Calamarata: Ricetta originale napoletana passo passo (come al ristorante!)

La Calamarata è un saporito primo piatto di pesce tipico della cucina napoletana ; la cui particolarità è che si prepara con la pasta calamarata, un formato speciale a forma di anelli di calamaro da cui prende appunto il nome! Una volta cotta al dente, viene risottata e condita con un sugo di calamari e pomodorini cremoso e avvolgente; dove gli anelli pesce si confondono a quelli di pasta, abbracciandosi in un girotondo di sapori al profumo di mare squisito!

Calamarata , Ricetta Calamarata napoletana

Come ogni ricetta della tradizione esistono diverse versioni: da quella in bianco, molto simile alla Calmarata di Totani, a quella con aggiunta di salsa di pomodoro; tantissime poi, sono le varianti con verdure, come quella  gamberi e broccoli, oppure polpa di granchio e zucchine. Quella che vi regalo oggi è la Ricetta originale della Calamarata napoletana; uno dei miei piatti preferiti ereditati dalla mia famiglia! Credetemi, dopo averne provate tantissime, questa resta la miglior ricetta, la tipica pasta con calamari che a Napoli è un vero e proprio culto, provatela è porterete in tavola una Calamarata saporita e cremosa come al ristorante!Calamarata , Ricetta Calamarata napoletana-Si tratta di una preparazione semplice e anche piuttosto veloce ; bastano pochi ingredienti freschi e genuini, pochi passaggi; il segreto è utilizzare una pasta che non scuoce di ottima qualità trafilata al bronzo e ultimare la sua cottura direttamente nel sughetto di pesce! In questo modo gli anelli di pasta si fonderanno con tutto il sapore dei calamari risultando cremosissimi e super saporiti!Io la trovo perfetta come primo piatto per tutte le stagioni e per tutte le occasioni; dalle feste natalizie, a quelle estive, da una domenica in famiglia ad un pranzo tra amici!

Ricetta Calamarata

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per 4 persone
  • 320 gr di pasta calamarata
  • 600 gr di calamari
  • 12 pomodorini ciliegina o pachino
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco (facoltativo)
  • prezzemolo fresco
  • sale
Procedimento

Come fare la Calamarata

Prima di tutto pulire i calamari, eliminare le interiora e la pelle. Affettare gli anelli a circa 2 cm.

Soffriggere in una padella gli agli sbucciati e leggermente schiacciati con l’olio per 1 minuto. Aggiungere i pomodorini lavati e tagliati a metà. Aggiungete una manciata di prezzemolo tritato.

Coprite con un coperchio e lasciate in padella 2 minuti abbassando leggermente la fiamma.

Aggiungete quindi gli anelli di calamari:

preparare il sugo di calamari e pomodorini - Ricetta Calamarata

Cuocete a fuoco vivace per 1 minuto, a questo punto sfumate con il vino. Se non gradite, potete saltare questo passaggio. coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti.

Al termine del tempo indicato il vostro sugo di calamari è pronto, correggete di sale.

come fare la calamarata

Cuocete quindi la pasta calamarata in abbondante acqua, la metà dei minuti, indicata sulla confezione. Scolate dura e ponetela nella padella del sugo dei calamari, avendo avuto cura di mettere da parte i pomodorini. Aggiungete un’altra manciata di prezzemolo:

risottare la pasta calamarata

Risottate la pasta a fuoco lentissimo per circa 4 – 5 minuti se necessario aggiungete 1 cucchiaio di olio. Il risultato finale dev’essere una pasta cremosissima, aggiungete infine i pomodorini, lasciate mantecare tutto insieme 1 minuto.

Ecco pronta la Calamarata! servite calda con un pizzico di prezzemolo!

Calamarata , Ricetta Calamarata napoletana

Se avete cotto perfettamente al dente, si conserva ottima anche il giorno seguente! Riscaldatela su fiamma lenta con 2 cucchiai di acqua e uno di olio


5 per 1 voti
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
8 Commenti
  1. Francesco

    Pardon. Avevo letto male

    5
    1. Simona Mirto

      bene :)

  2. stefania

    Quanto è antipatico e fuori luogo il termine “risottare”, torniamo al più adeguato “saltare”…grazie

    1. Simona Mirto

      Stefania, saltare purtroppo non è adeguato in questo caso, si “salta” a fuoco vivo per poco tempo. La risottatura invece indica proprio una sorta di mantecatura lenta, in cui cuoce la pasta nel condimento proprio come un risotto.

  3. Simona Mirto

    Francesco leggi attentamente l’articolo! è indicato il rigo sopra la prima foto ;)

    1. PAOLO

      Salve, i calamari si possono prendere anche quelli surgelati oppure no grazie.

      1. Simona Mirto

        Certo Paolo! attenzione però a prenderli di qualità! c’è una bella differenza tra pesce fresco e pesce congelato :*

  4. Sara

    Ciao! il suo quanto prima posso prepararlo? o sarebbe meglio fare tutto sul momento?
    Grazie!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.