Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Brioche dolce con solo albumi

Brioche dolce con solo albumi - Ricetta Brioche dolce agli albumi

La Brioche dolce con soli albumi è una brioche sofficissima come nuvola, dalla deliziosa consistenza che si strappa al morso, gusto delicato tipico delle brioches più buone e dal profumo intenso di vaniglia leggermente accentato di agrumi. Una brioche squisita, preparata con solo albumi nell'impasto, anche molto facile da realizzare: 1 solo impasto diretto e  2 lievitazioni, la prima in ciotola e la seconda nello stampo da plumcake. Perfetta per la prima colazione, per una merenda sana, da gustare come spuntino per spezzare la giornata, squisita accompagnata da un velo di marmellata o di nutella, è buonissima anche al naturale, semplicemente accompagnata da un tè bollente o un cappuccino spolverato al cacao. Si conserva perfettamente 3 giorni chiusa in una busta di plastica per alimenti, mantenendo la sua fragranza e morbidezza come appena sfornata! Per la ricetta, sono partita dalle splendide brioches di Monique e Kiara, per poi riadattare ingredienti e procedimento ai miei gusti. Il risultato? Una delle brioche più buone di sempre. Provatela e vedrete che diventerà uno dei lievitati più gettonati a casa vostra... Se pensate poi che è perfetta anche per riciclare gli albumi che avete in frigo, non vi resta che mettervi all'opera!

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per uno stampo da plumcake da 26 x 11 cm

Per l'impasto:

  • 300 gr di farina manitoba
  • 80 ml di latte a temperatura ambiente
  • 60 gr di zucchero
  • 70 gr di burro morbido a temperatura ambiente
  • 2 albumi a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco (oppure 5 gr di lievito di birra fresco da sciogliere nel latte)
  • 2 pizzichi di sale

Per la marinatura di aromi:

  • 1/2 limone
  • 1/2 arancia
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 1 cucchiaino di miele

Per pennellare:

  • 1 tuorlo o 1 albume
  • 2 cucchiai di latte
  • granella di zucchero
Procedimento:

Come fare la Brioche dolce con soli albumi

Almeno 2 h prima di preparare la vostra Brioche dolce con soli albumi (meglio se mezza giornata prima) preparate la marinatura di aromi: ponete in una ciotolina la buccia del limone, quella dell'arancia, la vaniglia e il miele, girate bene, coprite con una pellicola a contatto e lasciate marinare bene.

Servitevi di una planetaria o di un'impastatrice, inserite la farina miscelata con il lievito, aggiungete lo zucchero e il latte:

Come fare l'impasto della brioche dolce agli albumi1 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Fate fare qualche giro a velocità bassa con la frusta k e aggiungete la marinatura di aromi:

Come fare l'impasto della brioche dolce agli albumi2 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

fate fare ancora qualche giro a velocità bassa e aggiungete gli albumi:

Come fare l'impasto della brioche dolce agli albumi3 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Lasciate che la planetaria amalgami il composto a velocità medio - bassa. Di tanto in tanto spegnete e rovesciate l'impasto. Nel giro di pochi minuti otterrete un impasto che si aggancia alla frusta piuttosto morbido ma compatto. Solo quando l'impasto si aggrappa alla foglia potete procedere con l'incordatura.

Aggiungete il burro morbido a 2- 3 pezzetti piccoli per volta:

Incordare l'impasto della brioche dolce agli albumi1 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

aggiungete altro burro a pezzetti solo quando il precedente è stato completamente assorbito.

Procedete ad incordare con la frusta k a velocità medio - alta spegnendo di tanto in tanto la macchina,  rovesciando l'impasto e tenendolo tra le mani, pirlandolo e avvolgendolo verso il basso, per aiutare l'incordatura.

Fate questo, fino ad esaurimento burro. Per incordare perfettamente impiegherete circa 30' .

L'impasto deve presentarsi liscio, gonfio, che si tira ma non si spezza.

Formate una palla e adagiatela nella ciotola:

Impasto della brioche dolce agli albumi incordato - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

coprite con una pellicola a contatto e lasciate lievitare in forno spento (acceso da poco) ad una temperatura di 26°- 28° per circa 3 h - 3 h e 1/2  fino a quando l'impasto non avrà triplicato il suo volume :

l'impasto della brioche dolce agli albumi lievitato - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

trascorso il tempo indicato, trasferite l'impasto su un piano di lavoro e piegate a portafoglio, ossia piegate prima un lembo di impasto e poi l'altro su se stesso:

Piega a portafoglio - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Ripiegate la parte superiore dell'impasto verso il centro con un movimento netto:

Ripiegare l'impasto - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

e infine ripiegate anche il lembo basso verso il centro su quello appena piegato:

Ripiegare l'impasto un'altra volta  - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

lasciate riposare 30' e girate l'impasto al contrario (con i lembi piegati verso il piano di lavoro).

Dividete l'impasto in 3 parti uguali, pesando ogni parte, vi troverete pezzi da circa 180 gr ciascuno:

dividere l'impasto in 3 parti uguali - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Come formare il filoncini che serviranno per realizzare la treccia di brioche dolce agli albumi:

stendete ogni pezzo come per realizzare un serpentello piuttosto lungo , schiacciatelo al centro e appiattitelo:

Come formare il filoncino per la treccia1 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

richiudete il serpentello appiattito, prendendo due lembi con un pizzico :

Come formare il filoncino per la treccia2 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

completate fino alla fine:

Come formare il filoncino per la treccia3 - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

rotolate il filoncino sul piano di lavoro, facendo capitare la chiusura sotto e procedete a realizzare gli altri 2 filoncini come indicato sopra:

I tre filoncini pronti - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Intrecciate partendo dal centro e richiudete sigillando i tre lembi con un pizzico e poi portando verso il basso i lembi in eccesso:

Come fare la treccia di Brioche - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

adagiate la treccia di brioche in uno stampo da plumcake precedentemente imburrato :

Mettere la treccia a lievitare nello stampo - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Lasciate lievitare la vostra brioche dolce con solo albumi per almeno 3 - 4 h, importantissima questa lievitazione perchè garantirà al prodotto finale morbidezza e sofficità. Dunque non abbiate fretta, aspettate che la treccia arrivi al bordo dello stampo.

Pennellate con un tuorlo oppure con un albume precedentemente mescolato con il latte e aggiungete in superficie la granella di zucchero:

Treccia lievitata - Ricetta Brioche dolce con solo albumi

Cuocete la vostra brioche in forno preriscaldato a 180 ° per circa 20' - 25' fino a doratura.

Minuto in più o in meno può dipendere dal tipo di forno, quindi dopo 20' fate la prova stecchino, la brioche deve risultare asciutta.

sfornate e lasciate intiepidire in forma 5' fuori dal forno.

sformate e aspettate qualche minuto prima di tagliare la fetta della vostra Brioche dolce con soli albumi:

Brioche dolce con solo albumi - Ricetta Brioche dolce agli albumi

conservate la brioche in una busta di plastica per alimenti ben sigillata. Servite al momento, resterà soffice e profumata come appena sfornata:

Brioche dolce con solo albumi - Ricetta Brioche dolce agli albumi.


Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

54 commenti

  1. aria 27 febbraio, 2015 - 18:22 Rispondi

    vorrei farla anche ora! magari domani mi comento! simo, ma come si fa a fare delle foto luminose come le tue con la luce bianca dietro? ci sveli come fai?

    • 27 febbraio, 2015 - 19:27 Rispondi

      Tesoro sono certa che ti piacerà da morire quando la proverai.. poi è una brioche facile facile e non porta via intere giornate ;) per le foto prima di dirti come scatto, premetto che ho la fortuna di abitare in un posto strategico a 200 mt sul livello del mare, panoramico e completamente immerso nella luce, casa mia è esposta su tutti i lati e ho un panorama mozzafiato dove c’è davanti solo il mare che mi regala riflessi molto suggestivi… Infatti quando lavoro fuori ho sempre duemila pannelli e riflettori per riprodurre una luce che a casa mi ci vogliono 3 secondi per fare una foto. Inoltre casa mia è completamente bianca, pavimenti in cotto smaltato bianco, pareti bianche, divani bianchi, cuscini bianchi, tende bianche che insieme alla luce che c’è, da un effetto “nuvola bianca” anche alle 17.00 di pomeriggio.. fatta questa piccola premessa ti dico che le mie foto non hanno grossi segreti… scatto sempre in controluce, ad una distanza media di circa 30 cm dalla porta finestra (la mia fonte di luce), di solito uso un diffusore per ammortizzare la luce che arriva dalla porta finestra, se non hai un diffusore e non vuoi spendere soldi, puoi sostituirlo con una semplice tenda bianca posta appunto davanti alla tua fonte di luce. Una tenda leggera e non troppo doppia. Per bilanciare le ombre che si creano con il controluce, uso dei pannelli… puoi utilizzare un banalissimo pannello di polistirolo bianco. Checchè se ne dica, scattare in contro luce è difficile e richiede una certa tecnica ed esperienza per riprodurre il bianco “effetto fiaba” e non il bianco bruciato; la luce va capita, studiata e interpretata come cade sugli oggetti e solo dopo bisogna saperla cogliere… Il consiglio che posso darti è di scattare sempre in manuale, scegli tu i tempi di scatto, quanta luce deve immagazzinare la tua macchina, se i tempi si accorciano usa un cavalletto, cerca di esporre correttamente e di bilanciare il bianco manualmente, è vero che scattando in raw lo puoi aggiustare… ma ti assicuro che una foto ben bilanciata non ha bisogno di nient’altro. Guarda sempre l’istogramma per vedere se stai bruciando i bianchi. Quando mi trovo a lavorare fuori casa e quindi non posso scattare direttamente da pc, l’istogramma in cam è la salvezza. L’argomento è lunghissimo e spero di esserti stata utile… se hai bisogno resto a disposizione per tutti i consigli che vuoi… :*

      • SimoCuriosa 3 marzo, 2015 - 16:05 Rispondi

        mammamia… mi viene da dire fortunatissima per stare in un posto così magnifico e bravissima per come sfrutti la luce.
        pensa che nella mia cucina devo accendere la luce già dal primo pomeriggio, sto pure in campagna..ma…boh!
        ma dalle foto si capisce, e le foto migliori le faccio soprattutto ai dolci o a ciò che cucino nel we perchè la domenica a pranzo riesco a trovare, in sala, la luce migliore (naturale).
        la sera quando cucino per il blog ..tutto ciò che fotografo è con la luce della cappa…in cucina..non ti dico altro.
        mi dovrei vergognare…ma purtroppo lavoro fuori tutto il giorno e corsi di fotografia non ne ho mai fatti…

        ma mi piace tanto leggervi
        grazie mille di tutti questi bei consigli simo!

  2. elenuccia 27 febbraio, 2015 - 22:51 Rispondi

    Che meraviglia Simo. Tu che hai sentito la consistenza di persona, dici che si riesce anche a mano o l’impasto è troppo morbido? l’idratazione non è molto alta ma gli impasti col burro non sono facile da gestire a mano

    • 3 marzo, 2015 - 14:27 Rispondi

      Ciao Ele:* l’impasto di questa brioche con solo albumi è gestibilissima anche a mano, l’impasto non è troppo morbido e con un pò di pazienza puoi ottenere ottimi risultati anche a meno;) un bacione

  3. paolamemole 28 febbraio, 2015 - 08:17 Rispondi

    Questa brioche la provo. Spesso mi ritrovo con avanzi di albumi e di utilizzarli sempre e solo per l’angel food cake (buonissima, per carità) mi stufa un po’ :) Per cui ben vengano nuove idee.. e intanto mi sono leta anche i consigli fotografici. Anche io scatto in controluce (ci sono arrivata a capirlo dopo secoli), ma ancora non sono ai tuoi livelli da fiaba :) Seguirò i tuoi consigli. Grazie mille e a presto :)

  4. Gabila Gerardi 28 febbraio, 2015 - 10:01 Rispondi

    O Mammina……ma che foto hai tirato fuori dal cilindro….una luce pazzesca…un riflesso spettacolare…..viene voglia di fare la ricetta solo per quella luce!!! Gli albumi certo non mi mancano……mi toccherà fare l’ ennesimo Pan Brioche….ma si…..poi alla fine sono le preparazioni che amo di più, ma questo tu già lo sai……proverò con il lievito madre e vediamo cosa esce fuori!!! Per il resto mi sorprendi ogni volta (e sai che non dico cazzate)……ti abbraccio amica mia e buona Domenica!!!!

  5. Vanessa 28 febbraio, 2015 - 10:24 Rispondi

    Luce e perfezione, ecco cosa trovo da te! Sei davvero unica, Simona! Non avevo mai visto una brioche senza tuorli, dev’essere un incanto iniziare la giornata con questo candore!!! Un abbraccio forte!

  6. Francesca P. 28 febbraio, 2015 - 10:36 Rispondi

    Adorooooo! Lo so che te lo dico ad ogni ricetta ma è davvero così! Incontri sempre i miei gusti e come ben sai non solo di sapori… amo i set, le foto, la luce, l’atmosfera! E’ stato interessante leggere come spieghi la nascita dei tuoi scatti e adesso ho un’altra immagine di te: una donna bionda immersa nel candore di una casa bellissima sul mare, così poetica…

  7. aria 28 febbraio, 2015 - 10:52 Rispondi

    tesoro grazie!!!!! anche io scatto sempre in manuale ma la mia casa è l’opposto della tua!!!!cioè, tutto bianco anche qui ma io abito a ord, tra altre case e…e poi sono rimasta bloccata alla premessa…da quando ho letto mare, penso solo a mare, sole, estate. appena mi ripiglio studio, promesso!!!

  8. damiana 28 febbraio, 2015 - 13:00 Rispondi

    Ciao simo bella!Che treccia bella,meravigliosa nella sua semplicità…si un impasto diretto,ma comunque curato nelle pieghe…tutt’altro che buttata li!Ho briosciato anch’io,da me niente pieghe,ma ti assicuro,che è una favola…ma la prossima volta piego anch’io!Un bacione tesoro,grazie per questa nuvola bella e curata dalle tue manine!
    Un bacio tesoro!

  9. Claudia 28 febbraio, 2015 - 12:35 Rispondi

    Simo… si vede che è stra soffice.. Io è una vita che non preparo un lievitato dolce.. devo darmi da fare… La tua treccia è davvero bella… :-**** Un abbraccio forte.. e buon w.e. :-)

  10. Loretta 28 febbraio, 2015 - 15:17 Rispondi

    ciao, complimenti! come al solito le tue ricette sono vincenti!!! Ti chiedo, come sostituire il lievito di birra con la Pasta madre? Quali sono le proporzioni?
    Grazie!

  11. Ileana 28 febbraio, 2015 - 21:09 Rispondi

    Tesoro ricordo benissimo la tua brioche salata agli albumi, l’ho provata ed è fantastica.. ora non mi resta che provare questa brioche dolce, sono certa che mi piacerà tantissimo!
    Presto avrò finalmente tutto il tempo per me e per la cucina, alla fine ho risolto tutto e ho quasi finito di scrivere la tesi :)
    Scusami per l’assenza, ma come ti ho scritto non son stata molto bene e sto ancora prendendo gli antibiotici, ti chiamo in settimana ok? <3 Buona domenica stella!

    Ps: ma quanto sono belle queste foto? Unica tu :**

  12. Imma 2 marzo, 2015 - 09:20 Rispondi

    Tesoro gli albumi in casa mia non mancano mai e poi lo sai quando c’è una ricetta da realizzare in pochi minuti che si abbina ai lievitati allora non posso non salvarla subito, è davvero una bomba!!Baci,Imma

  13. Barbara 2 marzo, 2015 - 18:58 Rispondi

    Ciao Simona, ecco la brioche con solo albumi! Di aspetto e’ fantastica! E sicuramente anche di gusto!!! Come ti dicevo, adoro i lieviti e questa me la segno e quando farò la tua crema pasticciera il giorno dopo faccio la brioche! :-) le foto sono come sempre stupende!!!!!!

  14. Lalla 3 marzo, 2015 - 22:53 Rispondi

    credo di dover cedere alle brioche o dolci simili così tanto poco dolci e così invoglianti.
    Sei una maestra tu e, ora che ritrovo un po’ di serenità, mi dedico anche a questo.
    Bacio Simo, bacio tesoro….ogni volta che passo qui mi rendo conto di ciò che perdo.
    notte :*

  15. ombretta 4 marzo, 2015 - 13:38 Rispondi

    questa brioche e’ strepitosa!!! non avevo mai visto una ricetta con soli albumi e si vede che e’ soffice soffice, ne vorrei assaggiare una fetta ora!!!
    un grande bacio

  16. Maddy 9 marzo, 2015 - 11:06 Rispondi

    E anche questo, non potevo perderlo…..sai che anch’io amo i lievitati e tra tutti, il pan brioche è quello che va incontro ai gusti di tutta la famiglia, perfetto non solo per la colazione, ma per quando si passa distrattamente in cucina e si addenta un morso di una favolosa brioche! La versione con soli albumi mi intriga non poco….a volte avanzano sempre da preparazioni precedenti e questo è sicuramente un ottimo modo per utilizzarli!!!! Bellissimo tutto come sempre e passo passo impeccabile!

  17. Vera Agostini 11 aprile, 2015 - 18:06 Rispondi

    Io avevo letto: “……unendo il burro in 2-3 pezzi alla volta facendo assorbire prima di aggiungere ogni pezzo e rovesciando l’impasto ogni tanto. Controllare il “velo”…….” (e credo ci fosse stato scritto perché ho segnato la ricetta con questa frase). Ma ora qui non vedo più scritto di controllare il “velo”. Allora, lo deve fare il “velo” o no? Grazie Vera

    • 11 aprile, 2015 - 18:28 Rispondi

      Ciao Vera, buon pomeriggio:* la brioche dolce con soli albumi presenta un’impasto piuttosto compatto, non troppo “burroso” ed è difficile che si tiri il velo, ad ogni modo va ben incordato, è pronto quando risulta gonfio, liscio e non si spezza :) tienimi aggiornata sul risultato:*

  18. Vera Agostini 21 maggio, 2015 - 12:43 Rispondi

    La brioche è molto buona ed è già la terza volta che la faccio, però ho un problema. Cioè, a me l’impasto non viene così morbido da usare la frusta: fa fatica e ho paura che si blocchi. Che succede se uso da subito il gancio? Grazie Vera

    • 14 giugno, 2015 - 16:54 Rispondi

      Ciao Vera! Sono felicissima che la brioche dolce con solo albumi ti sia piaciuta:)) In effetti è un impasto molto compatto, parti con una velocità molto bassa, anche direttamente con il gancio, ogni tanto stacca e procedi a mano;) un bacione e a presto!

  19. Elena Zanfino 30 marzo, 2016 - 15:42 Rispondi

    Ciao, dopo la tua meravigliosa pastiera mi sono cimentata in questa ricetta. Ma… C’è un ma… ho sbagliato il dosaggio degli albumi (tu dirai ma come è possibile??? Ecco: ho scongelato il bicchierino di albumi che tenevo in freezer e al momento di aggiungerli non ho pesato. Ops… Erano 150 g… ) E sai cosa ho fatto? Sono andata avanti imperterrita aggiungendo circa altri 100 g di farina (uso la macchina del pane per cui mi sono regolata a mano a mano che impastava)…. E’ venuta buonissima!!! Così ho scoperto che posso smaltire molti albumi in un colpo solo con un risultato ottimo!! GRAZIE mille per idea, suggerimenti per la lievitazione e per la furbata della marinata di agrumi che trovo un’idea fantastica!! Se ti va fai un salto da me a leggere la mia brioche con TANTI albumi! Grazie ancora! Elena

  20. Vera Agostini 4 aprile, 2016 - 17:49 Rispondi

    Scusami Simona, vorrei rifare questa brioche stasera ma con solo lievito madre. Tu dici di metterne 70 gr., ma poi il procedimento resta tutto uguale o c’è qualche accorgimento da seguire? Inoltre, se la faccio stasera verso le 21.00-21.30, può stare fino a domattina, diciamo verso le 8.00? Spero tu mi legga così da rispondermi in tempo. In ogni caso grazie

  21. Manuela 27 maggio, 2016 - 15:18 Rispondi

    ciao, mi collego qua anche io perchè vorrei farle con lievito madre liquido e mi interessa capire se le altre quantitià possono rimanere invariate o devo modificarle. Mi basta anche il conteggio con PM solida :)

  22. diletta 5 giugno, 2016 - 18:17 Rispondi

    ecco quello che cercavo!!! ma il mio stampo da plumcake è di 30×10 cm. va bene ugualmente o verrà meno soffice e gonfia come la tua? nel caso come posso modificare la ricetta per il mio stampo?
    grazie per l’aiuto e buona fortuna per le tue prossime ricette :D
    diletta

    • 6 giugno, 2016 - 06:54 Rispondi

      Ciao Diletta! Il tuo stampo è perfetto! Mi raccomando che la tua brioche dolce con solo albumi prima di infornarla sia perfettamente lievitata ai bordi del tuo stampo! Questo è l’indicatore principale che verrà fuori una brioche soffice soffice ed areata :) fammi sapere! bacione!