Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce.it

Zuppa di cavolfiore bianco

Zuppa di cavolfiore - Minestra di cavolfiore- Ricetta

La Zuppa di cavolfiore bianco o Minestra di cavolfiore bianco è un piatto estremamente salutare oltre che molto gustoso.  Il Cavolfiore è uno degli ortaggi più ricchi di proprietà benefiche per la salute, abbonda di minerali, acido folico, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, magnesio, vitamina C (allo stato fresco, ne contiene quanto le arance). Ha principi attivi antibatterici, antinfiammatori, antiossidanti, depurativi, rimineralizzanti, indicato in casi di diabete perché non contiene glutine (è adatto quindi anche ai celiachi). Secondo alcuni studi americani previene alcune forme di cancro e di ulcera, cura l'anemia e persino l'ipertiroidismo, controindicato invece in caso di ipotiroidismo in quanto contiene sostanze che rallentano il lavoro della tiroide. Tipicamente invernale, ha l'apice della sua produzione dal mese di Novembre a quello di Febbraio ma è possibile trovarlo sul mercato per tutto l'anno. E' presente in due varianti: il cavolo bianco e il cavolo verde; oggi vi propongo una Minestra a base di Cavolfiore bianco, un vero toccasana per la salute, ma sopratutto molto gustosa e saporita, adatta a grandi e piccoli.

Tempi di preparazione:
Preparazione:10'
Cottura:50'
Totale:1h

Ingredienti:

Per: 2 persone

  • 600 gr di cavolfiore bianco (pesate dopo aver pulito e tagliato il cavolo in cimette)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine
  • 1 cucchiaio di maggiorana essicata
  • acqua
  • sale
Procedimento:

Pulite il cavolfiore togliete via le foglie verdi, staccate poi  le cimette dal torsolo e una volta reso il torsolo primo di cime, dividete le cimette in 2 o 3 parti in modo che abbiate pezzetti più o meno uguali di forma e dimensione , questo in modo che si cuociano nello tempo tutte insieme. Pesatene 600 gr

Tagliare il cavolfiore a pezzetti - Ricetta Zuppa di cavolfiore

Preparate una pentola di media altezza con 5 cucchiai di extravergine e 2 spicchi d'aglio schiacciati leggermente e fate soffriggere fino a doratura. Aggiungete il cavolfiore :

Aggiungere il cavolfiore all'olio e aglio soffritto - Ricetta Zuppa di cavolfiore

Mescolate a fuoco vivo per 1' circa, in modo che tutte le cimette si insaporiscano, aggiungete poi 1 bicchiere d'acqua, la maggiorana e il sale:

Aggiungere acqua, maggiorana e sale - Ricetta Zuppa di cavolfiore

Girate e  coprite con un coperchio, lasciate cuocere per 20' a fiamma bassa. Durante questi 20' controllate la cottura avendo cura di girare il cavolo 1 - 2 volte. Se cuocete in pentole con fondo alto almeno 1 cm sarebbe meglio, il calore si diffonde in modo uniforme e il cavolo non rischia di attaccarsi al fondo. Trascorsi circa 20' che possono essere 25' o 30' a seconda della grandezza delle cimette che avete tagliato, il cavolo risulterà morbido e stufato:

Cavolfiore dopo la prima stufatura - Ricetta Zuppa di cavolfiore

Schiacciate con una forchetta il cavolfiore, facendo attenzione a tenere gli spicchi d'aglio da parte, fino a trovarmi un cavolo a granella:

Schiacciare con la forchetta il cavolfiore - Ricetta Zuppa di cavolfiore

Aggiungete un altro bicchiere d'acqua e coprite nuovamente. Fate cuocere ancora per circa 15' a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto e schiacciando ancora con la forchetta se necessario. La  Zuppa - Minestra di cavolo è pronta quando vedete che tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, i pezzetti di cavolo sono molto teneri e saporiti e il giusto equilibrio di consistenza è stato raggiunto: nè troppo liquido , nè troppo solido.

La Zuppa di Cavolfiore bianco è pronta per essere servita, ben calda, possibilmente in un piatto di coccio che ne mantiene il calore fino alla fine dell'ultimo cucchiaio:

Zuppa di cavolfiore - Minestra di cavolfiore- Ricetta

Se volete un primo piatto più sostanzioso e completo potete aggiungere un pò di Pasta alla vostra zuppa, realizzando così

Pasta e cavolfiore - Pasta e cavolo:

Dopo i 15' indicati in cui la zuppa è pronta, aggiungete altri 2 bicchieri d'acqua e un altro pizzico di sale, fate prendere bollore per 1'-2' e aggiungete la pasta, di solito il calcolo è 30 gr di pasta medio piccola a testa (potete usare maltagliati, manfredi spezzati, tubetti, conchigliette ect..) fate cuocere a fuoco basso scoperto e regolatevi sulla consistenza, se vi piace un piatto più liquido (mantenendo quindi l'aspetto tipico della minestra), aggiungete ancora un pò d'acqua a metà cottura, se invece gradite una consistenza più compatta tipica della pasta e cavolo allora non aggiungete altra acqua e gli ultimi minuti di cottura, alzate la fiamma e lasciate asciugare il composto. In entrambi i casi servite ben caldi in piatti di coccio se li avete, in modo che la pietanza mantenga la temperatura fino alla fine.


(Ricetta e fotografie di Simona Mirto)

Ricetta e fotografie di

Piaciuta la Ricetta? Resta aggiornato!

Iscriviti al blog e riceverai le prossime ricette gratis nella tua mail.

14 commenti

  1. marco roboni 15 ottobre, 2012 - 16:06 Rispondi

    Non male e decisamente diverrebbe “un piatto unico” aggiungendo a pasta già cotta un uovo intero sbattuto con grana o pecorino grattugiato