Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Decorazioni di cioccolato

Decorazioni di cioccolato - Ricetta Decorazioni di cioccolato

Le Decorazioni di cioccolato rappresentano un versatile jolly in pasticceria, principalmente sono utilizzate per guarnire torte, cupcakes, rotoli farciti, arricchire cestini di frolla oppure dolci al cucchiaio come coppe e gelati. Donano ai dolci un valore aggiunto, arricchendoli sia dal punto di vista decorativo, sia da quello gustativo. In questo caso ho realizzato dei triangoli, ma secondo la metodica indicata, potete preparare qualsiasi altro soggetto dalle Gocce di cioccolato che di solito compriamo a peso d'oro in pasticceria, a Geometrie di vario tipo, Cuori, Fiori e tutto quello che siete in grado di disegnare, perfetti, non solo per arricchire i vostri dolci ma anche come golosi doni da appendere al vostro albero di Natale, i miei a forma di trinagolo sembrano proprio degli alberelli! A patto però, di posizionarli lontano da fonti di calore. Sono carinissimi anche come segnaposto, arricchiti da nastri colorati e un biglietto di auguri e perchè no, come cioccolatini, da impacchettare e regalare, oppure servire accompagnati da una buona tazza di caffé o cappuccino, faranno la loro splendida figura. Sono indubbiamente un pò laboriosi da realizzare, sopratutto se volete ottenere un effetto lucido e brillante come quello della trama degli alberelli, il cioccolato va temperato. Operazione necessaria affinché non compaino macchie biancastre sui decori, dovute all'affioro del burro di cacao che sale in superficie quando il cioccolato solidifica ad un punto di fusione troppo basso senza un buon temperaggio. Di seguito tutti i passaggi e qualche consiglio per realizzare in casa le Decorazioni al cioccolato.

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per 50 pezzi circa
  • 100 gr di cioccolato fondente oppure bianco oppure al latte che sia di ottima qualità e con una buona percentuale di burro di cacao (tra il 25% e il 30%)

Occorrente:

  • sac à poche usa e getta
  • beccuccio Wilton 1
  • termometro da cucina per il temperaggio
  • 5- 6 fogli di carta da forno
  • matita
  • righello (se volte realizzare delle geometrie come in questo caso)
Procedimento:

Come fare le Decorazioni di cioccolato

Come realizzare gli schemi per le Decorazioni di cioccolato:

In primis fornitevi di 5- 6 fogli di carta da forno. Meglio qualcuno in più e non in meno! Il cioccolato fuso non aspetterà che voi realizziate altri schemi, potrebbe solidificarsi in sac à poche compromettendo tutta la vostra realizzazione. Quindi meglio anticiparsi,  la carta scritta  potete riutilizzarla ponendola al contrario a contatto con i futuri alimenti.

In questo caso ho realizzato dei triangoli, ma potete disegnare quello che volete...  dalle gocce di cioccolato, a cuori, fiori, geometrie di vario tipo, scritte e tutto quello che siete in grado di disegnare.

L'importante è la precisione. Affinchè possiate seguire una linea guida e ottenere un risultato  più perfetto possibile. 

Con l'aiuto di un righello e matita, realizzate dei triangoli con base 5 cm e altezza 7 cm, tracciate infine i due lati uguali:

 Schemi per Decorazioni di cioccolato - Ricetta decorazioni di cioccolato

Girate il foglio di carta da forno al contrario, per evitare di appoggiare il cioccolato sulla matita. Per questioni di igiene sarebbe bene lavorare in questo modo. 

e assemblate la sac à poche con il beccuccio suggerito:

Preparare il lavoro per le decorazioni di cioccolato - Ricetta Decorazioni di cioccolato

 Temperate il cioccolato:

A seconda del cioccolato che avete scelto (fondente, bianco oppure al latte)  nell'articolo - Cioccolatini ripieni - troverete tutte le indicazioni con foto passo passo per temperare il vostro cioccolato. 

Una volta che il vostro cioccolato come indicato nell'articolo sopra linkato raggiunge le temperature di :

31 ° per il CIOCCOLATO FONDENTE 

29° per il CIOCCOLATO AL LATTE

28° per il CIOCCOLATO BIANCO

procedete ad inserirlo nella sac à poche precedentemente assemblata.

NOTE per chi non ha il termometro:

Un indicatore per comprendere se il cioccolato è pronto per essere utilizzato è certamente il nostro labbro (la temperatura è di circa 30°) non è una metodica certa come quella di uno strumento di precisione ma è comunque un aiuto che si avvicina alle temperature  indicate. Ad ogni modo la consistenze del cioccolato pronto da versare  in sac a poche dev'essere corposa, scendere a nastro lenta, nè a filo (troppo liquida) ne restare attaccata al cucchiaio(troppo compatta in via di raffreddamento)

Questo affinchè possiate realizzare dei decori ben delineati, che abbiano forma visibile e corposa. 

Un cioccolato troppo liquido crea la condizione per decori piatti, privi di rilievo e spessore

Un cioccolato troppo denso rischia di raffreddarsi durante la fase di realizzazione, pena, raffreddamento nel beccuccio e dovrete ripetere tutta l'operazione.

 

Dopo aver versato il cioccolato nella sac à poche, fate un nodo all'estremità della sàc a poche in modo che durante la fase di decoro non esca fuori il cioccolato liquido.

Mano ferma e impugnatura decisa, premete poco, il cioccolato colerà facilmente, tracciate linee lunghe e non piccoli tratteggi altrimenti rischiate di essere imprecisi

1° tracciate i contorni del triangolo (triangolo 1 da destra)

2° aggiungete all'interno una linea ondeggiata che riempia ma non troppo partendo da sinistra a destra oppure viceversa (triangolo 2 da destra)

3° aggiungete la seconda linea ondeggiata sopra la precedente.  Senza esagerare. La trama deve essere visibile (triangolo 3 da destra)

Realizzare triangoli di cioccolato con la sac à poche - Ricetta Decorazioni di cioccolato

NOTE AGGIUNTIVE:

Ogni cioccolato è diverso dall'altro. Il quantitativo di burro di cacao influisce tantissimo sulla perfetta riuscita del temperaggio, sia sullo scioglimento che sul raffreddamento. Nel corso del tempo ho notato proprio attraverso l'esperienza diretta sul campo che pur sciogliendo alla stessa temperatura due fondenti diversi, nella fase di temperaggio e successivo raffreddamento vi erano diversi tempi di addensamento. Parliamo  di Cioccolati con diversa percentuale di burro di cacao, in alcuni non era nemmeno indicata. A seconda del cioccolato che vi trovate a sciogliere ( io vi consiglio uno che sia almeno al 60%) valutate se una volta tracciato il primo contorno e  il la seconda linea obliqua all'interno del triangolo,  la consistenza, è quella che volete: una linea corposa e bombata.  Se le linee dovessero adagiarsi leggermente e appiattirsi fermatevi, realizzate prima altri triangoli, fase 1 e 2, e successivamente rifinite il triangolo con lo step 3. 

 

Effetto Lucido ; Effetto Lucido - Opaco;  Effetto Opaco

Vale la pena soffermarsi un attimo sulla questione. L'effetto in assoluto più bello a mio avviso è quello lucido, quello lo ottenete con un temperaggio completo del vostro cioccolato. Quello indicato sopra e che trovate nell'articolo i Cioccolatini ripieni. Sottolineo che l'effetto lucido brillante è molto visibile nel cioccolato fondente , meno in quello al latte, ancora meno in quello Bianco.  

Nonostante l'effetto lucido sia di maggiore impatto, più bello e più professionale, potete scegliere a seconda del tipo di preparazione sia un effetto più Opaco (ad esempio per decorare la Torta Foresta nera  volevo un effetto più soft e meno dark - lucido che prediligo maggiormente nei total black, ma è solo questione di gusti personali) sia un effetto misto Opaco -Lucido (in alcuni alberelli ho scelto di tracciare la linea base (immagine 1) con cioccolato semi temperato e decorare il resto con il cioccolato temperato. Operazione complessa quest'ultima che in realtà è stata provata principalmente come dimostrazione dell'effetto; questo vi costringerebbe a separare i bagnomaria. Temperare una parte come descritto sopra (per l'effetto lucido) mentre per l'effetto più Opaco, lasciare raffreddare in pentola il secondo lotto di cioccolato, girando costantemente e sollevando il cioccolato dalla ciotola con lame piccole  (in questo caso semi-temperare, termine che in realtà non esiste ufficialmente ma che ho coniato per rendere il senso) e procedere in questo modo fino al raggiungimento della temperatura indicata sopra: 31° per il fondente,  29° per quello al latte, 28° per il cioccolato bianco. Secondo quest'ultimo metodo otterrete un effetto opaco ma omogeneo e consapevole privo di macchie biancastre. Se invece versate il cioccolato caldo direttamente in sac à poche quest'ultimo si solidificherà ad un punto di fusione troppo basso, pena, macchie biancastre che emergono in superficie.  Tirando le somme il mio consiglio è di procedere nella maggior parte dei casi ad un temperaggio completo sopratutto  se non avete il termometro e dimestichezza con le lame in pentola molto meglio e di sicura riuscita versare il cioccolato sul piano di marmo. Ad ogni modo sbagliando si impara e se vi appassionerete a tale branca delle pasticceria indubbiamente acquisterete un  termometro e inizierete a sperimentare, sbagliando anche, solo l'esperienza vi darà una giusta prospettiva di comportamento del cioccolato. I fattori in gioco per una perfetta riuscita sono davvero tanti. 

 

A questo punto, dopo aver realizzato tutti i vostri triangoli, gocce di cioccolato o decori vari, lasciate indurire. Teoricamente bastano un paio d'ore, ma io consiglio di lasciare assestare un pò di più. Di solito preparo le deco la sera tardi e al mattino sono perfettamente pronte per essere staccate e utilizzate.

 Staccate le vostre Decorazioni di cioccolato delicatamente sollevandole  dalla carta  da forno:

Triangoli di cioccolato pronti per essere utilizzati - Ricetta Decorazioni di cioccolato

Le Decorazioni sono pronte per essere utilizzate:

Decorazioni di cioccolato - Ricetta Decorazioni di cioccolato

Approfitto per ringraziare la dolcissima Nahomi ...Qualche settimana fa ho vinto il suo giveaway e ho ricevuto un delizioso pacchetto tantissime cose deliziose tra cui delle etichette realizzate da lei... una di queste MADE WITH LOVE, l'ho attaccata sulla scatola.. Non è stupenda? nel prossimi articoli vi mostrerò gli altri bellissimi regali:)


Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

105 commenti

  1. mary 29 novembre, 2013 - 11:46 Rispondi

    Ma dai !!! Simo :) Ma che carino il post di oggi ! E’ splendido, utilissimo e mette di buonumore !
    Ti voglio tanto bene <3 Buon week-end !

  2. Enrica 29 novembre, 2013 - 11:50 Rispondi

    Un post esaustivo e perfetto, grazie per i preziosi consigli, ogni volta che passo di qui imparo cose nuove e soprattutto rimango incantata dalla tua precisione.
    P.s. Abbiamo la stessa scatolina, troppo caruccia!
    Buon w.e. solare e allegro

    • simona 2 febbraio, 2014 - 08:50 Rispondi

      Grazie mille Enry:* mi fa davvero piacere che possa darti spunti e suggerimenti:) la scatolina è un regalo di mamma, credo che l’abbia trovata in un fascicolo in edicola… sa che adoro props di tutti i tipi:) un abbraccio!

  3. imma 29 novembre, 2013 - 11:55 Rispondi

    Tesoro mio tu sei un artista !Io ho un rapporto un pò conflittuale con il cioccolato;lo adoro ma di temperarlo proprio non mi va mi viene un ansia ed infatti anche per i cioccolattini mi limito solo a scioglierlo e via negli stampini:D…sarà che sono un po pigra con certe preparazioni ma è arrivato il momento di dedicarsi alla pasticceria come si deve quindi prendo nota del tuo post e mi metto all’opera questo weekend, promesso:D!!!!
    Sei fantastica in tutto quello che fai, bravissssssima, baci e tanti abbracci,Imma

    • simona 2 febbraio, 2014 - 08:54 Rispondi

      Imma carissima:* il problema del temperaggio è più che altro fornirsi di un termometro per monitorare la temperatura… non è difficile e con la tua esperienza e bravura credo non avrai alcun problema:) l’unica è che temperare implica un grosso casino… sporco ovunque! ma tutta la fatica viene ripagata dal risultato:) un abbraccio immenso amica:*

  4. ely mazzini 29 novembre, 2013 - 13:37 Rispondi

    Ciao Simona, meglio di un maestro cioccolataio :) sei stata incredibile con questo post… bello e utilissimo, grazie cara per i tuoi preziosi consigli, sei unica!!!
    Segno tutto, mi tornerà sicuramente utile!!!
    Bacioni, ti auguro un favoloso fine settimana…

  5. Michela 29 novembre, 2013 - 13:13 Rispondi

    Carta, righello, matita…..e io ho già perso la testa per te :)
    Mi piaci e mi piace tutto ciò che fai. Mi piace leggere dietro le fotografie, quell’insieme di emozione nei tuoi intenti, quella cura per ogni dettaglio.
    Ti stimo Simona.

    Ti bacio con affetto e ti mando un forte abbraccio :*:*:*

    • simona 2 febbraio, 2014 - 08:56 Rispondi

      Michi cara:* sono felice che la mia precisione sia nelle tue corde… in realtà è una prerogativa che abbiamo in comune… insomma tu puoi capirmi!:* grazie mille di tutto … sei sempre speciale e tanto cara:**

  6. Claudia 29 novembre, 2013 - 13:51 Rispondi

    Sembra così facile dalla tua descrizione.. ma fatto è che io sarei negatissima anche seguendola alla lettera.. lo ammetto.. non son proprio brava in queste cose.. lascio fare a chi ha mani d’oro come te!!!!! Bravissima davvero.. tutto spiegato benissimo..e che belle decorazioni a triangolo.. un bacione amica.. che freddooooooo.. Buon w.e. :-D

    • simona 2 febbraio, 2014 - 09:10 Rispondi

      Cla io sono sicura invece che riusciresti tranquillamente… come scrivevo ad Imma ci vogliono solo gli strumenti giusti, un termometro da cucina in primis… un bacione a te:**

  7. Cristina 29 novembre, 2013 - 15:26 Rispondi

    Simona, complimentissimi ! Non solo per il lavoro di altissima precisione ma per il post dettagliatissimo ed esaustivo. Buon fine settimana !

  8. Federica 29 novembre, 2013 - 15:26 Rispondi

    ciao Simona, questo post è meglio di tutti i libri di pasticceria che ho!Chiaro, preciso e perfetto anche per me che di manualità ne ho ben poca! buon we un abbraccio

    • simona 2 febbraio, 2014 - 09:12 Rispondi

      Grazie mille Fede:* mi fa piacere che nel mio piccolo sia riuscita ad aggiungere qualcosa ad una materia così complessa come il cioccolato e temperaggio:) bacione:*

  9. Diego 29 novembre, 2013 - 15:57 Rispondi

    Ciao, complimenti per il blog e per l’articolo dettagliato. Potresti dirmi qualcosa di più sul cioccolato “di qualità”. Dove si compra e quanto costa. Grazie anticipatamente
    Diego Donà

    • simona 29 novembre, 2013 - 16:14 Rispondi

      Ciao Diego, grazie mille per i complimenti e benvenuto! Per cioccolato di qualità intendo una tipologia di cioccolato che viene venduta a peso, di solito nei rivenditori di articoli di pasticceria. Si tratta di lingotti e il negoziante ti indica la percentuale di burro di cacao e quella indicata per cioccolatini, decorazioni e temperaggio. La percentuale di burro di cacao non dovrebbe scendere sotto il 25%-30% per ottenere una finitura lucida e brillante. Il cioccolato di qualità costicchia, basta pensare che i cioccolatini artigianali li paghi a 25 euro al kg, prepararli in casa vale comunque un buon risparmio, oltre che la soddisfazione di una realizzazione home made. Purtroppo il cioccolato in tavoletta che trovi in commercio al supermercato ha una percentuale di burro di cacao molto bassa che si aggira intorno al 20% ma nella maggior parte dei casi, non viene nemmeno indicata. Ad ogni modo nulla ti vieta di optare per un buon cioccolato in tavoletta, che almeno indichi la dose di burro di cacao in modo da non avere sorprese in itinere. Se hai altre domande resto a disposizione.

  10. nahomi 29 novembre, 2013 - 15:57 Rispondi

    che carine le decorazioni di cioccolato il tuo passo passo è veramente molto bello. sono felice che il mio pensierino ti sia piaciuto tanto, e sta proprio bene sulla scatolina.
    ti abbraccio Nahomi

    • simona 2 febbraio, 2014 - 09:14 Rispondi

      Carissima mi spiace solo arrivare con tanto ritardo a rispondere e postare i tuoi pensierini graditissimi… il tempo a disposizione è sempre meno ma piano piano… :) un abbraccio:*

  11. Terry 29 novembre, 2013 - 19:13 Rispondi

    Quanto ci hai messo a scrivere questo post? Bravissima, molto utile e direi completo. Per me troppo difficile, il temperaggio e compagnia bella sono capace, però le decorazioni proprio non fanno per me. Ho taaaaaaanta pazienza con i lievitati quanto me ne manca per le decorazioni. Brava Simona, un grande abbraccio. Buon week end tesoro

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:44 Rispondi

      Terry cara in effetti ci ho messo un pò ad assemblare il post… sopratutto tanto studio dietro che risale praticamente ad un anno circa di esperienze varie… Temperare il cioccolato non è impossibile, con gli strumenti giusti e un pò di pazienza la riuscita è quasi sempre assicurata… Le decorazioni sono un pò lunghe, ci vuole tanta pazienza e tempo.. sopratutto deve piacere.. un pò come i lievitati! e su quella tu ne hai da vendere:* ti mando un caro abbraccio :**

    • simona 2 febbraio, 2014 - 09:33 Rispondi

      Mari sono sicura che ci riuscirai.. procurati un termometro e armati di pazienza, vedrai che sarà un successo;) se hai dubbi scrivimi pure..

  12. Laura 29 novembre, 2013 - 18:19 Rispondi

    Piacere di conoscerti Simona, arrivo qui grazie ad un commento che ai lasciato sul post di Patty “andante con gusto” e scopro il tuo bellissimo spazio in rete.
    Ti faccio i miei più grandi complimenti per l’esattezza delle spiegazioni, che non sono poi così semplici come si immagina e per i tuoi splendidi piatti
    Gli alberelli, un’idea molto accattivante per le feste!
    A presto

    Laura

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:40 Rispondi

      Ciao Laura benvenuta e piacere mio! grazie mille dei complimenti .. sono felice che qui ti piaccia e che hai trovato utili miei post.. a presto!:*

  13. Francesca 29 novembre, 2013 - 19:16 Rispondi

    Sei un mito! :D Ti ammiro perchè mi gira la testa solo a guardare foglio e righello, ero negata per queste cose a scuola, mai stata brava con misure, precisione e manualità! Dovresti darmi ripetizioni tu, ehehe! Adoro le idee per Natale fatte in casa con questa cura e fantasia, sono un ottimo modo per intrattenere anche i bambini e sono cosi affascinanti…

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:46 Rispondi

      Francy grazie mille:* diciamo che con un pò di pazienza credo ci possano riuscire tutti… naturalmente la precisione nelle deco è frutto di tanta pratica… dopo un pò ci prendi la mano però e tutto diventa più semplice:) bacione grande:**

  14. Lalla - Semplicemente Cucinando 29 novembre, 2013 - 19:33 Rispondi

    Solo la precisione di quegli schemi mi manda ai pazzi ;-); vedi perché non ho nel DNA i dolci? Non sono precisa ;-).
    Bellissimo articolo e se un giorno deciderò di tentare la strada dei dolci impegnati passo di qua :*.
    Sei unica!!!
    Un abbraccio e buo fine settimana

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:47 Rispondi

      Lalla questo mi fa felice… sai che sono a disposizione per qualunque cosa… e sono certa che anche con i dolci te la caveresti alla grande:**

  15. notedicioccolato 29 novembre, 2013 - 19:56 Rispondi

    Tesoro io dico che dovresti scrivere un libro per come sono precise e dettagliate le tue ricette. E’ come se guidassi per mano chi ti legge :) E questi alberelli sono di una bellezza incantevole a dir poco. Non credo che avrei mai tanta pazienza ma sopratutto tanta bravura per riuscire a farli. Li sto ammirando estasiata credimi :D
    Complimenti di cuore, un abbraccione e buon week end

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:50 Rispondi

      Fede grazie infinite davvero.. mi state riempiendo di complimenti e sono davvero onorata che nel mio piccolo riesca a darvi degli spunti interessanti… ti abbraccio tanto:**

  16. Gabila 29 novembre, 2013 - 20:44 Rispondi

    Ma perché tu nel caos delle tue giornate hai anche il tempo di partecipare ai giveaway!?!!?!? Che grande che sei…..un post degno di oscar a mio avviso, una precisione nel descrivere, non hai lasciato spazio a dubbi, sei stata esaustiva su questo argomento, una ricetta semplice ma che ha comunque insidie se non eseguita a regola d’ arte come solo tu sai fare, si cara mia, questo lasciatelo dire!!!!!! Ma lo sai che ieri ti avrei incontrata molto volentieri??!?!?!?! peccato mannaggia, eravamo davvero vicine!!! Passa un bel we e tienimi informata mi raccomando! Abbraccione con tanto di bacio! <3

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:53 Rispondi

      eh tesoro sono davvero nel caos totole… ma ogni tanto riesco anche in qualche partecipazione… mi rammarico del poco tempo, di non riuscire ad essere presente come vorrei… ma cerco di accontentarmi… ti abbraccio tanto stella e grazie mille di tutto…:*

  17. consuelo 29 novembre, 2013 - 22:13 Rispondi

    Simo O_O ma che spettacolooooooo!!!! Non avrei mai pensato di farli in questo modo e mi spiego anche perché ho sempre fatto dei pasticci! Da provare subito ^_^
    Un bacio tesoro e buon we
    la zia Consu

    • simona 2 febbraio, 2014 - 14:54 Rispondi

      Consu sono felice di aver fatto chiarezza sull’argomento! se ti capita prova con questo metodo… sono certa che non avrai difficoltà:) un abbraccio a te:**

  18. ARIA 30 novembre, 2013 - 08:12 Rispondi

    che bel post, mi piacerebbe tanto provare…non lo faccio mai perchè mi sento un’incapace, quando mi parlano di coni di carta forno proprio non ce la posso fare, con la sac a poche, forse….ti confesso che mi manca il termometro e che sono una gran pasticciona! no, simo, mi sa che io non ce la farò mai…in effetti queste sono le cose che mi frustrano in cucina! però quanto vorrei averti vicina ad insegnarmi….sei troppo brava, precisa, pulita e…dolce come sempre! mi piacciono un sacco, soprattutto girati a forma di alberello…non mi sarebbe nemmeno venuto in mente!

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:05 Rispondi

      Aria tesoro inizio col dirti che sei bravissima e le deco che ho visti ti sono venute splendidamente… non avendo il termometro ci credo che hai difficoltà! non sai quanti pasticci ho combinato senza strumenti… ma anche con :D quello che vedete nelle foto è il risultato finale…. dopo il temperaggio la cucina, il piano di marmo e il pavimento sono da buttare! qualche volta mi piacerebbe filmare anche il dietro le quinte! allora si, che ci sarebbe da ridere!:D grazie per la stima tesoro, reciproca tra l’altro… sono a disposizione per qualunque cosa :* un abbraccio immenso e grazie di tutto

  19. Ale - Dolcemente inventando 30 novembre, 2013 - 18:05 Rispondi

    simo sei unica…la tua precisione e perfezione va aldilà di qualiasi aspettativa…queste decorazioni di cioccolato non sono belle ma di più, meravigliose, non hanno nulla da invidiare ai più rinomati pasticceri! Complimenti tesoro sono davvero fantastiche come te…Un bacio!

  20. Giovanna 1 dicembre, 2013 - 10:02 Rispondi

    Wow Simo, ma sei un portento! Questo post è un capolavoro di bravura, precisione, amore per la cucina, attenzione ai dettagli. Bravissima, davvero bravissima!! Un bacione

  21. Chiara 1 dicembre, 2013 - 11:20 Rispondi

    Simo, che dire. Grazie per questo tutorial, dettagliatissimo e chiarissimo…ora bisogna solo trovare il coraggio per cimentarsi a prepararli!! Tu sei stata braverrrima!!!! un bacione

  22. Maddy 1 dicembre, 2013 - 12:39 Rispondi

    Io a volte mi domando: come fa la Simo ad essere così spettacolarmente precisa??? Io non so se sei una cuoca professionista o un ingegnere…lo sai che te l’ho sempre detto, ma quando fai questo tipo di preparazioni rimango sempre a bocca aperta, senza parlare della descrizione dettagliatissima del procedimento, io ti adoro amica mia, sei davvero bravissima! La foto e’ luminosa come sempr, luce e mes a fuoco perfettamente calibrate! Conplimenti tesoro mio!
    Maddy

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:14 Rispondi

      Hahah Maddy amica mia, sai che non sono nè una cuoca professionista nè un ingegnere… ma solo una folle appassionata, manica della perfezione… col tempo ci ho preso la mano e credimi che dopo la terza quarta volta la precisione arriva:) Grazie mille di tutto amica:* un abbraccio grande:)

  23. monica 1 dicembre, 2013 - 17:50 Rispondi

    è un vademecum fantastico Simona, sei di una precisione e chiarezza uniche. Le foto sono bellissime come sempre. Ti mando un bacio grande grazie per i tuoi auguri, graditissimi. mony***

  24. Claudia 1 dicembre, 2013 - 18:29 Rispondi

    Ma che bel post Simo!!! Queste decorazioni io le vedo spessissimo sulle torte della mia pasticceria di fiducia.. mi sono sempre chiesta come farle e .. sei arrivata tu^^
    Un bacione cara e buona settimana:*

  25. susy 1 dicembre, 2013 - 18:29 Rispondi

    Che spiegazione precisissima che hai dato. Bravissima, sono bellissime! Purtroppo io, pur avendo fatto il liceo artistico ed avendo tanta manualità, in cucina sono una frana nella pasticceria di precisione. Un disastro!
    Un salutone Susy

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:19 Rispondi

      Susy sono sicura che con gli strumenti giusti e un pò di pratica tutto sarebbe più semplice e tireresti fuori ottime decorazioni:) ti abbraccio carissima:**

  26. Valentina 1 dicembre, 2013 - 19:13 Rispondi

    Tu sei magica, punto. Delle decorazioni in cioccolato perfette, bellissime, da vetrina. E poi il tutorial! Io ti dico grazie e veramente mi inchino davanti alla tua bravura, Simo <3 Adoro le cose belle, adoro la precisione… e qui c'è tutto questo, sempre. Un abbraccio forte e buon inizio settimana, bacino a Gin :**

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:20 Rispondi

      Vale detto da te è un onore… sei bravissima e precisa nelle decorazioni… non posso che ringraziarti di cuore:** ti abbraccio anch’io tanto:**

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:21 Rispondi

      Assolutamente! se ti vuoi avvicinare al temperaggio il termometro è obbligatorio… ma ti tornerà utile anche per altre preparazioni!:* un abbraccio grande:*

  27. elenuccia 2 dicembre, 2013 - 08:50 Rispondi

    Certo che hai proprio le manine d’oro Simo. Ho fatto cose simili tante volte ma mai una volta che mi siano venuti così belli. I tuoi sono proprio tutti uguali, senza sbavature…sei un mito!

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:23 Rispondi

      Grazie Ele:* io dico che è anche una questione di pratica… dopo qualche volta che si realizzano la mano acquista fermezza e le deco diventano precise! ti abbraccio cara e grazi e mille:*

  28. Vaty 2 dicembre, 2013 - 17:33 Rispondi

    tesoro mio! ho appena letto il tuo commento e volevo venire a vedere se per caso mi avevi risposto ma.. non vedo il mio mesaggio :(
    mi dispiace tanto Simo, lo sai che io da te qui non vorrei mai perdermi nulla! nemmeno queste decorazioni che ho al volo riconosciuto e di cui ti rinnovo i miei complimenti.
    io lo dico sempre che tu sei un genio, un vero genio di classe, di creatività e di bravura.
    confesso che nemmeno se mi applicassi cosi tanto, riuscirei.
    ma adoro te e le tue meraviglie ed è un pò come partecipare vicina a te, sai?
    un abbraccio grande tesoro mio, appena esco dopo ti chiamo cosi mi aggiorni, ok bella?
    tvtb

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:29 Rispondi

      Amica mia sai che ogni tuo commento mi scalda il cuore e non posso che ringraziarti tuo affetto, della tua presenza e dei tuoi complimenti… ti voglio bene:*

  29. veronica 2 dicembre, 2013 - 23:04 Rispondi

    simo io m’incanto a tanta bravura ,ti stimo e anhe se a volte non ho tempo per lasciare commenti io non mi predo un oost con la mail
    ma ceh favola vorrei impararela mia reflex piange con me
    sei bravissima in tutto

    • simona 2 febbraio, 2014 - 15:31 Rispondi

      Vero che cara che sei! credimi che io sono nella tua stessa condizione… spesso non riesco a lasciare un commento ma ti seguo sempre con affetto:* un abbraccio grande e grazie di cuore:**

  30. Roberta Morasco 4 dicembre, 2013 - 14:21 Rispondi

    BRAVA, BRAVA, BRAVA…
    Simo mia, questo post mi serviva davvero!!!
    Mi sto dilettando con le decorazioni ma con il cioccolato non si scherza, ci vuole precisione e pazienza!!!
    Questo post lo stampo!!! …ti mando un abbraccione enorme pieno di tanta ma tanta ammirazione per te e per il tuo lavoro…perché qui dentro c’è enorme lavoro!! <3 Roby

    • simona 2 febbraio, 2014 - 17:31 Rispondi

      Roby cara:* pazienza e precisione, hai detto bene… e sono sicura che con il tuo carattere tenace riusciresti a realizzare ciò che vuoi;) felice che ti sia stata di spunto;* un bacione grande grande:**