Pasta alla gricia: la Ricetta originale cremosa (con foto passo passo)

La Pasta alla gricia  è un primo piatto tipico della cucina romana, ed è l’antica versione dell’Amatriciana, per questo chiamata anche “amatriciana bianca” perché senza pomodoro. Si tratta di rigatoni o spaghetti mantecati e conditi con pecorino, pepe e acqua di cottura della pasta alla maniera della Cacio e pepe ma con aggiunta di guanciale croccante ! Immaginatela cremosa, avvolgente, sapida con pezzi fragranti che perfettamente si contrastano al manto vellutato di pecorino! Una bontà unica che ha origini antichissime, dai pastori laziali che oggi viene servita in tutte le trattorie di Roma . Volete preparala in casa a regola d’arte? Ecco per voi la Ricetta gricia, con tutti i Consigli corredati da foto passo passo per averla proprio come al ristorante!

Pasta alla gricia

Come ogni ricetta tradizionale esistono piccole varianti che possono fare la differenza. Quella che vi regalo oggi è la Ricetta originale della gricia! che ho imparato a cucinare grazie ai trucchi degli amici chef romani! Si tratta di una preparazione facilissima e veloce! Potete utilizzare sia Rigatoni che Spaghetti, importante che siano di ottima qualità! Il segreto per avere una Pasta alla gricia cremosa è realizzare una pasta di pecorino dove mantecare la pasta a bassa temperatura. Questa formerà un condimento vellutato in cui la pasta sarà perfettamente condita! Pochi minuti ed è pronta da servire in tavola! Proprio come Carbonara e Gnocchi alla romana, anche la gricia è perfetta da preparare come primo piatto quotidiano sia per pranzo che per cena! Magari con golosi Saltimbocca e un contorno di Carciofi alla giudia! provatela presto la rifarete spessissimo!

Scopri anche:

Gli Spaghetti alla nerano ( la Ricetta originale per averli cremosissimi e gustosi come nei ristoranti della Costiera)

Ricetta Pasta alla gricia

TEMPI DI PREPARAZIONE
Preparazione Cottura Totale
10 15 minuti 10 minuti
Ingredienti
Quantità per 4 persone
  • 320 gr di rigatoni (oppure spaghetti)
  • 250 gr di guanciale (fetta spessa 1 cm da tagliare a listarelle)
  • 80 gr di pecorino romano
  • pepe nero da macinare
  • sale
Procedimento

Come fare la gricia

Prima di tutto ponete a bollire abbondante acqua per la pasta con sale .

Poi tagliate a listarelle da 1 cm il guanciale e scaldatelo una padella facendolo caramellato senza olio! Vedrete che piano piano uscirà via tutto il grasso dal guanciale e quest’ultimo risulterà croccante.

Infine scolatelo in una ciotolina.

Infine grattugiate il pecorino e aggiungere 1 cucchiaio di acqua di cottura della pasta non bollente, ma che avrete fatto raffreddare. Questo passaggio è fondamentale affinché la pasta di pecorino ” non stracci ” mescolate bene per creare un composto pastoso:

come fare la pasta alla gricia

Poi cuocete la pasta per metà, scolatela direttamente nella padella con il grasso del guanciale e iniziate a risottare con poca acqua di cottura dei rigatoni.

Aggiungete acqua di cottura quanto basta per una cottura al dente, a circa 2 minuti dalla fine, aggiungete quasi tutto il guanciale (lasciatene 2 – 3 cucchiai per guarnire)

Infine allontanate la padella con la pasta dal fuoco la pasta, fate scendere la temperatura 30 secondi e aggiungete la pasta di pecorino, mantecate bene, aggiungendo se necessario un paio di cucchiai di acqua di cottura per una maggiore cremosità.

Infine servite con pancetta croccante sparsa ed eventualmente altro pecorino grattugiato!

Pasta alla gricia
5 per 2 voti
logo-instagram Prepara la Ricetta! Seguimi su Instagram @tavolartegusto e condividi la tua creazione con l’hashtag #tavolartegusto. Entrerai nella mia gallery!
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
3 Commenti
  1. Lella
    5
  2. Alessandro Ferruzzi

    La gricia non è un piatto romano ma è originario di Grisciano comune di Accumoli (Rieti) e non deve essere assolutamente cremosa bensì unta di grasso del guanciale, nella ricetta c’è un grave errore il guanciale deve essere sfumato con vino bianco preferibilmente vino pecorino

  3. Aldo

    L’ho provata oggi ed è ottima, trovo che ha una marcia in più. Complimenti e grazie per averla condivisa!

    5

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.