Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Torta all'arancia, la ricetta perfetta

Torta all'arancia- la Ricetta perfetta - Ricetta Torta all'arancia

La Torta all'arancia è una torta davvero speciale e golosa, realizzata con succo e buccia d'arancia nell'impasto e glassata con uno sciroppo di arance, realizzato con il succo filtrato di questo agrume e zucchero a velo. Una delizia unica, vitaminica e sana, dal gusto fruttato e un profumo deciso di arancia. La consistenza è deliziosamente umida e morbida, si scioglie al morso anche dopo giorni, non solo per la consistenza (già di suo) scioglievole, ma anche grazie allo sciroppo, che rende la superficie della torta piacevolmente caramellata e bagnata e con il passare delle ore, penetra piacevolmente dentro della torta, rilasciando il suo profumo e sapore agrumato. Da tempo, ero alla ricerca della Torta all'arancia perfetta secondo i miei gusti: il giusto compromesso tra morbidezza e sapore d'arancia, consistenza umida e topping caramellato... Dopo vari tentativi, sono arrivata a questa ricetta, che a detta di chi l'ha provata, è una delle torte più buone che abbia mai realizzato fino ad oggi! Poi, è semplicissima da realizzare anche molto veloce, non richiede particolare sforzo, basterà procurarvi delle ottime arance con polpa arancione, con buccia spessa e non trattata e il gioco è fatto, tirerete fuori una Torta all'arancia che farà la sua splendida figura in ogni occasione: come dessert di fine pasto, da esibire per l'arrivo di ospiti o presentare per una ricorrenza speciale. Ottima anche per una merenda genuina, accompagnata da un buon te... Il sapore semplice e non troppo invasivo, si sposa alla perfezione anche con un cappuccio bollente, perfetta dunque anche a Colazione. Adesso che le arance sono di stagione e ci sono in giro proprio quelle migliori, approfittatene e inseritele anche in questa Torta, sono certa che non vi deluderà.

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per 6 - 8 persone - una teglia apribile diametro 16 - 18 cm (va bene anche da 20 cm, sacrificando leggermente l'altezza della torta)

Per l'impasto:

  • 145 gr  di farina '00
  • 145 gr di burro fuso
  • 145 gr di zucchero semolato
  • 2 uova grandissime
  • succo e buccia di 1 arancia a polpa arancione (a buccia spessa, non trattata in superficie)
  • buccia di 1 limone (a buccia spessa non trattato in superficie)
  • 8 gr di lievito in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Per lo sciroppo all'arancia:

  • succo di 1 arancia a polpa arancione (a buccia spessa,  non trattata in superficie)
  • succo di poco meno di 1/2 arancia rossa
  • 5 cucchiai di zucchero a velo

NOTA sulla SCELTA DELLE ARANCE: per ottenere una Torta all'arancia dal gusto deciso e intenso è fondamentale scegliere arance di qualità, il mio consiglio è di acquistare arance con polpa arancione, sono leggermente più aspre rispetto a quelle rosse e si amalgamano meglio alla dolcezza della torta, regalano un gusto forte e indubbiamente più di arancia alla torta. Importante che abbiano la buccia spessa e corposa, le riconoscete subito al tatto: sono dure, crespe e di solito hanno ancora le foglie attaccate al picciolo. Per la glassa invece ho deciso di unire le due qualità arancia: quella a polpa arancione come fondo base e mezza di arancia rossa, non solo per scremare il colore e renderlo più caldo, ma per regalare allo sciroppo all'arancia, un accento più dolce. Naturalmente queste sono solo indicazioni, sfumature, se volete ottenere il risultato così come l'ho descritto. In mancanza delle due qualità di arance potete utilizzarne soltanto una, importante però che non siano trattate in superficie con additivi, perchè andrete ad utilizzarne anche la buccia.

Procedimento:

Come fare la Torta all'arancia

Prima di iniziare disponete in una ciotola: la buccia di arancia e il suo succo filtrato, la buccia del limone e 1 cucchiaino di vaniglia.

Mescolate bene :

Marinatura di aromi - Ricetta Torta all'arancia

Coprite la ciotola con una pellicola e lasciate che gli aromi restino in infusione per almeno mezz'ora. Il tempo che diano vita ad una marinatura intensa.

Fondete il burro e lasciatelo raffreddare da parte, è importante che quest'ultimo sia freddo quando lo aggiungete all'impasto.

Montate, con l'aiuto delle fruste elettriche o la planetaria, le uova con lo zucchero e l'altro cucchiaino di vaniglia.

Frullate per almeno 5', fino ad ottenere un composto chiaro, spumoso e vellutato:

Preparare la Torta all'arancia - Ricetta Torta all'arancia

Aggiungete a filo, mescolando a velocità media, il burro fuso ormai freddo. A seguire, aggiungete a filo, sempre mescolando, la marinatura di aromi con il succo di arancia e infine, abbassando la velocità, aggiungete a cucchiaiate la farina precedentemente setacciata insieme al lievito e il sale.

Basteranno pochi secondi e otterrete un impasto vellutato.

Inserite il composto della vostra torta all'arancia in una tortiera apribile precedentemente imburrata e infarinata:

Impasto pronto per la cottura - Ricetta Torta all'arancia

distribuite bene il composto in modo che la superficie risulti piatta e  cuocete in forno a 160° per circa 30' senza mai aprire il forno.

Quando la torta è ben gonfia e leggermente dorata, al termine del tempo indicato, spegnete il forno e lasciate riposare ancora un paio di minuti a forno spento.

Fate comunque la prova stecchino perchè i minuti di cottura potrebbero variare da forno a forno.

Tirate fuori la torta e lasciate raffreddare su una gratella per almeno 1 ora.

Trascorso il tempo di raffreddamento,  preparate la lo sciroppo all'arancia:

In un pentolino mescolate: il succo filtrato di un'arancia a polpa arancione e il succo di poco meno di mezza arancia a polpa rossa, insieme a 5 cucchiai di zucchero a velo.

Ponete sul fuoco e lasciate cuocere per un paio di minuti. Aspettate che arrivi a bollitura (il composto deve riempirsi di bollicine)

Girate velocemente con un cucchiaio e controllate la consistenza dello sciroppo allontanando periodicamente dal fuoco affinchè non bruci : lo sciroppo da ottenere è una glassa lucida e morbida, non troppo caramellata ma nemmeno troppo liquida:

Come preparare la glassa-sciroppo all'arancia- Ricetta Torta all'arancia

Capovolgete la torta, per avere una superficie piatta e irrorate la superficie con lo sciroppo appena preparato. Distribuite bene ai margini in modo che anche i lati vengano irrorati.

La Torta all'arancia è pronta per essere servita.

Torta all'arancia- la Ricetta perfetta - Ricetta Torta all'arancia

Si conserva perfettamente 5 giorni a temperatura ambiente. Se avete una campana per torte è il modo migliore per conservarla.

Con questa ricetta partecipo al contest di Ambra in collaborazione con "Cuore di"

Auguri per i tuoi 5 anni di blog


Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

77 commenti

  1. Imma 23 gennaio, 2015 - 09:11 Rispondi

    Tesoro mio come stai?Passata la febbre???Spero proprio di si e wowwww questa torta ha illuminato la mia giornata!!!!E’ divina e poi di te mi fido ciecamente deve essere davvero sublime e dal profumo paradisiaco quindi scatta subito il copia e incola subito!!Ti abbraccio forteeeee,Imma

  2. Claudia 23 gennaio, 2015 - 10:17 Rispondi

    Le adoro le torte all’arancia.. sai che io ne faccio una molto simile ma con lo sciroppetto molto denso spalmato nella metà della torta azichè sopra? La tua però..ha davvero un ottimo aspetto.. adatta a colazione adesso!!!!! smack e buon w.e. :-)

    • 23 gennaio, 2015 - 10:34 Rispondi

      Buongiorno Cla:* Quindi usi uno sciroppetto che funge da farcitura? deve’essere proprio buona:) in questo caso, lo sciroppo viene parzialmente assorbito dalla torta e diventa un piacevole tutt’uno:))
      un abbraccio a te e buon fine settimana carissima:**

  3. Marghe 23 gennaio, 2015 - 10:58 Rispondi

    Delle tue ricette impossibile non fidarsi, sono certa che il risultato sarà una bomba <3
    Un abbraccio bellissima, con tanto affetto!
    Passa un weekend meraviglioso

  4. Carmen 23 gennaio, 2015 - 11:44 Rispondi

    Ciao Simona questa torta è stupenda come tutte le tue creazioni! ti volevo chiedere se le tarocco vanno bene, vorrei consumare quelle che ho già! grazie mille!!

    • 23 gennaio, 2015 - 13:50 Rispondi

      Ciao Carmen bentrovata:* se hai solo quelle e devi consumarle va bene lo stesso…. solo che come scrivevo tra i consigli le arance rosse tra cui anche le tarocco, sono più dolci e delicate rispetto a quelle a polpa arancione e regalano di conseguenza un profumo meno intenso di arancia alla torta. Io personalmente, visto che ho provato la torta all’arancia sia con le rosse che con le classiche trovo che le arancioni diano un sapore più deciso anche se ad onor del vero anche con le rosse viene fuori una torta deliziosa ed è piaciuta molto:) se invece vuoi un gusto di arancia intenso, ti consiglio di usare quelle a polpa arancione, più aspre, con buccia grossa e spessa:)

  5. aria 23 gennaio, 2015 - 12:22 Rispondi

    oggi voglio fare anche io una torta all’arancia, ne ho comprate di bellissime! e anche la tua non mi sfuggirà! davvero non ti arrivano più i miei aggiornamenti? ma da cosa potrà dipendere? uff, io con la tecnologia sono veramente pessima…infatti credo che se mi apllicassi di più il mio blog avrebbe più visibilità, ma non so proprio fare :(

  6. Maddy 23 gennaio, 2015 - 12:36 Rispondi

    Ciao tesoro, ne parlavamo proprio al telefono di questo capolavoro, ma sinceramente non me l’aspettavo così invitante. Come ti dicevo anche mia mamma ha una ricetta buonissima del dolce all’arancia che soprattutto in questo periodo spopola tutte le domeniche, ma la glassa è diversa e anche il procedimento. Il tuo è molto più veloce e semplice, le mosse, come sempre dalle foto capisco tutto, sono davvero poche e il risultato è senza dubbio strepitoso!!!! ti giuro sono rimasta abbagliata, quando ho visto la foto su fb! bravissima come sempre tesoro mio, sono fiera di te, ancora una volta e sempre!!!! ti voglio bene!
    Maddy

  7. SABRINA RABBIA 23 gennaio, 2015 - 16:12 Rispondi

    adoro l’aroma dell’arancia, i dolci vengono morbidi , profumati e golosi!!!!Bellissima torta, bravissima!!!Baci Sabry

  8. Clara 23 gennaio, 2015 - 15:13 Rispondi

    Simo ma è davvero spettacolare questa torta così alta, umida e ricca di arance! Ho super voglia di farla ADESSO … rileggo ancora una volta con attenzione i passaggi perché gli ingredienti li ho TUTTI!!! Ti lascio un bacione gigantissimo

  9. notedicioccolato 23 gennaio, 2015 - 16:02 Rispondi

    che meraviglia Simona, sembra di sentirne il profumo attraverso lo schermo. adoro i dolci aromatizzati agli agrumi e questa torta dev’essere paradisiaca a dir poco, di quelle che si sciolgono in bocca e una fetta non è mai abbastanza
    un bacione, buon we

  10. Francesca P. 23 gennaio, 2015 - 19:34 Rispondi

    Ultimamente ho un debole per i cibi di colore arancione e questa ricetta, se avessi ora le arance, l’avrei fatta subito! Domani vado a fare scorta, solo a vedere la superficie così glassata mi vengono gli occhi a forma di agrume! :-) Adoro il modo in cui spieghi tutto, sei una maestra perfetta!

  11. zia Consu 23 gennaio, 2015 - 23:05 Rispondi

    E’ difficile non trovare qualcosa di perfetto da te e questa sfiziosa ricetta è l’ideale x inaugurare il we con gusto ^_^
    Complimenti cara e buon fine settimana <3

  12. Gianni 24 gennaio, 2015 - 00:45 Rispondi

    ciao Simo, la torta è deliziosa, purtroppo non ho trovato le arance con polpa rossa e l’ho sostituita con il succo di arancia rossa Santal, comunque è venuta buona.
    Ciao alla prossima ricetta bacini

  13. Anna 24 gennaio, 2015 - 08:22 Rispondi

    Grazie Simo è buonissimaaaa! Ho raddoppiato le dosi perché avevo solo un stampo con fondo amovibile da 23 cm e avevo letto nella pagina di facebook che era meglio raddoppiare! E’ avanzata solo una fetta per stamattina, con le tue ricette non si sbaglia mai!!! grazie Simona <3 baci Anna

      • 26 marzo, 2015 - 06:55 Rispondi

        Ciao Alessia:* se raddoppi le dosi, la torta all’arancia cuoce più o meno in 40′- 45′ tu controlla il colore e la consistenza dalla finestra del forno, la superficie dev’essere leggermente dorata e la consistenza non liquida… mi raccomando non aprire il forno fino al tempo indicato e abbi cura di non aprire bruscamente, per evitare sbalzi di temperatura:) poi la prova stecchino… Tienimi aggiornata sul risultato! Buona giornata:**

        • Alessia 26 marzo, 2015 - 10:59 Rispondi

          Grazie Simona per i tuoi preziosi consigli! la scorsa domenica l ho fatta seguendo le tue dosi ed è venuta buonissima. le bambine e mio marito l hanno divorata….ed infatti lunedì sera era finita!!!! quindi la prossima volta la raddoppio! incrociamo le dita!!! buona giornata anche a te! :)

          • 28 marzo, 2015 - 10:22

            Ciao Alessia:* felicissima che la torta all’arancia ti sia piaciuta… è morbidissima e buonissima e qui continuano a chiederla :) ok, per la dose doppia allora! :) un abbraccio a te :*

  14. frency860 24 gennaio, 2015 - 11:31 Rispondi

    Wow! Credo la farò subito perché ho tutto! Tranne lo zucchero a velo per lo sciroppo…va bene lo stesso zucchero semolato? Stesse quantità? Grazieeee

    • 24 gennaio, 2015 - 11:49 Rispondi

      Ciao Frency:) benvenuta:* si, puoi usare lo zucchero semolato nelle stesse quantità, assaggia a metà cottura per renderti conto se è abbastanza dolce oppure se lo sciroppo necessita di ancora un pochino di zucchero.
      Attenzione che lo zucchero semolato è più lento a sciogliersi e tende a caramellare prima, quindi poni a fuoco basso, allontanando di tanto in tanto dalla fiamma;)
      tienimi aggiornata sul risultato:* a presto!

      • frency860 24 gennaio, 2015 - 16:42 Rispondi

        Alla fine ho usato lo zucchero a velo, l’ho comprato perché tanto avevo finito anche lo zucchero semolato :) comunque la torta è semplicemente deliziosa! Leggera e delicata… Si scioglie in bocca…

  15. Rosa Boccia 24 gennaio, 2015 - 15:27 Rispondi

    Scusa la mia impertinenza, ma devo dirtelo. Le tue ricette sono straordinarie, perchè non è possibile fare “copia-incolla”? In attesa di risposta ti ringrazio e ti saluto
    Rosa

    • 24 gennaio, 2015 - 18:05 Rispondi

      Ciao Rosa:* ti ringrazio dei complimenti:) purtroppo ho dovuto limitare il “copia-incolla” perchè ritrovavo pezzi dei miei scritti (a volte anche intere ricette scritte di mio pugno) in giro per tutto il web e dopo tutto il lavoro che faccio, mi è sembrato giusto, impedire furti di questo tipo. Per voi tutti, c’è sempre la possibilità di stampare la ricetta, oppure di scaricarla in pdf :) mi rendo conto che sarebbe più comodo copiare e incollare ma spero tu possa capire la mia posizione:*
      Un caro saluto:)

  16. Alessandra 25 gennaio, 2015 - 18:33 Rispondi

    Ciao, la domanda che ti sto per fare non riguarda la ricetta, ma vorrei sapere dove posso comprare l’estratto di vaniglia, vedo che lo usi spesso nelle tue ricette! L’ho già cercato in tutti i supermercati della mia zona, ma non si trova.. ci sono solo le fialette della paneangeli con una specie di aroma di vaniglia ma non è la stessa cosa, la vanillina e le bacche(io uso quelle in alternativa) ho provato a chiedere anche in erboristeria e mi hanno risposto “cosa intende per estratto di vaniglia?” cioè… non so più dove cercarlo… negozi bio forse? (su internet di solito non compro, a meno che non ci sia la possibilità di pagare alla consegna, almeno sono sicura).. so che si può anche fare in casa, ma preferirei acquistarlo già fatto, finito e pronto all’uso xD
    Ciao e scusa per la domanda fuori argomento!

    • 28 gennaio, 2015 - 14:25 Rispondi

      Ciao Alessandra:* l’estratto di vaniglia oppure essenza pura di vaniglia è uno sciroppo liquoroso realizzato con baccelli morbidi di qualità. Ha un colore scuro e profumo intenso di vaniglia. In Italia è difficile reperirlo perchè c’è la tassa alcolici da pagare su questo prodotto e vista la poca richiesta i negozianti non lo ordinano :( I pochi che lo vendono, sono le erboristerie più fornite e alcuni negozi bio. Di solito te lo fanno pagare caro per i motivi citati sopra e lo vendono in porzioni molto piccole: 30 ml – 50 ml. Ecco che ho deciso di guardare al mercato estero dove l’estratto o essenza pura di vaniglia è molto utilizzata. Di solito compro su Amazon (adesso non so se c’è la possibilità per questo tipo di prodotto, di pagare con contrassegno, una cosa è certa, che Amazon è il miglior store on line per acquisti, io compro almeno 1 volta a settimana, a volte è capito di dover restituire o altro… e sempre le pratiche sono andate a buon fine, sono puntuali, precisi e io mi trovo davvero molto bene)
      Tornando alla vaniglia, di solito acquisto più scorte alla volta, i prezzi si aggirano intorno alle 10 euro per ogni flacone da 120 ml, che alla fine si rivela molto più economico rispetto ai 30 ml (se e quando li trovi) venduti in Italia a circa lo stesso presso. La marca che utilizzo è Nielsen-Massey (estratto di Vaniglia del Madagascar) e puoi acquistarla a questo link : http://www.amazon.it/Nielsen-Massey-Pure-Vanilla-Extract-118Ml/dp/B000YPCEQY/ref=sr_1_1?s=kitchen&ie=UTF8&qid=1422450093&sr=1-1&keywords=vanilla+extract
      Stessa cosa, faccio per i baccelli di vaniglia. In Italia è molto difficile reperire i baccelli morbidi (veri) che tagli longitudinalmente e ricavi la polpa, quella che poi serve per aromatizzare il dolce alla stessa maniera dell’estratto di vaniglia.
      Spero ti sia stata d’aiuto… se hai altri dubbi scrivimi pure:*
      Un caro saluto:*

  17. Emanuela Martinelli 27 gennaio, 2015 - 16:33 Rispondi

    Di torte all’arancia se ne vedono tante in giro ma questa sembra avere una consistenza completamente diversa, più umida e che si sciglie in bocca. Una agrumina fissata come me non può non provarla!Un bacio carissima.

  18. Ilaria Renzi 28 gennaio, 2015 - 13:25 Rispondi

    Ha una consistenza così spugnosa che viene davvero la voglia di gettarsi a capo fitto nell’assaggio di questa delizia.
    E con quel bello sciroppo esterno che la rende così brillante è ancora più bella.

  19. marisa 7 febbraio, 2015 - 12:13 Rispondi

    ciao Simona, volevo chederti se in sostituzione del lievito in polvere è possibile usare il lievito madre… se si può, in che proporzione? grazie

    • 7 febbraio, 2015 - 17:43 Rispondi

      Ciao Marisa bentrovata:) Per realizzare questa torta all’arancia è indispensabile il lievito in polvere ossia un lievito chimico che agisce istantaneamente dentro il forno in fase di cottura, al massimo con il cremor tartaro, lievito chimico naturale. A presto:)

  20. Luana 7 febbraio, 2015 - 20:44 Rispondi

    Ciao Simona, oggi pomeriggio ho fatto questa torta e ti volevo ringraziare perchè è veramente buona ed anche molto semplice e veloce da realizzare. E’ da poco che ti seguo e ti faccio i miei complimenti per le tue ricette che sono spiegate molto bene.
    Un abbraccio :-)

  21. Valentina 8 marzo, 2015 - 12:23 Rispondi

    Ciao Simona
    Ti segnalo che anche questa ricetta, come quella del plum cake non è riuscita…sicuramente c’è un errore
    Il dolce collassa a fine cottura
    Purtroppo ho dovuto buttare tutto

    • 8 marzo, 2015 - 13:05 Rispondi

      Ciao Valentina:* mi spiace che il dolce non sia riuscito.. :( eppure lo hanno provato in tanti, utenti, blogger, amici… sia questa torta all’arancia, che il plumcake allo yogurt che tra l’altro sono diventati veri e propri tormentoni sia su instagram che su fb dove puoi vedere le foto di tutti quelli che li hanno provati con successo… Io credo sia stata un problema di cottura e magari del forno… provo a capire cosa è andato storto, premesso che tu abbia seguito alla lettera le ricette. Usi il forno statico? entrambi vanno cotti in forno statico e non ventilato. Inoltre il problema può essere stato lo sbalzo di temperatura…se tiri subito fuori le torte dal forno sopratutto nei periodi invernali questi risentono dello sbalzo termico… prova a tenerli qualche minuto a forno spento prima di estrarli… tu hai avuto difficoltà in qualche punto dell’esecuzione? Infine Come prova del 9, per capire se il forno va bene, ti consiglio di preparare una torta da te collaudata e verificare … questa cosa è successa ad un’amica tempo fa… un caro saluto:*

  22. Laura 9 marzo, 2015 - 18:19 Rispondi

    ciao, ho provato ora i tuoi muffin con gocce di cioccolato e quelli al cioccolato e sono davvero eccezionali…e ora volevo chiederti se questa ricetta potevo rivisitarla invece che con le arance con il cedro, dato che ho molti cedri in casa e devo usarli….cosa ne pensi???grazie mille in anticipo per la disponibilità!!!!

    • 9 marzo, 2015 - 19:31 Rispondi

      Ciao Laura benvenuta:* sono felice chi i muffins siano stati un successo :) con tanti cedri puoi preparare questa: torta al limone è buonissima e la sostituzione limoni – cedri secondo me è perfetta, po c’è l’aggiunta delle mandorle che mitiga e addolcisce l’aspro degli agrumi e poi ne consumi 4 ;) un bacione:* tienimi aggiornata sul risultato:)

  23. carlotta 9 aprile, 2015 - 20:13 Rispondi

    ciao simona,
    ho fatto la torta in uno stampo da 20 cm ed effettivamente è venuta molto più bassa rispetto alla tua, almeno la metà a guardare le foto… è normale? forse la prossima volta potrei usare le dosi doppie per questo stampo…
    grazie

    • 10 aprile, 2015 - 12:39 Rispondi

      Ciao Carlotta:* sì è normale! più largo è lo stampo più bassa viene la torta… per la prossima volta, usa uno stampo da 22 e raddoppia le dosi, nel caso in cui tu abbia solo 1 stampo da 20 raddoppiando le dosi è possibile che ti avanza un pochino di impasto e puoi realizzare qualche muffin :)

  24. carlotta 13 aprile, 2015 - 19:55 Rispondi

    grazie mille per la risposta… la mia sensazione comunque è di aver commesso un qualche errore nel procedimento perché , pur buonissima di sapore, mi è sembrata un po’ troppo “compatta” all’interno…forse era troppo poco il lievito oppure il burro non era sufficientemente freddo e ha guastato l’impasto…

    • 13 aprile, 2015 - 20:48 Rispondi

      Ciao Carlotta :) se il burro era caldo sicuramente ha bloccato la lievitazione :( il lievito se raggiunge una temperatura di 30° non funziona più… la prossima volta aspetta che il burro sia freddo, fai la prova con una goccia sulle labbra, se al tatto senti che è fresco è perfetto:* buona serata:))

    • 17 luglio, 2015 - 08:24 Rispondi

      Ciao Gioia! La consistenza dovrebbe essere la stessa, un succo vale l’altro, tieni conto che il pompelmo è molto più aspro e acido e la torta all’arancia ha un gusto particolarmente dolce, regalato proprio da questo frutto, ad ogni modo puoi provare se ti piace il pompelmo ;) tienimi aggiornata sul risultato! un caro saluto :**

    • 9 dicembre, 2015 - 06:47 Rispondi

      Ciao Carlo! per avere una torta bella alta come la mia, ti conviene raddoppiare esattamente le dosi :) un caro saluto e tienimi aggiornata sul risultato delle Torta all’arancia :**

  25. 11 gennaio, 2016 - 19:41 Rispondi

    Ciao Mariagrazia! la caratteristica di questa torta all’arancia è proprio una consistenza morbida che si scioglie in bocca, grazie alla percentuale di burro nell’impasto. Volendo puoi sostituirlo con 130 gr di olio di semi, ma il risultato in termini di gusto e consistenza potrebbe cambiare.. un caro saluto!

  26. IVANA 2 febbraio, 2016 - 21:24 Rispondi

    ciao simona ;) il tuo blog mi piace moltissimo e tu sei piuttosto precisa e molto scrupolosa nel testare le ricette :) volevo chiederti cortesemente il peso delle uova.Avevo già visto una ricetta simile ma pensa in avevano messo le arance intere bio frullate ed era venuta veramente buona.

    • 6 marzo, 2016 - 03:30 Rispondi

      Ciao Ivana! il peso delle uova non lo ricordo, ma puoi fare riferimento alla loro dimensione, grandi andranno benissimo e la tua torta all’arancia risulterà perfetta! un caro saluto!

  27. Laura 5 febbraio, 2016 - 16:45 Rispondi

    Ciao Simona! Ho provato questa torta e senza troppe cerimonie ti dico che è la migliore in assoluto che io abbia mai fatto. Ricetta perfetta! Soffice come una nuvola, dolce al punto giusto con uno squisito profumo e aroma di agrumi; non sono mai stata così tanto fiera di un dolce. Io ho una tortiera 24/26 per cui ho aumentato tutte le dosi 220 di farina e così via, ho seguito tutte le istruzioni passo passo compreso setacciare la farina e i tempi di attesa e il risultato è stato davvero sopra le aspettative, la mangiavo e mi chiedevo se l’avessi fatta io.
    Armata di fiducia l’altra sera ho cucinato il branzino al posto del salmone in cartoccio e bang! Altro successo. Stasera zuppa di lenticchie e quando avrò un po’ di tempo mi lancerò con chiacchiere e sanguinaccio.
    Insomma tutte queste righe solo per farti tantissimi complimenti per le ricette e per come le spieghi! Grazie, mi sento un po’ cuoca anch’io.
    Non smettere di scrivere mi raccomando perché se io ho molto da imparare tu molto da insegnare. Davvero, faccio conto sulla tua innegabile esperienza e bravura per imparare a spadellare con gusto e risultato sicuro. Un bacio per il 10 e lode!

    • 6 marzo, 2016 - 04:01 Rispondi

      Ciao Laura! innanzitutto grazie infinite di questo messaggio… sono immensamente felice che mi segui con affetto e che le mie ricette riescano con successo! Felice che questa Torta all’arancia sia la migliore che tu abbia mai provato, io la penso come te… infatti l’ho chiamata ricetta perfetta….un bacione e a presto!

  28. Altea 15 marzo, 2016 - 18:28 Rispondi

    Ciao! Bellissima ricetta, le foto mi hanno stregata e domani la voglio preparare per la mia mamma che compie gli anni. Sono siciliana e di arance suo pieni :) ho un dubbio: secondo Te è preferibile una cottura in forno statico o ventilato? Grazie mille in anticipo

  29. Eugenia 19 marzo, 2016 - 10:48 Rispondi

    Ciao Simona! sto preparando questa torta proprio in questo momento, ho frullato le uova con lo zucchero per “almeno 5′” come dice la ricetta, il composto gia dopo 2′ era spumoso come una meringa(velocita media), ho aggiunto a filo il burro sciolto freddo,poi sempre a filo ho aggiunto la marinata degli agrumi ,e in quest’ultimo passaggio l’impasto e impazzito, per ultimo ho aggiunto la farina con lievito setacciate(e sembra leggermente migliorato). Adesso la torta e nel forno; come mai l’impasto e “impazzito”,tutto a fiocchi??? ho seguito “a la carte” la tua ricetta… PS mi scuso per gli errori(non sono italiana)

  30. Eugenia 19 marzo, 2016 - 10:52 Rispondi

    Comunque complimenti per il tuo blog, e la prima volta che ti seguo. Ci rimango troppo male quando non mi riesce una ricetta,sono sicura che sono io ad aver sbagliato qualcosa, spero che tu mi possa “illuminare” Grazie