Gnocco fritto: Ricetta originale emiliana e segreti passo passo!

Lo Gnocco fritto è un antipasto golosissimo tipico della cucina dell’ Emilia Romagna! Si tratta un impasto del pane a base di farina, acqua, lievito e strutto; lievitato, fritto, solitamente farcito con salumi, formaggi o servito al posto del pane! Morbido, gonfio, saporito, lo Gnocco fritto è una specialità dalla bontà senza paragoni! Che pare sia stata tramandata agli emiliani dai Longobardi durante la loro dominazione; e a seconda della regione emiliana assume un nome diverso: a Bologna  “crescentine fritte” a Parma “torta fritta”, a Modena e Reggio Emilia “il gnocco fritto”, a Piacenza “chisulèn”. E se state cercando la Ricetta gnocco fritto perfetto! Quella da preparare in casa come quello dei migliori ristoranti e street a Reggio! Ve lo spiego passo passo!

Gnocco fritto - Ricetta Gnocco fritto

Come ogni ricetta tradizionale esistono diverse versioni. Più o meno tutte molto buone. C’è chi prepara lo Gnocco fritto senza strutto ; chi preferisce addirittura gnocco al forno per una versione più leggera. Quella che vi regalo oggi è la Ricetta originale dello Gnocco fritto emiliano come tradizione comanda! Di una carissima amica modenese, dopo varie sperimentazione, questa è decisamente la migliore in termini di gusto e consistenza! Praticamente gli gnocchi fritti più buoni provati! Leggerissimi, morbidi, soffiati e gonfi di bolle e asciutti!Si tratta di una preparazione facilissima e veloce che si impasta a mano senza planetaria in pochi minuti! Basta preparare una pastella di pre impasto, che vi permetterà di ottenere un prodotto leggero e digeribile;  successivamente impastare e incordare con lo strutto; che volendo potete sostituire con burro morbido oppure olio extravergine. Il tempo di aspettare la lievitazione, stendere l’impasto formare gli gnocchi: ovvero dei rombi o quadrati e successivamente friggerli!Perfetti come antipasto, aperitivo, di solito vengono farciti con formaggi e affettati; ma sono perfetti da servire al posto del pane; un pò come le  Zeppole di pasta cresciuta napoletane; ideali per accompagnare piatti di ogni tipo! oppure per arricchire un Buffet! Credetemi andranno letteralmente a ruba anche tra i bambini!

Ricetta Gnocco fritto

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per circa 50 pezzi
  • 500 gr di farina 0 (in alternativa 300 gr di manitoba e 200 gr di farina 00)
  • circa 200 gr di acqua
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco (oppure 8 gr di lievito di birra fresco)
  • 70 gr di strutto (oppure pari quantità di burro oppure olio extravergine)
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 12 gr di sale
  • olio per friggere (oppure strutto)
Procedimento

Come fare lo gnocco fritto

Prima di tutto realizzare una pastella, con 60 gr di farina presa dal totale, mescolata con lievito, zucchero, infine 50 – 60 gr di acqua.

Valutate la consistenza, dev’essere come quella della foto. Se state utilizzando il lievito fresco miscelatelo con 50 gr di acqua.

preparare la pastella - Ricetta gnocco fritto

Fate lievitare coperto da una pellicola a temp ambiente se fa caldo, altrimenti forno spento acceso da poco circa 28° fino a quando non raddoppia e si formano tante bollicine in superficie. Circa 1 h.

Aggiungete quindi il resto della farina e l’acqua :

impasto - Ricetta gnocco fritto

Impastate a mano fino a far assorbire tutti i liquidi, se l’impasto è troppo duro e c’è ancora farina intorno alla ciotola, aggiungete un altro cucchiaio di acqua, il necessario per compattare tutto.

A poco a poco aggiungete lo strutto morbido:

aggiungere lo strutto - Ricetta gnocco fritto

Impastate , aspettate prima che si assorbi un pezzo, per poi aggiungerne un altro.

L’impasto deve risultare liscio e morbido, aggiungete il sale, impastate ancora.

Formate un palla, incidete a croce:

lievitazione - Ricetta gnocco fritto

Coprite con una pellicola e lasciate lievitare in luogo temperato a circa 28° ovvero forno spento acceso da poco. Fino a quando non triplica di volume (2 h ore)

impasto lievitato -Ricetta gnocco fritto

A questo punto potete realizzare i vostri gnocchi fritti!

Per un prodotto più profumato e digeribile, finita la seconda lievitazione, potete rovesciare l’impasto, formare una palla e lasciare maturare in frigo per 12 – 48 h. lasciate poi a temp ambiente per 1 – 2 h
come formare lo gnocco fritto

Stendete l’impasto con un mattarello spolverando con un pizzico di farina sopra e sotto.

Formate un rettangolo che abbia uno spessore di 3 mm

tagliate delle strisce di 5 cm di spessore e tagliate e affettateli obliqui, così da ricavare dei rombi:

 come formare gli gnocchi fritti - Ricetta gnocco fritto

Scaldate un pentolino a bordi alti con abbondate olio .

Quando arriva a temperatura immergete pochi pezzi alla volta (1 – 2 ) aspettate che si gonfi lo gnocco e giratelo, nel giro di 1 minuto è pronto per essere scolato su carta e subito riposto su un piatto.

Il segreto per una frittura chiara, dorata e asciutta è un olio a temperatura 175°costante.

Se diventa troppo bollente, lo gnocco si scurisce, in questo caso, se non avete il termometro, lasciate raffreddare l’olio allontanandolo dal fuoco.

Al contrario se troppo l’olio è troppo freddo, aumentate la temperatura subito, altrimenti lo gnocco si riempie di olio e risulterà pesante!

Friggete in questo modo tutti i pezzi.

Ecco pronto lo Gnocco fritto!  Serviteli caldi oppure freddi magari con una spolverata di sale in fiocchi, accompagnati o farciti con salumi e formaggi!

Gnocco fritto - Ricetta Gnocco frittoCosì come tutti i fritti, danno il meglio di loro nel breve tempo, quindi vanno consumati nel giro di 1 giorno. Il giorno successivo sono comunque buoni, ma perdono fragranza.

Vi consiglio, se non riuscite a consumare tutti gli gnocchi, di dividere impasto a metà e congelare impasto 


0 per 0 voti
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.