorbidita in acqua fredda, perfettamente strizzata e asciutta.

Formate una palla:

impasto pronto -Ricetta Maritozzi

Coprite con una pellicola e lasciate lievitare l’impasto dei maritozzi fino a quando non triplica di volume (circa 3 – 4 h)

Ovviamente come per tutti i lievitati il tempo è indicativo e varia a seconda della temperatura, non abbiate fretta!

Come formare i Maritozzi

impasto lievitato -Ricetta Maritozzi

dividete l’impasto in piccoli panetti da 80 gr ciascuno. arrotolateli sul piano di lavoro e dategli al forma leggermente ovalizzata.

formare i panini dolci - Ricetta Maritozzi

Quando tutti panini sono pronti, ridate la forma e adagiate in una teglia, precedentemente rivestita di carta da forno. Fate lievitare per 1 h circa a 28° (forno spento acceso da poco)

Quando i maritozzi avranno quasi raddoppiato volume, pennellate con tuorlo:

pennellare con tuorlo -Ricetta Maritozzi

Cuocete in forno statico nella parte medio bassa del forno a 180° per circa 25 minuti fino a doratura.

Sfornate e lasciate raffreddare completamente!

Conservare i Maritozzi

Una volta freddi, potete imbustarli in buste di plastica per alimenti e ben sigillati si conservano per circa 4 – 5 giorni.

Solo al momento di servirli preparate lo sciroppo di acqua e zucchero per la glassatura 

Ponete su fuoco 1 bicchiere di acqua circa con 3 cucchiai di zucchero, fate cuocere a fuoco lento. quando lo zucchero è sciolto, pennellate i maritozzi.

Aprite longitudinalmente e farcite i Maritozzi con la panna 

farcire i maritozzi con la panna - Ricetta Maritozzi

spolverate di zucchero a velo! Ecco pronti i Maritozzi!

Maritozzi - Ricetta Maritozzi

Maritozzi sofficissimi con panna montata più buoni del mondo!

Maritozzi con la panna sofficissimi - Ricetta Maritozzi

Guardate che morbidezza! Maritozzi con la panna perfetti come al bar!

Maritozzi sofficissimi - Ricetta Maritozzi

Una volta farciti vanno mangiati e serviti nel giro di 2 – 3 h! non fate l’errore di metterli in frigo, perchè freddi sono terribili! Se volete conservarli leggete sopra come imbustarli senza farcitura!

5 per 9 voti
Prepara la Ricetta! Seguimi su Instagram @tavolartegusto e condividi la tua creazione con l’hashtag #tavolartegusto. Entrerai nella mia gallery!
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
18 Commenti
  1. Lidia Francesca Bonifacio

    A vederli così sono strepitosi.

    5
  2. Roberta

    Ho appena cominciato a preparlarli,mi è venuto un dubbio……100grammi di acqua presa dal totale…. ma il totale è 100!che faccio?<proseguo? Sarà un errore di battitura posterò la foto.grazie

  3. Simonetta

    Fatti! Come sempre un successo! Grazie

    5
  4. Elena

    Li ho fatti oggi. Era la primissima volta che mi cimentavo in questa pasta da colazione tipicamente romana. Ho dovuto fare qualche modifica perché mi mancava la fatina giusta, quindi ho usato una farina 00 per pizza con aggiunta di poca farina 00 per frolla. Al posto della buccia di limone ho messo la vaniglia. Ho impastato per circa 15 – 20 minuti nella planetaria e messo a lievitare circa due ore e mezza poi ho formato i panini di circa 85 grammi e fatti lievitare ancora per un’ora. Li ho spennellati e infornati. Sono venuti benissimo, sofficissimi, fantastici..Grazie davvero, ricetta ben bilanciata e spiegazione eccellente

    5
  5. Alessia

    Buonissimi. Ho aggiunto circa 100 g di farina perché l’impasto era troppo morbido ed usato la farina 00 in mancanza della mannitoba. Sono venuti perfetti nononostante li ho impastati a mano. Grazie per la ricetta e i giusti consigli

    5
  6. Giovanna

    Bella ricetta e bellissima e comprensibile spiegazione complimenti
    Una domanda: e’possibile procedere senza planetaria?

    5
  7. michela

    Ho provato la ricetta 2 volte ed ho notato che il peso totale della farina è di g 600, altrimenti l’impasto risulta troppo morbido.
    grazie

  8. michela

    per il resto tutto ottimo!!

    4
    1. Elisabetta

      Ottimi. Anch’io ho usato circa 100 g di farina in più. Ho fatto l’impasto il pomeriggio ed era tardi,
      quindi l’ho messo in frigo per tutta la notte così ha lievitato lentamente. La mattina ho tirato fuori l’impasto dal frigo e ho fatto i panini e li ho lasciati lievitare. Da rifare :-)

      4.5
  9. giusi

    Visto che ne vengono tanti dalla quantità dell’impasto, li posso anche congelare? Sono adatti anche con il gelato?
    Grazie proverò comunque a farli…

    5
  10. Cinzia

    Ho appena terminato impasto, troppo morbido da lavorare. Ho aggiunto circa 100gr di farina in più, ma ho letto che sono in buona compagnia. Speriamo bene!

  11. Paola

    Ciao! Posso cuocerli la sera prima e farcirli la mattina dopo?

  12. Martina

    Strepitosi. Ho aggiunto l’uvetta da buona marchigiana, e sono perfetti, sia nel sapore che nella consistenza. Li ho impastati a mano, c’è voluta un po’ di pazienza per ottenere un bell’impasto incordato, ma alla fine ne è valsa assolutamente la pena. Grazie!

  13. Alessio

    Salve, avrei una curiosità, ma la Farina Manitoba non è di origine Canadese?
    Io sono certo, e lo dico con sincerità e senza sarcasmo, che i maritozzi del suo amico pasticcere siano tra i più buoni prodotti e se ne avrò occasione li andrò di sicuro a gustare.
    D’altro canto non è corretto dichiarare una ricetta ORIGINALE ed utilizzare come ingrediente Principale un prodotto che gli antichi ideatori ( nel caso specifico i ROMANI ) neanche ne conoscevano l’esistenza.
    Poi si puo’ fare l’amatriciana con la pancetta, il risotto alla milanese senza midollo il panettone con le gocce di cioccolato o il pesto senz’aglio ma per quanto buone o perfino migliori tali ricette non si possono definire Originali

    1. DORA

      Scusami ma il pasticcere non usa la farina manitoba ma usa una farina che va dai 300 ai 400W che magari non tutte le persone che si dilettano a fare pasticceria conoscono per cui per ovviare a spiegare quanti e quali tipi di farina viene indicata la farina manitoba che ha più forza delle farine normali. Sicuramente a differenza tua i romani conoscevano i vari tipi di farina e sapevano esattamente cosa utilizzare a secondo dell’impasto che uno voleva fare e che se ti interessa fare pasticceria dovresti studiare. A volte prima di fare determinate affermazioni bisognerebbe conoscere la materia.

  14. Francesca

    Provata oggi per la prima volta, ricetta molto comprensibile e passaggi ben spiegati. Anche io ho dovuto mettere circa 100gr in più rispetto alle dosi consigliate.Tra un’ora andranno in cottura e vedremo il risultato…. Per ora l’aspetto è ottimo!

    5
  15. Margherita

    Bellissimi esteticamente, ma dentro l’impasto è un tutt’uno stopposo! Assolutamente da non riprovare

  16. FILIPPO

    Sono venuti sensazionali. Ho impastato in planetaria, ma l impasto era veramente troppo morbido, quindi ho dovuto aggiungere farina sul piano da lavoro (in acciaio) per poterli lavorare un minimo. In tutto penso di aver aggiunto altri 40/50 gr di farina. Ma sono di una morbidezza…. Bene, credo proprio che la rifarò…

    5

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.