Struffoli: la Ricetta originale napoletana passo passo

Gli Struffoli sono un Dolce Natalizio tipico napoletano, che nel mese di Dicembre, spopola nelle forme più svariate e nelle decorazione più ricche e colorate, in ogni pasticceria campana e che si prepara anche in casa, da servire o regalare in prossimità delle Feste di Natale! Si tratta di golose palline, piccoli pezzettini di pasta, a base di farina, uova, burro e liquore all’anice, prima fritti in abbondante olio, poi caramellati nel miele e contemporaneamente conditi con confettini colorati; momento in cui, ancora caldi, vengono disposti in un piatto da portata e gli viene data la forma desiderata, che può essere una semplice piramide, una deliziosa ciambella, un albero di natale  e infine decorati con frutta candita a scelta!

  Struffoli, la Ricetta originale napoletana passo passo - Ricetta Struffoli

Un dolce ricco, importante, che ha origini antichissime e per tutti quelli che si stanno chiedendo come mai si chiamano Struffoli: la versione più attendibile rintraccia un’attinenza con il verbo “strofinare” che in realtà è il gesto che si compie quando si prepara la pasta per arrotolarla a forma di cilindro prima di tagliarla a pezzettini e formare quindi le palline.   Quella che vi regalo, è la Ricetta originale degli struffoli napoletani, tramandata dalla mia famiglia, che pubblicai ancor prima di aprire il blog nel 2011 su Facebook; oggi ve la presento corredata da consigli e trucchi passo passo  affinché possiate realizzare facilmente in casa Struffoli buoni come in pasticceriaStruffoli morbidi, dal cuore tenero che si scioglie in bocca, dalla crosticina caramellata e gusto squisito, che restano gustosi e fragranti anche dopo vari giorni! Per quanto laboriosi, gli Struffoli, sono molto semplici da realizzare, richiedono solo un un pò di tempo a disposizione per arrotolare cilindri e staccare le varie palline; una volta realizzati, si friggono e si condiscono in pochissimi minuti! Il gusto squisito e il meraviglioso aspetto di questo dolce, vi ripagherà del tempo speso! Perfetti per concludere la cena della Vigilia, il pranzo di Natale, il cenone di Capodanno, da servire in prossimità delle feste natalizie all’arrivo di ospiti improvvisi! Si possono preparare con largo anticipo in prossimità di buffet e party e sono ideali anche da Regalare! Preparateli insieme agli altri Dolci di Natale e lasciatevi conquistare dalla golosità degli Struffoli napoletani!

Ricetta Struffoli

TEMPI DI PREPARAZIONE
Preparazione Cottura Totale
Ingredienti
Quantità per 8 – 10 persone

Per l’impasto

  • 400 gr di farina ’00 
  • 3 uova medie
  • 80 gr di burro fuso freddo
  • 40 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di liquore all’anice oppure rum 
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 600 ml circa di olio per friggere

Per decorare

  • 300 gr di miele 
  • 2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
  • 3 cucchiai di confettini colorati 
  • qualche confetto cannellino (detti anche “diavolilli” confetti bianchi dalla forma allungata e gusto di cannella)
  • 1 cucchiaino di perline di zucchero color argento
  • 50 gr di frutta candita a scelta (ciliegie, scorza d’arancia, cedro)
Burro, strutto oppure olio?

Nell’antica ricetta di mio nonno è previsto l’uso dello strutto sia nell’impasto sia per friggere gli struffoli. Con il passare del tempo mamma e zia iniziarono a sostituire lo strutto con il burro e il risultato che vi propongo è divinamente buono! Ad ogni modo, se volete, potete utilizzare 60 gr di strutto nell’impasto Nelle ultime elaborazioni ho provato anche a sostituire il burro con l’olio e il risultato è ugualmente buonissimo. In questo caso, potete usare 80 gr di olio di semi di girasole. Con il passare del tempo ingrediente che piano piano è stato sostituito con il burro. Il rPrima di mamma, gli struffoli, li preparava nonno e ancora prima nonnino, loro usavano lo strutto, sia per preparare l’impasto sia per friggere gli struffoli. Con il passare del tempo la nonna, mi racconta mamma, iniziò a sostituire lo strutto con il burro e il risultato, quello che vi propongo oggi è divinamente buono ugualmente. Ad ogni modo se volete utilizzare lo strutto nell’impasto,  utilizzatene 60 gr non di più. In alternativa potete utilizzare 80 gr di olio di semi a scelta.

Il liquore giusto per gli Struffoli

Secondo la ricetta originale, gli struffoli vanno preparati con il liquore all’anice che con il suo profumo molto intenso contraddistingue proprio questo dolce. Se non vi piace o non lo avete in casa, potete sostituirlo con rum, limoncello oppure liquore all’arancia.

L’aggiunta di lievito per Struffoli morbidi

La ricetta originale napoletana non prevede l’uso di lievito. Ad ogni modo una piccola percentuale di lievito nell’impasto vi permette un risultato migliore, Struffoli morbidi, leggeri e squisiti.

Procedimento

Come fare gli Struffoli secondo la Ricetta originale napoletana

Prima di tutto, fondete il burro e lasciate raffreddare, pesate lo zucchero, preparate il liquore.

In una ciotola capiente, dove andrete poi a lavorare l’impasto, miscelate insieme la farina e il lievito setacciato, il sale e le bucce grattugiate degli agrumi:

Come fare l'impasto degli struffoli 1 - Ricetta Struffoli

Poi aggiungete alla farina, lo zucchero, il burro e il liquore.

Girate con l’aiuto di un cucchiaio di legno, in modo da realizzare una sabbiatura.

Fate un foro al centro e aggiungete le uova:

Come fare l'impasto degli struffoli 2 - Ricetta Struffoli

Con l’aiuto di un cucchiaio girate e amalgamate gli ingredienti.

In pochi secondi l’impasto si compatterà:

Come fare l'impasto degli struffoli 3 - Ricetta Struffoli

Proseguite con le mani, impastate qualche secondo fino ad ottenere una pasta omogenea, priva di grumi:

Impasto Struffoli - Ricetta Struffoli

Avvolgete l’impasto in una pellicola e lasciate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Come realizzare gli Struffoli:

Trascorso il tempo di riposo, staccate dall’impasto un pezzo da circa 50 /70 gr.

Strofinatelo sul piano di lavoro come per realizzare un cilindro lungo (un salsicciotto) dello spessore di 1 cm (non fatelo più grande, altrimenti gli struffoli risulteranno eccessivamente grandi, in fase di cottura, visto il pizzico di lievito aumenteranno di qualche millimetro)

affettate il cilindro realizzato, con l’aiuto di un coltellino o di un tarocco e staccate tanti piccoli pezzetti della grandezza di 1 cm

A questo punto potete lasciare i vostri struffoli così a pezzetti oppure dagli la forma di palline arrotolandoli tra i palmi delle mani:

Come realizzare le palline di struffoli - Ricetta Struffoli

Se volete ottenere delle palline, i tempi di preparazione si allungano leggermente, perché ogni quadretto va modellato tra i palmi delle mani fino ad ottenere delle sfere ben chiuse, però il risultato finale e deliziosamente bello. Ad ogni modo a voi la scelta a seconda del tempo che avete a disposizione.

Proseguite a realizzare tutti gli struffoli in questo modo fino ad esaurimento ingredienti:

Struffoli pronti - Ricetta Struffoli

Variante Struffoli al forno

Man mano che li realizzate, disponeteli in una teglia foderata di carta da forno ad una distanza di 1 cm. Cuocere in forno caldo a 180° per 12 minuti circa

Come Friggere gli Struffoli:

Prima di tutto, ponete sul fuoco un pentolino della dimensione 18 cm a bordi alti con metà dell’olio per friggere indicato.

Il mio consiglio è di cambiare l’olio 1 volta durante le varie fritte, questo per garantire profumo e sopratutto una doratura ottimale ai vostri Struffoli.

Cuocete pochi pezzi alla volta (massimo 15) questo per evitare eccessiva schiuma, che andrete a togliere con un mestolo forato, non appena si formerà! Immergete dunque in olio bollente, girateli un paio di volte, in 30-40 secondi saranno pronti.

Gli Struffoli sono fritti alla perfezione quando risultano dorati non scuri o anneriti.

Come friggere gli struffoli - Ricetta Struffoli

Tirateli fuori con un mestolo forato.

Scolateli su un piatto da portata precedentemente foderato da una carta assorbente o scottex:

Struffoli fritti - Ricetta Struffoli

Friggete e scolate secondo le indicazioni tutti gli struffoli, avendo cura di scolarli su nuove carte assorbenti e di disporli asciutti e scolati, da parte in una ciotola.

Come Condire gli Struffoli:

In una casseruola che possa contenere tutti gli Struffoli realizzati, versate il miele e lo zucchero a velo vanigliato.

fate sciogliere a fuoco molto basso, girando con un cucchiaio di legno:

Miele sciolto con lo zucchero - Ricetta Struffoli

Allontanate dal fuoco, aggiungete gli Struffoli, la maggior parte dei confettini e delle perline, lasciando da parte solo qualcuna per decorare il piatto finale.

Girate bene, affinché il miele possa irrorare ogni pallina:

Come condire gli struffoli - Ricetta Struffoli

Aggiungete in pentola anche i canditi, io li preferisco tagliati a pezzi grossi, perché sono più coreografici, irrorate di miele anche loro in modo che risultino belli lucidi.

Come decorare gli Struffoli

Quanto tutti gli Struffoli sono ben conditi, ma ancora caldi, trasferiteli subito su un piatto da portata.

Non aspettate troppo per fare quest’operazione. Quando il miele inizia ad indurirsi diventa poi difficile dargli una forma e modellarli.

Direttamente nel piatto, potete dargli la forma che più vi piace, potete scegliere la classica piramide con le ciliegie candite intorno con ho fatto io, a forma di albero di Natale, adagiando le palline sulle punte, oppure a forma di ciambella, aggiungendo le ciliegie a raggio in superficie.

Infine spolverate con i restanti confettini e perline e decorate con i pezzi di frutta candita.

Vi consiglio di non esagerare troppo con confettini e codette colorate,  questo per evitare che il sapore degli struffoli originali venga compromesso dal gusto di zuccherini e confetti.

Gli Struffoli napoletani sono pronti per essere serviti oppure impacchettati per un regalo goloso per il vostro Natale

Struffoli, la Ricetta originale napoletana passo passo - Ricetta Struffoli

Conservare gli Struffoli

Si conservano perfettamente a temperatura ambiente per 1 settimana – 10 giorni. Potete lasciarli nel piatto da portata, alzatina in cui avete scelto di servirli. Più passano i giorni più si impregnano di profumo e sapore.


5 per 2 voti
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
44 Commenti
  1. Claudia

    Ma lo sai che ero convinta fossero dolcetti per carnevale???? li ho assaggiati solo una volta in vita mia.. Grazie per la ricetta.. baci e buon lunedì :-*

    1. Simona Mirto

      Carissima! Gli struffoli sono un must del Natale, sopratutto a Napoli… so che si preparano anche in Calabria forse per Carnevale! un bacione amica!

      1. Giuseppina

        Carissima, gli Struffoli sono un dolce natalizio, che viene realizzato anche per tutta la durata delle feste: ossia S. Silvestro, Capodanno, Epifania, o come noi diciamo, per la Befana. So pero’ che sono anche un dolce di Carnevale, assieme a tanti altri dolci fritti, come le Frappe, a Perugia, i guanti, in Campania, e cosi’ via. Tutti i dolci fritti vanno bene per Carnevale. Io faccio gli Struffoli anche per Pasqua perché penso che questo favoloso dolce, di facile realizzazione, che si puo’ realizzare anche non avendo un forno, è sempre bello da vedere e buono da gustare. Sono aperta a tutti i suggerimenti di ricette, e non solo per gli struffoli.

        1. Simona Mirto

          Benissimo cara :)

  2. Flavia

    Stupendi!! foto e ricetta come sempre minuziosa e dettagliata! Simo ma se li lascio senza fare le palline, vengono squadrati oppure gonfiandosi si “aggiustano” ?

    1. Simona Mirto

      Ciao Flavia! Guarda se non buoi perdere troppo tempo, puoi provare a preparare i tuoi Struffoli senza renderli tondi, certamente gonfiandosi nell’olio bollente ripristineranno un pò la forma.. :** un bacione!

  3. Ale - Dolcemente Inventando

    Sono bellissimi e un pò diversi da quelli calabresi ma li amo tanto comunque perché mi ricordano tanto mia nonna e i natali da bambina ! Complimentiia cara e un bacione

  4. saltandoinpadella

    Non li ho mai assaggiati e neanche mai fatti ma sospetto che a casa mia non arriverebbero neanche alla fase glassatura col miele ma finirebbero prima, appena usciti dall’olio.

  5. Imma

    Devo iniziare a prepararli anch’io tesoro ma solo ancora in pieno shopping natalizio:-D:-D:-D mi metterò all’opera la prossima settimana e che dire, i tuoi sono una meraviglia come tutto quello che fai!! Tvbbbbbb

  6. Lilli nel paese delle stoviglie

    mamma mia che squisitezza, li ho mangiato un paio di volte soltanto, al nord non usa mangiarli a meno che non vai da qualcuno del sud, bellissimi e tu sempre più brava, un bacione bellezza!

  7. cristina

    ed ecco la ricetta che aspetto da una vita….. :) e ti ringrazio davvero!!! cristina

    1. Simona Mirto

      Ciao Cristina! grazie a te! adesso che hai la Ricetta degli Struffoli, non ti resta che preparali! Fammi sapere un bacione

  8. cristina

    ah,dimenticavo..fai delle foto così belle che sembra di avere ciò che hai preparato proprio qui,nel piatto davanti a me,pronte per essere gustate…fanno proprio venire …la famigerata “acquolina”!!!

  9. m4ry

    Hai cominciato pubblicando le ricette su FB ? Dai…non ne avevo idea…:) Gli struffoli mi hanno sempre incuriosita, fin da quando li ho assaggiati ( la prima e unica volta ) qualche anno fa…mi sono piaciuti tantissimo. Quindi, questa ricettina passo passo è l’ideale, chissà che non mi venga voglia di provare a farli ;) Bacini amica bella <3

  10. Luisa Piva

    mai provati nè assaggiati.. ma mi piace conoscere le tradizioni regionali delle feste.. e mi piacerebbe assaggiarli!! i tuoi soprattutto! ispirano davvero clima natalizio..

  11. anna

    Sei bravissima ,chiarissima e continua sempre così questa è la ricetta perfetta. Questo dolce è tipico del sud. Io lo faccio spesso. Complimenti per le spiegazioni passo per passo.

    1. Simona Mirto

      Ciao Anna: grazie mille per i complimenti, sono immensamente felice che i passo passo e le spiegazioni minuziose siano utili … un caro saluto a te!

  12. Teresa

    gonfiandosi si aggiustano da soli

    1. Simona Mirto

      Ciao Teresa! Sì gonfiandosi si aggiustano un pochino se li affetti solamente ;))

  13. Elena

    Sono celiaca, pensi Che possa usare lamia farina x dolci, oppure la farina di riso o la fecola?

  14. Monica

    Ciao Simona, sono una specialità anche salentina, da noi sono chiamati purceddhuzzi :*

  15. Simona Mirto

    Ciao Elena! puoi utilizzare anche la farina senza glutine , i tuoi struffoli verranno perfetti ;) fammi sapere un bacione!

  16. Simona Ferretti

    Il miele non mi indurisce gli struffoli mi sapete dire il perché ?

    1. Simona Mirto

      Ciao Simona! il miele non deve indurire gli struffoli, bensì legarli in un abbraccio morbido, colloso, ma delicato! un caro saluto :**

  17. mariapia

    Perché usi zucchero vanigliato per condire gli struffoli . Altre ricette usano semolato. Invece altre solo miele caldo e aromi . Sono confusa . Qual è metodo migliore ?

  18. Antonella

    Finalmente la ricetta perfetta per fare gli struffoli originali! sono venuti buonissimi!!!

    5
  19. Ariella Desimoni

    sono anni che li faccio sempre mettendo solo l’anice nell’impasto. Oggi non l’avevo in casa e ho messo solo buccia d’arancia grattugiata e aroma di limone nell’impasto…ragazze, sono venuti favolosi !!!

  20. luigi esposito

    Per caso facendo zapping sul pc, desideravo ciò che gustavo a Napoli tempo fa. Ho trovato un mare di piatti e ricette, ovvero tutte. Io napoletano di nascita ho girovagato per l’Italia per poi accasarmi a Roma, mia moglie è romana, e come ho gustato altre ricette italiane, desideravo gustare un pò di ricette della mia terra natìa. Ora non ci resta che metterci all’opera, grazie Simona, ti auguro un Sereno Natale e un Spumeggiante Anno Nuovo.

    5
  21. Teresa Moraldo

    Sì possono cuocere anche al forno, grazie

    1. Simona Mirto

      Ciao Teresa, non ho mai provato a cuocerli in forno, ad ogni modo puoi provare, facendo attenzione a cuocerli poco per evitare che si induriscano!

  22. pietro

    ciao simon per caso girando sul web mi sono imbattuto sulla tua ricetta di struffoli dolci. ho visto che pochi uomini notano la tua ricetta. comunque mi sono detto fammi vedè, fossa ca fossa la vorta bona. bene stò alla ricerca da tanti anni di struffoli morbidi, uaooooooooooooooooooo finalmente li ho trovati grazie a te che con quel tocco di lievito per dolci hai dato una morbidezza favolosa ai tuoi struffoli. complimentissimi da un napoletano grandino, cioè pensionato che per anni ha mangiato struffoli duri; e che finalmente grazie alla tua ricetta, posso dirlo? ma si ” sè cunsulato” ossia ne ha goduto la fragranza. grazie ancora.

  23. Manu

    Ciao sono napoletana e ho voluto provare i tuoi struffoli. I più buoni che abbia mai mangiato. Complimenti. By Manu.

    1. Simona Mirto

      Ciao Manu! Sono veramente felicissima che gli struffoli siano risultati perfetti:) un abbraccio!

  24. Salvo

    Ciao, sia l’anno scorso che quest’anno ho fatto gli struffoli con la tua ricetta e devo dire che sono buonissimi, solo non capisco perché una volta che gli struffoli si sono raffreddati non appaiono lucidi come i tuoi e non si attaccano tra di loro, mi sapresti dire il motivo? Ho usato miele biologico millefiori e zucchero a velo.

    1. Simona Mirto

      Ciao Salvo! Felice che gli struffoli ti siano piaciuti! Secondo me il fatto che non vengono lucidi è questione di miele, alcuni dopo la cottura un pochino tendono a cristallizzare. Utilizza miele liquido d’acacia. Il fatto poi che non si “incollano” troppo secondo me è solo un bene… nel senso che quando si induriscono eccessivamente non sono piacevoli al palato (E lì è questione anche di impasto. Usa 2 cucchiai in più di miele, per farli risultare più compatti! Fammi sapere :*

  25. Angela

    Ciao con questa dose quanti struffoli riesci a fare? Dovrei realizzare un tre , quattro piatti da regalare ; triplico la dose?

    1. Simona Mirto

      Ciao Angela! puoi anche solo raddoppiare ne escono 3 belle porzioni di struffoli da regalare;)

  26. Gloria

    Io quando li metto nel miele aggiungo un po’ di scorza di limone e arancia. .perché non siamo amanti di canditi. ..rimangono molto buoni. ..infine la monpariglia.

  27. Sara

    Quanto lievito per queste dosi? Una bustina

    1. Simona Mirto

      Sara c’è scritto : ne basta 1 cucchiaino raso ;)

  28. Fra

    Ciao,. come al solito ti faccio i complimenti per le tue ricette e per le meravigliose istruzioni,!! Dato che sono astemia, posso omettere qualsiasi tipo di liquore o devo.comprarne uno?

    1. Simona Mirto

      Ciao Fra! guarda, puoi sostituire con succo d’arancia, però il mio consiglio è quello di usare un liquore per regalare profumo, senza liquore gli struffoli perdono un pochino. Magari usa il rum o lo strega che sono meno invasivi, ad ogni modo 2 cucchiai su un impasto così grande sono veramente pochissima quantità ;)

  29. Rosaria

    Li ho fatti oggi secondo le dosi della ricetta. Non avevo l anice e nell impasto ho messo 2 cucchiai di limoncello….. Sono venuti fantastici… Andati a ruba ✌️

    1. Simona Mirto

      Ciao Rosaria! Sono felicissima di questo :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.