Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Gnocchi ricotta e spinaci

Gnocchi ricotta e spinaci - Ricetta Gnocchi di ricotta e spinaci

Gli Gnocchi ricotta e spinaci sono una tipologia di gnocchi freschi che contengono ricotta e spinaci lessati e sgocciolati nell'impasto. Uovo, parmigiano e un pizzico di sale completano la preparazione piuttosto morbida, dalla consistenza quasi cremosa e piuttosto diversa dal classici Gnocchi di patate, infatti la forma ovoidale oppure tonda si riesce a dare esclusivamente utilizzando 2 cucchiaini oppure una sac à poche. Morbidi e spumosi, gli Gnocchi ricotta e spinaci ti conquistano al primo morso: sapore deciso, goloso e ben definito, non hanno bisogno di troppi condimenti per venire fuori, anche una semplice ripassata in padella con burro, salvia e una spolverata di parmigiano rendono questo piatto un signor primo, unico e speciale. Naturalmente potete dare libero slancio alla vostra fantasia, deliziandovi a condirli con qualunque tipo di salsa e o ragù. Gli Gnocchi ricotta e spinaci sono squisiti anche in forno, gratinati. Di seguito, la Ricetta base ( tratta liberamente dal manuale PASTA - di C.d.S.) per realizzarli in casa, senza troppe difficoltà.

Tempi di preparazione:
Preparazione: 30'(+ 30' di riposo degli gnocchi)
Cottura: 3'
Totale: 1 h

Ingredienti:

Per 2 persone.

Per l'impasto:
  • 200 gr di ricotta fresca sgocciolata
  • 100 gr di spinaci novelli freschi
  • 100 gr di farina + 25 gr per ripassare gli gnocchi
  • 1 uovo
  • 40 gr di parmigiano
  • sale
  • pepe
Per condire:
  • 20 gr di burro
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • qualche foglia di salvia fresca
  • 1 cucchiaino di salvia essiccata
Procedimento:

Pulite, lavate e sgocciolate gli spinaci novelli. Poneteli in una pentola senza ulteriore acqua:

Spinaci in pentola - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

Coprite con un coperchio e ponete sul fuoco basso. Lasciate appassire per 1' circa, al termine della cottura gli spinaci risulteranno cotti ma croccanti:

Spinaci appassiti - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

Sgocciolateli, strizzateli e disponeteli su un tagliere. Tritateli più o meno finemente a seconda dei vostri gusti:

Sgocciolare e tritare gli spinaci - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

In una ciotola disponete: 100 gr di farina, l'uovo, il parmigiano, gli spinaci tritati e nuovamente strizzati tra le mani, il sale e un pò di pepe nero:

Impasto Gnocchi ricotta e spinaci - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

amalgamate con le mani oppure con una frusta a mano, fino ad ottenere un composto cremoso e ben amalgamato.

Formare gli Gnocchi ricotta e spinaci:

Se disponete di una spianatoia di legno lavorate su quella, oppure un piano di lavoro da infarinare leggermente. Disponete ai lati un mucchietto di farina da 25 gr e servitevi di due cucchiaini per dare la forma ai vostri gnocchi:

Come formare gli Gnocchi ricotta e spinaci - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

NOTA:  se volete potete utilizzare una sac à poche usa e getta al posto dei due cucchiaini, realizzando un foro che dia vita a gnocchi di circa 2 cm.

Dopo un paio di ripassate da un cucchiaino all'altro, quando la forma vi sembra quella giusta, ovoidale e ben delineata, adagiate lo gnocco appena realizzato nella farina:

Come formare gli Gnocchi ricotta e spinaci(1) - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

ripassatelo senza schiacciarlo oppure deformarlo. Prendetelo tra le mani, facendo cadere via la farina in eccesso e rimodellatelo ancora.

Adagiate gli Gnocchi ricotta e spinaci su un piano di lavoro precedentemente infarinato:

Gnocchi ricotta e spinaci.- Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

Fate quest'operazione per tutti gli gnocchi di ricotti e spinaci.

Lasciate riposare 30'.

NOTA: potete anche preparali al mattino e cuocerli in serata. Lasciandoli sulla spianatoia in luogo fresco e asciutto se le temperature lo consentono.

Trascorso il tempo indicato, Non raccogliete i vostri gnocchi con le mani, altrimenti si deformeranno. Servitevi di una spatola per sollevarli e spostarli dall'altra parte del piano di lavoro leggermente infarinato:

Gnocchi ricotta e spinaci-.- Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

In questo modo sarà più semplice prenderli e adagiarli in pentola.

Cuocere gli Gnocchi ricotta e spinaci:

Servitevi di 1 o due pentole alte e piuttosto capienti. Cuocete gli gnocchi in abbondate acqua bollente e sale grosso. Pochi per volta. In questo caso li ho cotti in due volte.

Gli gnocchi sono pesanti e cadranno a picco nella pentola. Aspettate 30-40 secondi e saliranno a galla:

Cuocere gli Gnocchi ricotta e spinaci - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

Dal momento in cui sono saliti a galla lasciate cuocere 1'.

Scolate con un mestolo forato e poneteli direttamente nella padella in cui (in questo caso avevo fatto sciogliere del burro) avete preparato il condimento:

Gnocchi ricotta e spinaci in padella - Ricetta Gnocchi ricotta e spinaci

Aggiungete la salvia fresca, quella essiccata e il parmigiano, pochi secondi a fuoco vivo e i vostri Gnocchi ricotta e spinaci sono pronti per essere gustati:

Gnocchi ricotta e spinaci - Ricetta Gnocchi di ricotta e spinaci



Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

113 commenti

    • 9 gennaio, 2013 - 21:49 Rispondi

      Tesoro ti ringrazio tanto:) diciamo che sono fortunata da una parte ma sfortunati dall’altra… prima di mangiare devono aspettare la fotografia :D in questo caso ho fotografato solo la mia porzione:) grazie mille cara, sono felice di averti dato un’idea! un abbraccio:*

  1. Federica 9 gennaio, 2013 - 11:57 Rispondi

    Tesorino che meraviglia :) Troppo troppo buoni gli gnocchi, di qualunque tipo. Quelli di ricotta poi li adoro, leggeri e veloci. Arricchiti dagli spinaci diventano ancora più gustosi. Un bacione, buona giornata

    • 9 gennaio, 2013 - 21:52 Rispondi

      Tesoro:** so che stavi aspettando questa ricetta… purtroppo tra le vacanze natalizie il poco tempo a disposizione sono riuscita a postarla solo adesso! un bacione grande anche a te:*

  2. Berry 9 gennaio, 2013 - 12:24 Rispondi

    I tuoi stupendi gnocchi profumano fino qua! Mamma mia che belli che sono Simona! E le tue foto esaltano ogni piccolo sapore…che brava che sei! I tuoi post li leggo sempre, anche se non commento così spesso…forse sono un po’ invidiosa di comse sei brava? :) Un bacio

    • 9 gennaio, 2013 - 21:57 Rispondi

      Berry i tuoi complimenti mi lusigano:) sono davvero felice che le foto riescano a trasmettere i profumi e l’essenza della ricetta… ti ringrazio di cuore… un bacione grande a te:*

  3. Ombretta 9 gennaio, 2013 - 12:25 Rispondi

    Ciao carissima :) una volta ho provato a farli ma mi son venuti orrendi perché troppo morbidi , credo di non aver strizzato bene gli spinaci e poi mi hai dato una grande idea con il sache a poche:)
    Grazie per ieri sera sono stata felicissima di sentirti <3
    Un bacione e buona giornata

    • 9 gennaio, 2013 - 21:58 Rispondi

      Tesoro mio sono sicura che la prossima volta saranno perfetti! mi fa piacere di esserti stata utile… sono io che ti ringrazio per la tua splendida amicizia.. grazie di esserci tesoro tvb <3

  4. Ely 9 gennaio, 2013 - 12:49 Rispondi

    Mi hai messo una voglia incredibile di addentarne uno, tesoro!! Che bellezza questi gnocchi e che bontà!! :D Complimenti di vero cuore! Un abbraccio forte e pieno di affetto. <3

  5. Ros 9 gennaio, 2013 - 13:04 Rispondi

    Cara prima di tutto Buon Anno!!
    io adoro follemente la ricotta quindi non posso che tuffarmi in questa meraviglia e divorarli :-D un abbraccio, Ros

  6. Simona 9 gennaio, 2013 - 13:27 Rispondi

    Ciao Simo!! Sai che cosi con la ricotta non li ho mai assaggiati? Devono essere una delizia!!!!:) Complimenti per le foto che, come al solito, sono magnifiche!!!!! Un bacione!

  7. Claudia 9 gennaio, 2013 - 15:15 Rispondi

    Che buoni!!! Apprezzo tanto questi primi così belli e genuini:) fanno anche un po’ mamma per me :D poi, non so mi ricordano anche la montagna :)
    Un bacio cara Simo:*

    • 9 gennaio, 2013 - 22:27 Rispondi

      Ma si dai, gli gnocchi così sono un pò rustici, sarà anche l’atmosfera della foto, tardo pomeriggio, il sotto piatto di paglia intrecciato che davvero fa un pò montagna! un bacione carissima:*

  8. Maddy 9 gennaio, 2013 - 14:29 Rispondi

    Ciao Simo, davvero appetitosi questi gnocchi, da noi questo tipo di preparazione si chiama gli ” ‘gnudi” dalla parola ignudi, che significa spogli, svestiti, praticamente una specie di impasto dei ravioli con pochissima farina, ma senza la pasta fresca, non so se sono riuscita a spiegarmi, noi toscani a volte siamo un po’ complicati…..Comunque mi piacciono tantissimo, brava!
    A presto, Maddy

    • 9 gennaio, 2013 - 22:18 Rispondi

      Maddy cara ti sei spiegata benissimo! il nome secondo me è molto indicato anche perchè si prestano perfettamente ad essere gustati semplicemente senza troppi condimenti… proprio così al naturale… ti ho dato la mia personalissima interpretazione e rivisitazione della parola “gnudi”:) un abbraccio :*

  9. Clotilde 9 gennaio, 2013 - 14:56 Rispondi

    …un piatto sicuramente slurpissimo…lo proverò ma…mi racconti come farli gratinati?…vanno comunque cotti prima?…grazie Simona…ho proprio una figlia con il tu stesso nome…bello!!!…a presto …Clotilde

    • 9 gennaio, 2013 - 15:32 Rispondi

      Ciao Clotilde, bentrovata:) Per gli gnocchi gratinati procedi in questo modo: prepara una pirofila che possa contenere tutti gli gnocchi ben allineati e non addossati. Sbollenta gli gnocchi 1′ circa (quindi appena affiorano in superficie) scolali con un mestolo forato e disponili in una padella dove hai precedentemente scaldato 1/2 cucchiaino di burro (pochissimo). Girali per bene qualche secondo e lascia che tutti gli gnocchi si ungano. A questo punto puoi procedere in due modi: 1) disponi 2-3 cucchiai di besciamella sul fondo della pirofila, adagi gli gnocchi uno a fianco all’altro (non uno sull’altro) e li ricopri con circa 200- 250 gr di besciamella molto molto morbida, aggiungendola sulla superficie a cucchiaiate. La ricetta della besciamella classica la trovi qui: http://www.tavolartegusto.it/2012/01/27/salsa-besciamella/?lang=is, la besciamella senza burro qui: http://www.tavolartegusto.it/2012/04/24/besciamella-senza-burro/ .2) Aggiungi gli gnocchi uno a fianco all’altro direttamente nella pirofila precedentemente imburrata, aggiungi sulla superficie degli gnocchi semplicemente dei fiocchetti di burro e una spolverata di grana. Cuoci tutto in 10′-12′ in forno ben caldo a 180° e poi 1′ di grill fino a quando non vedi una leggera crosticina in superficie:)
      A presto! buona serata:)

  10. Vaty 9 gennaio, 2013 - 15:00 Rispondi

    Carissima Amica,
    ce l’hai fatta a postare :-)
    che è bello parlart, come ti ho già detto, poter condividere con te le cose che mi accadono. questo nostro scambio quotidiano (tra alti e bassi, tra dolcezza e stanchezza, tra momenti di svago e momenti di sconforto..), mi fa capire quanto tu sia una vera Amica.
    così come ho condiviso con te la giornata di ieri, hai condiviso con me (in anteprima) il post e per me, leggerlo, è come essere stata lì con te, a preparare questi gnocchi, a fare le foto (sempre perfette macchettelodicoaffà??!!) e a scrivere il post.
    Sai che non ho mai fatto gli gnocchi con l’aggiunta di ingredienti. Tu mi dai sempre delle ottime idee e dritte e non sai che quando le metto all’opera, ricevo i complimenti da marito e suocera.. :-)
    Quindi un grazie di cuore.
    Sembriamo un pò sdolcinate.. e che ci posso fare se sei la mia gemellina? <3
    Vaty

    • 9 gennaio, 2013 - 22:24 Rispondi

      Tesoro io ormai sono così legata a te che è davvero una priorità ascoltare un tuo parere, leggere una tua frase, chiedere un tuo consiglio… sdolcinate o meno io sento tanti buoni sentimenti e la cosa mi fa stare davvero bene, grazie. Grazie di cuore di esserci sempre e nn mi stancherò mai di dirtelo:)… Sono felice di essere riuscita nel mio piccolo a darti qualcosa anche nella ricetta di oggi… ti abbraccio tanto amica speciale sei unica tvb <3

  11. Nadji 9 gennaio, 2013 - 16:18 Rispondi

    Ces gnocchis doivent être délicieux. La ricotta et les épinards rajoutent plein de goût. je note.
    Très bonne année Simona et merci pour toutes ces bonnes recettes.
    A bientôt

  12. federica 9 gennaio, 2013 - 17:51 Rispondi

    abbiamo iniziato ad amare la ricotta dopo averla acquistata nei caseifici veri…al prossimo acquisto la prendo per fare questi gnocchi spettacolari.
    le tue foto Simo fanno sempre venire l’acquolina!!Grande!!!!

  13. Valentina 9 gennaio, 2013 - 20:49 Rispondi

    Tesoro, sono irresistibili, buonissimi… voglio provarli! Complimenti anche per le bellissime foto, sei troppo brava :) Ti abbraccio forte forte, buona serata :)

    • 13 gennaio, 2013 - 21:58 Rispondi

      ahahah Paola sono sicura che questi gnocchi ti piaceranno il gusto è molto delicato e ben amalgamato agli altri sapori, insomma gli spinaci non è il gusto prevalente;*… un abbraccio cara:*

  14. Renata 10 gennaio, 2013 - 06:20 Rispondi

    Quanta passione in questa ricetta
    attesa e passione…
    Davvero ti faccio i miei complimenti cara Simona…Devono essere buonissimi!!!!!Poi io ricotta e spinaci li adoro
    Che bello tornare vero? e per me è un piacere ritrovarti
    Spero che sia iniziato bene il nuovo anno
    Ti abbraccio forte e ancora Complimenti

    • 13 gennaio, 2013 - 22:01 Rispondi

      Grazi e di cuore tesoro:* in effetti la pasta fresca richiede passione, pazienza e amore nella realizzazione… mi fa tanto piacere che questo venga fuori:) Il nuovo anno è iniziato bene grazie tesoro, tra lavoro, casa, famiglia e impegni si corre… ma fa parte del gioco ed è bello anche per questo:) un abbraccio grande grande e ancora grazie:*

  15. ilenia 10 gennaio, 2013 - 10:24 Rispondi

    Ciao Simona!! I tuoi gnocchi sono davvero ottimi, dalle mie parti li chiamano gli “gnudi” perchè sono come dei “ravioli senza vestito” dato che da noi i ravioli si fanno spesso ricotta e spinaci!!! Davvero spettacolari…complimenti e buona giornata!!! Vengo a cercarti su FB …

    • 13 gennaio, 2013 - 22:10 Rispondi

      Ciao Ilenia:) non sei la prima persona che mi parla di “gnudi” apprendo questa tradizione proprio dai vostri commenti… paese che vai, usanze che trovi, è proprio vero! Grazie mille! ti aspetto anche su FB:) un bacione

  16. Foodlookers 10 gennaio, 2013 - 12:14 Rispondi

    Tanti complimenti per il sito, è molto bello!

    Vogliamo invitarti a conoscere un nuovo modo di divulgare, condividere e cercare ricette on line. Viaggiando fra le più belle immagini, trovi l’ispirazione e condividi la tua passione.

    Cerchiamo i più bravi foodbloggers italiani, e questo è molto carino!

    visita adesso http://www.foodlookers.it

    Lo staff Foodlookers

  17. Ricami di pastafrolla 10 gennaio, 2013 - 12:59 Rispondi

    Ciao Simo, buonissimi questi gnocchi…per assaporarne tutto il gusto basta un filo di burro ed il gioco è fatto!! Un abbraccio Manu.
    p.s. Io con questi aggiornamenti non ci capisco proprio niente proverò a sentire la ragazza che si occupa del blog!! Mille grazie Simo

    • 13 gennaio, 2013 - 22:17 Rispondi

      Concordo Manu:) quando le preparazioni sono così gustose basta davvero poco per presentarle con successo:) spero tu abbia risolto la storia degli aggiornamenti! ti abbraccio tesoro:**

  18. artù 10 gennaio, 2013 - 14:04 Rispondi

    Sono davvero strepitosi!!! assomigliano vagamente ai nostri rabaton primo piatto tipico dell’alessandrino!!! complimenti per i tuoi post sono sempre perfetti e chiarissimi!!

  19. Elena 10 gennaio, 2013 - 14:25 Rispondi

    Gli gnocchi sono gli gnocchi e non so dire di no, morbidi e delicati questiche hai preparato…. Chissà se nella dieta li posso mettere una volta ogni tanto… Un bacione cara!

    • 13 gennaio, 2013 - 22:27 Rispondi

      Grazie mille:* in effetti il gusto è molto delicato e se ti piacciono questi ingredienti nn possono che piacerti anche questi gnocchi!:) tienimi aggiornata sul risultato:* bacione:)

  20. e il basilico 10 gennaio, 2013 - 18:47 Rispondi

    Buonissimi e facili da fare, mi piace molto questa ricetta. La pasta burro e salvia mi interessa sempre molto, in questo caso, perchè si sente bene il sapore dello gnocco e si può distinguere la differenza tra una pasta fatta ad opera d’arte e una no. Direi che la tua appartiene sicuramente alla prima categoria. Bravissima. Un bacio

    • 13 gennaio, 2013 - 22:28 Rispondi

      Grazie mille Ele :) in effetti siamo sulla stessa lunghezza d’onda… concordo in pieno, quando la pasta è realizzata ad arte, nn c’è niente di più goloso che il gusto di quest’ultima al naturale…:) un abbraccio a te e buona serata:*