Parrozzo abbruzzese : Ricetta originale (dolce alle mandorle, semolino e cioccolato)

Il Parrozzo è un dolce tipico abruzzese che si prepara durante le feste di Natale! Si tratta una Torta a forma semi sferica a base di mandorle e semolino, ricoperta di cioccolato fondente! Un dolce golosissimo e chic nato a Pescara nel 1920 da un’idea del pasticciere Luigi D’Amico, che per la sua realizzazione fu ispirato dal pane rustico abbruzzese, una pagnotta dal colore giallo intenso detta anche pane rozzo da cui è poi derivato il nome “Pan rozzo”. D’amico sostituì con le uova la farina di granturco per regalare il colore giallo e aggiunse infine una copertura di cioccolato che simulava la crosta abbrustolita del pane cotto a legna! Talmente buono che Gabriele D’annunzio all’assaggio scrisse un madrigale “La Canzone del parrozzo

Parrozzo - Ricetta originale Parrozzo abruzzese

Qualche settimana fa, a casa di amici ne ho assaggiata una fetta, ed è stato amore immediato! Per la sua cupola al cioccolato, la consistenza umida e compatta e il suo gusto inteso di mandorle! Così, mi sono documentata su questo dolce  e ho deciso di riprodurre la Ricetta originale del Parrozzo Abruzzese trovata nei Dolci Natalizi Regionali.Si tratta di un dolce facilissimo, il Parrozzo, si prepara ad occhi chiusi montando tutti gli ingredienti in ciotola in 10 minuti. unica cosa, La ricetta originale prevede una percentuale di mandorle amare, semi armellini che non è semplice reperire, ma che si possono tranquillamente sostituire con il liquore amaretto o estratto di mandorle amare. Il tempo che il Parrozzo si cuocia e si raffreddi e il cioccolato va semplicemente versato sulla cupola!Perfetto da servire a Natale, come dolce natalizio originale e squisito o se preferite a capodanno, cene natalizie tra amici. Resteranno tutti deliziati! Provatelo e fatemi sapere

Ricetta Parrozzo

TEMPI DI PREPARAZIONE
PreparazioneCotturaTotale
Ingredienti
Quantità per 1 stampo da zuccotto da 16 cm ; 6 – 8 persone
  • 120 gr di semolino
  • 100 gr di mandorle spellate da ridurre in polvere
  • 100 gr di zucchero
  • 4 uova grandi
  • 80 gr di burro fuso (che potete sostituire con olio di semi di girasole)
  • 2 cucchiai di amaretto di Saronno
  • buccia grattugiata di limone
  • 200 gr di cioccolato fondente (+ 20 gr di burro facoltativo)
Note sulla scelta dello stampo: la ricetta originale, vuole che si usa lo stampo da zuccotto. Nel caso non lo avete, potete utilizzare uno stampo da budino o comunque uno stampo da sformare al contrario, può essere anche budt cake o altro, importante che il dolce poi va rovesciato per poi essere glassato
Procedimento

Come fare il Parrozzo

Prima di tutto montate separate i tuorli dagli albumi. montante a neve i bianchi e i rossi con zucchero e limone fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso

come preparare il parrozzo - Ricetta Parrozzo

Nella montata di uova aggiungete il burro fuso, le mandorle finemente polverizzate, il semolino e il liquore, il composto sarà un pochino duro è normale! Aggiungete gli albumi montati delicatamente, con movimenti dal basso verso l’alto fino ad amalgamare completamente il composto!

Versate in uno stampo infarinato e imburrato:

versare l'impasto nello stampo da zuccotto -Ricetta Parrozzo

cuocete il parrozzo a 160° per circa 1 h ci vorrà un attimo di tempo affinchè si addensi, non preoccupatevi, fate sempre la prova stecchino.

Sfornate lasciate intiepidire 10 minuti poi sformate il parrozzo e lasciate raffreddare completamente.

Una volta freddo, sciogliete il cioccolato con il burro, Versatelo molto liquido in un sol colpo sopra al parrozzo posizionato su una gratella con sotto una carta da forno.

Raccogliete il cioccolato fuso caduto e ricoprite di nuovo il parrozzo.

versare il cioccolato sul dolce - Ricetta Parrozzo

Fate assestare 10 – 15 minuti poi trasferite con una spatola il dolce su un piatto da portata!

Ecco pronto il Parrozzo abruzzese!

Parrozzo - Ricetta originale Parrozzo abruzzese

Conservare il Parrozzo

a temperatura ambiente per 4 – 5 giorni. Non mettetelo in frigo. La glassa tenderà a rapprendersi ma grazie al burro resterà leggermente morbida!


0 per 0 voti
ASPETTA! LEGGI ANCHE QUESTI :
6 Commenti
  1. Patrizia

    Che tipo di semolino? Va bene anche la farina di semola di grano duro?

    1. Simona Mirto

      Patrizia il semolino quello classico granuloso. La semola se è tipo farina molto sottile potrebbe anche andare bene, ma io non l’ho mai realizzata con questa variante ;)

  2. Giulietta

    La farò. Di sicuro

  3. edvige

    Qualche dolcino anche se non dovrei lo gusto quelli che proprio adoro marzapane e mandorlato il resto è solo per la famiglia. Buon Natale e Felice Anno Nuovo a te e Famiglia.

  4. Lucia

    Ciao! Non vedo l’ora di provare questa ricetta… non ho trovato per il momento lo stampo da zuccotto però… viene bene lo stesso in una tortiera normale?!…anche se l’aspetto non sarà l’ideale… in caso, che tempi di cottura bisogna considerare più o meno??

  5. Lucia

    Ciao! Non vedo l’ora di provare questa ricetta… non ho trovato però lo stampo giusto al momento e mi piacerebbe sapere se può venire bene anche in uno stampo normale per torte e in caso quale diventa il tempo di cottura orientativamente?!…grazie molte :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.