Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Vellutata di cavolfiore

Vellutata di cavolfiore - Ricetta

La Vellutata di cavolfiore è il primo piatto ideale per chi non rinuncia al gusto pur scegliendo un ortaggio ricco di vitamine, minerali e proprietà benefiche.   Semplice, leggera, salutare, la Vellutata di cavolfiore è un' ottima alternativa alla Zuppa di cavolfiore biancoparticolarmente adatta al periodo invernale dove travate il cavolo nel pieno del suo splendore. La Ricetta è praticamente la medesima, molto semplice, pochi ingredienti ma davvero squisita. Per arricchire il piatto ho realizzato dei crostini con il Pane Integrale agli 8 cereali PEMA, un pane a lievitazione naturale, genuino ma sopratutto davvero squisito, che ridotto in pezzetti  e tostato in un cucchiaio di burro, ha conferito alla Vellutata sapore e colore  rendendola particolarmente golosa oltre che sostanziosa. Se non disponete del Pane PEMA, potete utilizzare delle fette di pan carrè raffermo.

Tempi di preparazione: Preparazione:10'
Cottura:50'
Totale: 1h

Ingredienti:

Per 3/4 persone

  • 600 gr di cavolfiore bianco (pesato pulito)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine
  • 1 cucchiaio di maggiorana essiccata
  • sale
  • acqua
Per completare:
  • 2 fette di Pane Integrale agli 8 cereali PEMA (oppure pan carrè raffermo)
  • 1 cucchiaio di burro
  • 1 cucchiaino di maggiorana essiccata
  • 1 filo d'olio extravergine per ogni piatto
Procedimento:

Pulite il cavolfiore togliete via le foglie verdi, staccate le cimette dal torsolo e una volta reso il torsolo privo di cime, dividete le cimette in 2 o 3 parti in modo da ottenere pezzetti più o meno uguali di forma e dimensione per favorirne una cottura uniforme. Pesatene 600 gr :

Tagliare il cavolfiore a pezzetti - Ricetta Vellutata di cavolfiore

Preparate una pentola di media altezza con olio e aglio leggermente schiacciato e fate soffriggere fino a doratura. Aggiungete il cavolfiore :

Aggiungere il cavolfiore all'olio e aglio soffritto -  Ricetta Vellutata di cavolfiore

Mescolate a fuoco vivo per 1' circa, in modo che tutti i pezzetti si insaporiscano, aggiungete 1 bicchiere d'acqua, la maggiorana e il sale:

Aggiungere acqua, maggiorana e sale - Ricetta Vellutata di cavolfiore

Girate e  coprite con un coperchio, lasciate cuocere per 20' a fiamma bassa. Durante questi 20' girate  un paio di volte il composto. Trascorsi 20' che possono essere 25' o 30' a seconda della grandezza delle cimette che avete tagliato, il cavolo risulterà morbido e stufato:

Cavolfiore dopo la prima stufatura -  Ricetta Vellutata di cavolfiore

Schiacciate con una forchetta il cavolfiore, facendo attenzione a tenere gli spicchi d'aglio da parte, fino a trovarmi un cavolo a granella:

Schiacciare con la forchetta il cavolfiore - Ricetta Vellutata di cavolfiore

Aggiungete un altro bicchiere d'acqua e coprite nuovamente. Fate cuocere ancora per circa 15' a fuoco basso.

A questo punto il Cavolfiore è pronto per essere frullato con un mixer ad immersione (minipimer). Spegnete il fuoco e frullate bene,  ancora bollente, facendo attenzione che tutti i pezzetti si frullino. Aggiungete mezzo bicchiere d'acqua tiepida durante l'operazione, se necessario o gradite una Vellutata di cavolfiore più liquida, aggiungete 1 bicchiere d'acqua intero. Assaggiate e valutate se la Vellutata necessita ancora di un pizzico di sale.

Il Risultato è una Crema di cavolfiore liscia, priva di grumi:

Frullare con un minipimer il cavolfiore - Ricetta Vellutata di cavolfiore

coprite con un coperchio e lasciate da parte.

Preparate i crostini: ricavate dalla fette di Pane PEMA integrale agli 8 cereali  oppure dal Pan carrè raffermo, dei pezzettini  di 1/1,5 cm x 1/1,5 cm:

Tagliare a pezzettini le fette di pane per realizzare i crostini - Ricetta Vellutata di cavolfiore

In una padella antiaderente scaldate un cucchiaio di burro, appena sarà sciolto aggiungete i pezzettini di pane:

Rosolare i crostini con il burro - Ricetta Vellutata di cavolfiore

tostate i crostini 30-40 secondi per lato.

Versate la Vellutata di cavolfiore nei piatti, adagiate al centro i crostini di pane, guarnite con un pizzico di maggiorana e un filo d'olio. Servite calda:

Vellutata di cavolfiore - Ricetta


Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

48 commenti

  1. Valentina 5 novembre, 2012 - 10:58 Rispondi

    Ciao Simo! :) Come stai? :) Una vellutata non solo buona ed invitante ma anche bella e raffinata, come te! :) Complimenti, tesoro, davvero una super coccola! Proverò a farla, ho bisogno di comfort food con la tracheite che mi ha beccato! :( Un bacio grande e buon inizio settimana! :*

    • 5 novembre, 2012 - 16:17 Rispondi

      tesoro mio benissimo grazie! questi giorni di relax sono stati davvero un toccasana.. Mi spiace tanto che non stai bene.. brutta bestia la tracheite :( rimettiti presto e preparati cibi comfort, caldi, coccolosi proprio come questo! e naturalmente stai al caldo:) buona settimana:))

  2. Ely 5 novembre, 2012 - 11:24 Rispondi

    L’odore del cavolfiore non mi fa impazzire ma.. cara per questo piattino lo sopporterei! Pure con il pane Pema! Che bontà!! Un bacione dal cuore e una settimana stupenda! :)

  3. vaty 5 novembre, 2012 - 13:51 Rispondi

    Una vellutata nuovissima per me. Mai avrei pensato di farla con il cavolfiore.
    Grazie a te, sarò capace di stupire mio marito :-)
    Spero le feste siano andate bene, ti abbraccio e ti auguro buona settimana.

    • 6 novembre, 2012 - 19:13 Rispondi

      Tesoro questa te la consiglio pure la piccola! salutare, golosa ed è un modo per far gustare le verdure anche ai più piccoli!:) auguro anche a te una splendida settimana amica mia:**

  4. Maddy e Manu 5 novembre, 2012 - 14:57 Rispondi

    Ciao Simo, ormai siamo diventate così telepatiche che abbiamo le stesse idee anche nel pubblicare le ricette….da noi, oggi puoi trovare una vellutata di zucca…..evviva le zuppe, le creme e le minestre se fatte tutte alla perfezione come le tue!!!!!un bacione

  5. Giovanni, Peccato di Gola 5 novembre, 2012 - 15:17 Rispondi

    dici bene il cavolfiore è davvero unico, non vorrei dire una “cavolata” (:P che battutone) ma è anche ricco di vitamina C insomma è perfetto… ma a me non piace -.- chissà se così invece riesco ad apprezzarlo di più! grande Simo :) buona settimana :-*

    • 6 novembre, 2012 - 19:18 Rispondi

      hahah che forte che sei gio! dia che ci sta pure la battuta:) in effetti il cavolfiore frullato in questo modo assume un sapore molto delicato ed è molto probabile che anche chi non lo apprezzi lo gusti con piacere! provalo:)

  6. Renata 5 novembre, 2012 - 16:15 Rispondi

    Bentornataaaaaaaaaaaa
    Mi sei mancata e spero davvero che tu ti sia divertita
    Intanto complimenti per questa raffinata e gustosa vellutata
    Come sempre….Piatti belli e golosi
    Un bacione cara Simona
    Buona settimana!!!!!!!!!!!!

  7. federica 5 novembre, 2012 - 18:00 Rispondi

    ciaoooooooooooooo carissima, bentornata!!!! guarda posso dirti? con queste foto riusciresti a farla mangiare anche a mio marito che non ama molto il cavolfiore!!! Grande Simona!!!! buona settimana!!!!

  8. notedicioccolato 5 novembre, 2012 - 20:42 Rispondi

    Le minestre e me vellutate calde e fumanti sono una delle poche cose che amo della stagione fredda. Una coccola per il corpo e per l’anima. Il cavolfiore poi è il caso di dire che lo adoro in tutte le salse :) Sarebbe proprio l’ideale questa crema adesso per cena con quei gustosi crostini. Un bacione grande, buona settimana

  9. babe 6 novembre, 2012 - 08:27 Rispondi

    Mi pare decisamente uno di quei piatti invernali rassicuranti.
    Arrivi a casa la sera dopo il lavoro e un piatto così ti rimette in senso.
    Ottima idea!
    Buona giornata mia cara!!!!

  10. monica 6 novembre, 2012 - 09:46 Rispondi

    anche Simoooo faccio i crostini così come te. Adoro le vellutate, le creme tutto ciò che coccola e riscalda. Con i cavolfiori ancora non l’ho mai fatta. bellissime le foto come sempre e i passo passo che mi piacciono un sacco! mi fanno ricordare la ricetta a mente, anche se non so dove la appunto. un abbraccio forte. mony

    • 6 novembre, 2012 - 19:30 Rispondi

      Grazie mille mony:* in effetti il passo passo è proprio un aiuto mnemonico, un appunto mentale che ci accompagna nella realizzazione:) se vuoi puoi salvare la ricetta in pfd oppure stamparla un abbraccio carissima a te:**

  11. Roberta 8 novembre, 2012 - 18:06 Rispondi

    Sai Simo, se non avessi già preparato il brodo per stasera questa crema la proverei sicuramente! Ti farò sapere. Grazie di esserti unita al mio blog! :)
    Un bacio